Rivista sull'affidamento dei contratti pubblici.ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Giuseppe Gratteri  e  Avv. Gherardo Lombardi
Art. 83. (Criteri di selezione e soccorso istruttorio)
Consiglio di Stato, Sezione V, 31 agosto 2021

[A] Se nelle gare gestite mediante sistema informatico sussista l’obbligo di trasmettere via pec le richieste ai fini del soccorso istruttorio. [B] Se l’obbligo di comunicazione via pec sia prescritto solo per gli atti lesivi.

T.A.R. Lombardia, Milano, Sez. IV, 6 settembre 2021

Se l’Impresa iscritta in camera di commercio, nel caso in cui ciò sia richiesto come requisito di partecipazione, ma inattiva debba o meno essere ammessa in gara.

Consiglio di Stato, Sezione V, 31 agosto 2021

[A] Se la stazione appaltante o il giudice siano abilitati ad accertare la perdita dei requisiti per la conservazione della licenza per l’attività di vigilanza privata. [B] Se l’attività di portierato possa ritenersi assorbita nell’attività di vigilanza privata.

TAR Lazio Roma, Sezione III quater, 27 agosto 2021

[A] Sull’ambito temporale di applicazione del divieto di appalto integrato. [B] Sul soccorso istruttorio. [C] Sul rapporto tra la cd. eterointegrazione ed il principio di esclusività del bando.

Consiglio di Stato, Sezione V, 3 agosto 2021

[A] Sul “bid bond” e se sia assimilabile alla fideiussione o al deposito cauzionale. [B] Se l’erronea modalità di presentazione della cauzione provvisoria sia sanabile attraverso il soccorso istruttorio.

TAR Lazio Roma, Sezione I bis, 2 agosto 2021

[A] Sul Piano di azione relativo ai criteri ambientali minimi (CAM) previsti dall’art. 34 del D. Lgs. n. 50/2016. [B] Sull’obbligatorietà dei CAM e sul momento in cui deve esserne verificato il rispetto. [C] Se sia sufficiente l’impegno dell’aggiudicatario a dimostrare il possesso dei CAM in sede esecutiva. [D] Sull’interpretazione del contratto di avvalimento operativo.

Consiglio di Stato, Sezione III, 12 luglio 2021

[A] Sul diritto di accesso difensivo in presenza di segreti tecnici e commerciali. [B] Se il carattere incidentale della domanda di accesso costituisca un indice univocamente rivelatore della sua preordinazione alle esigenze difensive del suo proponente. [C] Sull’obbligo di esecuzione diretta da parte dell’ausiliaria in caso di avvalimento di esperienze professionali. [D] Sulla congruenza contenutistica tra le risultanze descrittive del certificato camerale e l’oggetto del contratto d’appalto. [E] Se sia legittima la scelta dell’Amministrazione di non richiedere ulteriore documentazione probatoria del tasso di assenteismo storicamente riscontrato.

Consiglio di Stato, Sezione V, 5 luglio 2021

Sulla clausola che prevede che la commissione non possa valutare le pagine delle offerte oltre un determinato numero.

T.A.R. Campania, Napoli, Sez. IV, 28 giugno 2021

Sulla finalità dell’istituto del soccorso istruttorio, di cui all’art. 83 del D.lgs 50 del 2016.

T.A.R. Emilia Romagna. Bologna, Sez. II, 25 giugno 2021

[A] Sull’onere di immediata impugnazione degli atti di gara. [B] I limiti che deve osservare l’Amministrazione nel richiedere i requisiti di capacità tecnica.

T.A.R. Campania, Napoli, Sez. II, 15 giugno 2021

Sulla necessaria coincidenza dell’oggetto sociale con l’attività effettivamente esercitata per ritenere soddisfatto il requisito di idoneità professionale.

Consiglio di Stato, Sezione III, 8 giugno 2021

Se sia legittima la clausola di esclusione riferita ad una modalità redazionale dell’offerta.

Consiglio di Stato, Sezione V, 7 giugno 2021

[A] Se per gli appalti di lavori inferiori a € 150.000,00 sia necessario il possesso del certificato di esecuzione dei lavori al momento della presentazione della domanda. [B] Se per gli appalti di servizi l’esecuzione effettuata fino alla data di pubblicazione del bando consenta di conseguire il requisito esperienziale richiesto.

Consiglio di Stato, Sezione II, 28 maggio 2021

[A] Se In materia di risarcimento da mancato affidamento di gare pubbliche sia necessario provare la colpa dell'amministrazione aggiudicatrice. [B] Se una condizione di partecipazione possa determinare l’automatica esclusione del concorrente. [C] Sul risarcimento del danno da lucro cessante nelle procedure per l’aggiudicazione di appalti pubblici. [D] Sul risarcimento del danno da lucro cessante in caso di mancato svolgimento di una prestazione di natura intellettuale.

Consiglio di Stato, Sezione V, 24 maggio 2021

[A] Se i concorrenti possano scomporre le prestazioni in affidamento in modo da individuare una prestazione principale e prestazioni secondarie. [B] Se la scomposizione qualitativa interna dell’A.T.I. sia compatibile con l’A.T.I. orizzontale. [C] Se in presenza di una sola mandante possa ammettersi una partecipazione paritaria al raggruppamento.

Consiglio di Stato, Sezione V, 3 maggio 2021

[A] Se l’art. 92 del D.P.R. n. 207/2010, nel prevedere che la mandataria debba possedere i requisiti nella misura minima del 40 per cento e le mandanti nella misura minima del 10 per cento, contrasti con l’art. 83, comma 8, del D. Lgs. n. 50 del 2016. [B] Se il requisito minimo di qualificazione del 10 per cento sia surrogabile dai requisiti “sovrabbondanti” posseduti dalle altre imprese del raggruppamento. [C] Sui requisiti di qualificazione del raggruppamento misto. [D] Se i requisiti soggettivi possano essere modificati ricorrendo al soccorso istruttorio.

Consiglio di Stato, Sezione V, 31 marzo 2021

[A] Se in un appalto di servizi di manutenzione di impianti possano considerarsi servizi analoghi la loro fornitura e posa in opera. [B] Se il controinteressato possa rinviare la proposizione del ricorso incidentale alla fase della controimpugnativa dell'aggiudicazione definitiva.

T.A.R. Toscana, Sez. II, 9 aprile 2021

Sulla funzione dei requisiti di esecuzione nella partecipare alle procedure di gara

TAR Lazio RM, Sezione III, 1° aprile 2021
[A] Se l'accettazione delle regole di partecipazione comporti l'inoppugnabilità di clausole del bando [B] Sull’avvalimento premiale. [C] Sul superamento del limite massimo di pagine imposto dal disciplinare di gara.
CGARS, 24 marzo 2021
[A] Sull’inquadramento del contratto di affidamento del servizio di ristorazione mediante distributori automatici. [B] Sull’applicazione dell’art. 95, comma 10, del D. Lgs. 50/2016 alla concessione di servizi per la gestione di un punto ristoro. [C] Sul principio del favor partecipationis. [D] Se sia ammissibile la sanatoria dell’offerta qualora le disposizioni della gara d’appalto non consentano di indicare i costi della manodopera.
Consiglio di Stato, Sezione V, 25 marzo 2021
[A] Sul principio del necessario esame dei ricorsi reciprocamente escludenti. [B] Se anche in caso di attività c.d. sensibile affidata ad un terzo - fornitore i concorrenti siano tenuti all’iscrizione nella c.d. white list. [C] Se il concorrente sia tenuto a dichiarare il provvedimento di risoluzione non inserito nel Casellario informatico dell’A.n.a.c. [D] Se l’adozione di una misura cautelare integri il grave illecito professionale.
TAR Basilicata, Sezione I, 18 marzo 2021
[A] Se la formulazione di un’offerta tecnica difforme dai documenti posti a base di gara comporti l’esclusione dalla gara. [B] Sul principio di autoresponsabilità dei concorrenti [C] Sull’interesse alla ripetizione della gara da parte dell’operatore economico legittimamente escluso.
Tar Lazio RM, Sezione I Quater, 16 marzo 2021
[A] Se il principio di equivalenza si applichi indipendentemente da espressi richiami negli atti di gara o da parte dei concorrenti. [B] Se i concorrenti siano onerati di una apposita formale dichiarazione circa l’equivalenza funzionale del prodotto offerto. [C] Se l’omessa allegazione di una scheda tecnica inerente alla descrizione dei prodotti indicati nell’offerta definita “essenziale” dalla lex specialis legittimi l’immediata esclusione del concorrente. [D] Sull’ipotesi in cui la difformità dell’offerta rispetto alle caratteristiche tecniche previste nel capitolato di gara si risolva in un “aliud pro alio” idoneo a giustificare l’esclusione dalla selezione.
TAR Lazio RM, Sezione III Quater, 15 marzo 2021
[A] Sul diritto di accesso a informazioni contenenti segreti tecnici o commerciali. [B] Sull’avvalimento esperenziale relativo ai titoli di studio e professionali. [C] Sulla congruenza contenutistica tra le risultanze del certificato camerale e l'oggetto del contratto d'appalto. [D] Sulle tabelle ministeriali come parametro di valutazione della congruità dell'offerta. [E] Sulle voci obbligatorie e convenzionali delle tabelle ministeriali. [F] Se i minimi salariali siano costituiti da tutte le voci retributive di cui alla lettera A della tabella del Ministero del Lavoro.
Consiglio di Stato, Sezione V, 11 marzo 2021
[A] Se in caso di subentro ai sensi dell’art. 48 D. Lgs. n. 50/2016 il possesso dei requisiti debba farsi risalire al momento della partecipazione alla gara del R.T.I. o alla data del subentro. [B] Sulle limitazioni territoriali del requisito di idoneità della licenza prefettizia.
Consiglio di Stato, Sezione IV, 4 marzo 2021
[A] Sul principio di equivalenza e relative regole giurisprudenziali. [B] Sull’aliud pro alio idoneo a giustificare l’esclusione. [C] Sull’obbligo di trasparenza della stazione appaltante con particolare riguardo ai chiarimenti resi in sede di gara.
TAR Marche, Sezione I, 27 febbraio 2021
[A] Se il fatturato specifico debba essere qualificato come requisito di carattere economico-finanziario e non risorsa tecnica. [B] Sulle caratteristiche del fatturato specifico. [C] Se le prestazioni propedeutiche o accessorie rilevino al fine della dimostrazione del fatturato specifico.
Consiglio di Stato, Sezione V, 1° marzo 2021
[A] Se il prestito del fatturato specifico per servizi analoghi debba qualificarsi come avvalimento operativo o di garanzia. [B] Sull’avvalimento di garanzia. [C] Sulle esperienze professionali da eseguirsi direttamente da parte dell’ausiliaria ai sensi dell’art. 89, comma 1, D. Lgs. n. 50/2016. [D] Se sia sufficiente ai fini del possesso del requisito dell’iscrizione camerale la corrispondenza contenutistica tra l’oggetto sociale riportato nel certificato della Camera di Commercio e l’oggetto del contratto.
TAR Veneto, Sezione III, 1° marzo 2021
Se in assenza di espressa comminatoria debba escludersi il concorrente per difformità dai requisiti minimi o applicarsi il principio del favor partecipationis
TAR Sicilia CT, Sezione IV, 17 febbraio 2021
[A] Sulla ratio dell’indicazione separata nell’offerta economica del costo della manodopera. [B] Sull’esclusione del concorrente dalla gara per mancata indicazione dei costi della manodopera. [C] Sulla possibilità da parte della Commissione di gara di riammettere le imprese escluse per omessa indicazione separata dei costi della manodopera rispetto agli oneri aziendali. [D] Se ai fini dell’esclusione per mancata indicazione dei costi della manodopera sia comunque necessario operare una valutazione in concreto sulle indicazioni fornite nella documentazione di gara.
TAR Campania SA, Sezione I, 19 febbraio 2021
[A] Se la mancata verifica della congruità dei costi di manodopera costituisca un vizio invalidante. [B] Se il possesso di un centro cottura possa essere un requisito di partecipazione. [C] Se i requisiti di ammissione debbano essere espliciti o possano desumersi in via interpretativa dal capitolato speciale. [D] Se l’omessa disponibilità dei “mezzi” indicati nell’offerta relativi all’esecuzione della prestazione possa costituire falsità della dichiarazione o inammissibilità dell’offerta alla gara.
Consiglio di Stato, Sezione V, 26 febbraio 2021
[A] Sulla corretta interpretazione del principio di immodificabilità dell’offerta. [B] Se rilevi ai fini della valutazione dell’affidabilità del concorrente la comunicazione di avvio del procedimento di risoluzione.
Consiglio di Stato, Sezione V, 15 febbraio 2021
[A] Se sia possibile il ricorso al subappalto “necessario” anche nel vigore del D. Lgs. n. 50 del 2016. [B] Se in caso di subappalto necessario sia obbligatoria per legge l'indicazione nominativa dell'impresa subappaltatrice. [C] Se la sospensione dell’obbligo di indicazione della terna di subappaltatori sia applicabile anche al subappalto “necessario”. [D] Se la scelta del legislatore interno di sospendere temporaneamente l’obbligo di indicazione della terna di subappaltatori precluda alle stazioni appaltanti di introdurlo nella legge di gara. [E] Se l’iscrizione all’Albo nazionale dei gestori ambientali rientri nell’ambito dei requisiti di partecipazione o di esecuzione.
Consiglio di Stato, Sezione III, 9 febbraio 2021
[A] Sul soccorso istruttorio procedimentale. [B] Sui presupposti del giudizio di equivalenza. [C] Se il giudizio di equivalenza possa essere espresso in forma implicita.
TAR Emilia Romagna BO, Sezione II, 26 gennaio 2021
[A] Sul requisito del pregresso svolgimento di “servizi analoghi”. [B] Sulla valutazione della Stazione appaltante in ordine alla sussistenza del requisito dello svolgimento di “servizi analoghi”. [C] Sul nuovo esercizio dell’autonomia negoziale in caso di rinnovo del contratto.
C.G.A.R.S., 2 febbraio 2021
[A] Sull’operatività in concreto del principio del favor partecipationis. [B] Sull’obbligo di rispettare i principi di adeguatezza e proporzionalità nella determinazione dei requisiti di capacità.
TAR Toscana, Sezione II, 28 gennaio 2021
[A] Sul rapporto di priorità fra ricorso principale e incidentale alla luce delle statuizioni comunitarie. [B] Sul procedimento di verifica sul possesso dei requisiti dichiarati dai concorrenti. [C] Sull’ambito di applicazione della lettera f-bis) e della lettera c-bis) dell’art. 80, comma 5, D. Lgs. n. 50/2016.
TAR Veneto, Sezione II, 26 gennaio 2021
[A] Sulla necessità di esaminare il ricorso principale e quello incidentale in presenza di gravami incrociati escludenti. [B] Se l’Amministrazione appaltante possa legittimamente chiedere che i concorrenti abbiano svolto servizi identici a quello oggetto dell’appalto. [C] Sulla dimostrazione del pregresso svolgimento di servizi “simili” nell’ottica del rispetto del principio della massima partecipazione alle gare pubbliche. [D] Sull’onere dell’aggiudicataria di giustificare i propri costi del lavoro quando non siano coincidenti con quelli medi tabellari. [E] Sulle ipotesi in cui, con riferimento al costo del personale, sono previste l’inammissibilità dell’offerta o l’esclusione. [F] Sull’interpretazione del requisito di capacità tecnica e di partecipazione.
TAR Piemonte, Sezione I, 22 gennaio 2021
[A] Sulla corrispondenza per i servizi e le forniture tra requisiti di qualificazione e quota di partecipazione. [B] Sul rapporto di specialità dei commi 17, 18, 19 e 19-ter dell’art. 48 D. Lgs. 50/2016 derogatorio rispetto alla previsione generale di cui all’art. 80, comma 6 del D.Lgs. 50/2016. [C] Sui casi in cui è esperibile il soccorso processuale.
Consiglio di Stato, Sezione V, 18 gennaio 2021
[A] Sulla ratio dell’obbligo di iscrizione alla Camera di Commercio. [B] Se ai fini dell’individuazione della tipologia di azienda rilevi quanto riportato nell’oggetto sociale.
Consiglio di Stato, Sezione III, 4 gennaio 2021
[A] Sulla distinzione tra avvalimento di garanzia e avvalimento tecnico o operativo. [B] Sul differente contenuto del contratto di avvalimento di garanzia rispetto a quello operativo. [C] Sui requisiti suscettibili di avvalimento operativo e di avvalimento di garanzia con particolare riferimento al fatturato specifico. [D] Se le lacune del contratto di avvalimento siano suscettibili di soccorso istruttorio. [E] Sull’inammissibilità delle censure dedotte nella memoria non notificata.
C.G.A.R.S., 4 gennaio 2021
[A] Se ai fini della partecipazione ad una gara sia sufficiente la contemplazione di un’attività nell’oggetto sociale. [B] Se soddisfi il requisito di idoneità professionale della iscrizione presso la C.C.I.A.A. l’effettivo svolgimento dell’attività d’impresa richiesta.
TAR Lazio, Sezione I ter, 29 dicembre 2020
A] Sulla necessità di chiarezza della legge di gara riguardo ai requisiti "a pena di inammissibilità dell’offerta". [B] Sulla corretta interpretazione del concetto di “fornitura analoga”. [C] Sul rispetto del giusto equilibrio tra i requisiti di capacità tecnica e il divieto di porre ostacoli non necessari alla concorrenza. [D] Sulla discrezionalità della Stazione appaltante nella determinazione dei requisiti di capacità tecnica.
Consiglio di Stato, Sezione V, 23 dicembre 2020.
[A] Sul criterio interpretativo dei bandi di gara da privilegiare. [B] Se sia legittima l’esclusione per la carenza di un elemento dell’offerta. [C] Se contrasti con l’art. 59, comma 4, lett. c), del D. Lgs. n. 50 del 2016 l’esclusione delle offerte in aumento per singole voci di costo.
Consiglio di Stato, Sezione V, 17 dicembre 2020
[A] Se la disponibilità del centro cottura debba intendersi quale requisito di partecipazione o di esecuzione e sulla funzione del capitolato speciale. [B] Se l'interpretazione della prescrizione della disponibilità del centro di cottura come requisito di ammissione contrasti con il principio di tutela della concorrenza. [C] Se i requisiti attinenti alle modalità di esecuzione possano interpretarsi come requisiti di ammissione in base ai principi di fede e correttezza contrattuale. [D] Se debba essere disapplicata la previsione normativa che pone limiti al subappalto.
TAR Basilicata, Sezione I, 9 dicembre 2020
[A] Sulla mancata indicazione separata dei costi della manodopera in un’offerta economica nell’ipotesi in cui le disposizioni della gara d’appalto non consentano agli offerenti di indicare i costi in questione. [B] Sulle esclusioni previste dall’art. 95, comma 10, del D.Lgs. 50/2016. [C] Sul momento in cui devono sussistere i requisiti di ordine generale e speciale dei partecipanti alla gara.
Consiglio di Stato, Sezione V, 11 dicembre 2020
[A] Sul principio di separazione tra offerta tecnica ed offerta economica. [B] Se la clausola del disciplinare di gara che vieta l’indicazione di elementi economici nell’offerta tecnica violi il principio di tassatività delle cause di esclusione. [C] Se il consorzio stabile possa giovarsi del cd. “cumulo alla rinfusa. [D] Se la sussistenza del conflitto di interessi debba essere verificata in concreto. [E] Se sia consentita la modifica dei costi della manodopera in corso di gara mediante le giustificazioni. [F] Sulla competenza in materia di subprocedimento di anomalia dell’offerta. [G] Se sussista esiste un onere, per la stazione appaltante di indicare le modalità di determinazione dell’incidenza media della manodopera.
Consiglio di Stato, Sezione V, 9 dicembre 2020
[A] Sul raggruppamento misto di tipo verticale. [B] Se la percentuale maggioritaria della mandataria debba essere intesa in astratto o con riferimento alla quota di partecipazione prevista nell’offerta. [C] Sulla ragione per cui nel raggruppamento misto di tipo verticale si individua un’ulteriore impresa mandataria nell’ambito del sub-raggruppamento relativo ai lavori scorporabili. [D] Sul modo in cui l’elemento “maggioritario” in capo alla mandataria debba ritenersi soddisfatto nel caso di raggruppamenti di tipo verticale.
TAR Umbria, Sezione I, 4 dicembre 2020
[A] Sull’acquiescenza ad un provvedimento amministrativo. [B] Sul principio generale della immodificabilità dell’offerta. [C] Sul concetto di errore materiale. [D] Sul potere di rettifica di errori materiali o refusi. [E] Se la “svista riconoscibile” possa da sola valere a rendere ammissibile l'offerta. [F] Sul soccorso istruttorio in relazione all’offerta economica e all’offerta tecnica.
TAR Emilia Romagna BO, Sezione II, 3 dicembre 2020
[A] Sulla distribuzione del fatturato globale nell’ambito del R.T.I. ai fini dell’art. 83 comma 8 del D.Lgs. 50/2016. [B] Sulla natura imperativa della disposizione di cui all’art. 83 comma 8 del D.Lgs. 50/2016. [C] Sul ruolo predominante della mandataria. [D] Sulle caratteristiche dell’errore materiale (o refuso) suscettibile di sanatoria.
Consiglio di Stato, Sezione V, 16 novembre 2020
[A] Se l’iscrizione al registro delle imprese sia un requisito di idoneità professionale. [B] Se il requisito di abilitazione all’esercizio dell’attività professionale possa essere oggetto di avvalimento. [C] Se l’applicazione delle misure cautelari penali possa essere ricondotta alla causa di esclusione di cui all’art. 80, comma 3, D. Lgs. n. 50/2016.
Consiglio di Stato, Sezione V, 26 novembre 2020
[A] Se il requisito relativo al fatturato attenga alla capacità economica e finanziaria o alle capacità tecniche e professionali. [B] Sull’avvalimento dei requisiti afferenti alla solidità economica. [C] Se siano legittime le formule matematiche volte a rendere marginale il peso degli elementi economici attraverso vari elementi correttivi.
TAR Lazio RM, Sezione II bis, 30 novembre 2020
[A] Se il requisito dello svolgimento di prestazioni analoghe possa essere dimostrato in forza di un contratto eseguito in ATI con altra impresa. [B] Sulla valutazione di integrità e affidabilità del concorrente dopo l’arresto dell’Adunanza Plenaria e se le verifiche sull’affidabilità del concorrente possano essere effettuate dopo l’aggiudicazione.
Consiglio di Stato, Sezione VI, 25 novembre 2020
[A] Se l’esclusione di un’offerta non rispondente ai requisiti tecnici minimi violi il principio della tassatività delle cause di esclusione. [B] Se sia invocabile il principio di equivalenza rispetto ai requisiti tecnici minimi del prodotto.
TAR Veneto, Sezione I, 18 novembre 2020
[A] Sugli effetti caducanti dell’annullamento del bando di gara. [B] Sull’onere di impugnazione immediata della lex specialis che prescriva il possesso di requisiti escludenti. [C] Sull’onere della prova in capo al ricorrente che invochi il soccorso istruttorio. [D] Se sia ammissibile il ricorso cumulativo contro provvedimenti relativi a gare differenti. [E] Sulla facoltà della Stazione appaltante di non dar corso alla procedura di gara.
TAR Lazio RM, Sezione III quater, 24 novembre 2020
[A] Sull’ambito temporale di applicazione dell’art. 120, comma 2 bis, c.p.a. [B] Sulla decorrenza del termine di impugnazione dei provvedimenti di ammissione. [C] Sull’arresto dell’Adunanza Plenaria in tema di dichiarazioni false e omesse relative a gravi illeciti professionali. [D] Se il soccorso istruttorio sia precluso a valle dell'aggiudicazione. [E] Se l’illegittima composizione della composizione giudicatrice possa essere impugnata all’esito della gara. [F] Se sia legittimo l’utilizzo dei criteri di valutazione delle offerte on/off. [G] Sulla dilazione temporale del termine di impugnazione per effetto della presentazione dell’istanza di accesso.
TAR Calabria RC, 23 novembre 2020
[A] Sull’interpretazione del principio di tassatività stabilito dall’art. 83, comma 9, del D.Lgs. 50/2016. [B] Sulla conservazione dell’offerta in capo al concorrente nel caso di gare telematiche. [C] Sul termine per la presentazione delle offerte nell’ambito di una procedura totalmente informatizzata. [D] Sulla ripartizione tra soggetto partecipante e amministrazione procedente del “rischio tecnico” di inidoneo caricamento e trasmissione di dati su piattaforma informatica. [E] Se sia ammissibile nelle gara telematiche l’applicazione analogica dei principi in tema di notificazione degli atti giudiziari.
Consiglio di Stato, Sezione IV, 11 novembre 2020
[A] Se il fatturato globale e quello specifico vadano qualificati come requisiti di carattere economico-finanziario. [B] Se l’elenco dei principali servizi sia un requisito tecnico-professionale. [C] Sulle differenze tra avvalimento operativo e avvalimento di garanzia. [D] Sui caratteri dell’avvalimento operativo.
Consiglio di Stato, Sezione V, 9 novembre 2020
[A] Se la notifica ad un indirizzo p.e.c. errato sia nulla o inesistente. [B] Se la costituzione della parte intimata comporti la sanatoria della nullità. [C] Se la sanatoria per raggiungimento della scopo sia impedita dall’avvenuta costituzione dell’intimato “al solo scopo di eccepire la nullità della notificazione”. [D] Se il superamento del limite massimo di pagine previsto dal disciplinare di gara legittimi l’esclusione dalla gara.
T.R.G.A. BZ, 29 ottobre 2020
[A] Sulla possibilità di modificare le singole categorie di lavorazioni riferite alle imprese del RTI rispetto a quanto indicato in sede di offerta. [B] Sulla definizione dell’errore materiale suscettibile di correzione nelle gare pubbliche. [C] Se l’attribuzione delle diverse categorie di lavorazioni e delle quote di partecipazione alle imprese componenti il raggruppamento temporaneo possa essere modificato attraverso il soccorso istruttorio.
TAR Lazio RM, Sezione I bis, 26 ottobre 2020
[A] Se sia possibile la riparametrazione del requisito relativo al fatturato specifico in base agli anni di effettivo esercizio del concorrente. [B] Sulla distinzione ai fini della determinazione del contenuto del contratto di avvalimento tra requisiti generali (ad es. il fatturato globale o la certificazione di qualità) e risorse. [C] Sulla distinzione del contratto di avvalimento dalla dichiarazione dell’impresa ausiliaria nei confronti della stazione appaltante.
Consiglio di Stato, Adunanza Plenaria, 16 ottobre 2020
[A] Se sia legittima la clausola che subordini l’avvalimento dell’attestazione SOA alla produzione dell’attestazione SOA anche della stessa impresa ausiliata. [B] Se la nullità della clausola ai sensi dell’art. 83, comma 8, D. Lgs. n. 50 del 2016 si estenda all’intero provvedimento. [C] Se i provvedimenti che si fondano sulla clausola nulla vadano impugnati nell’ordinario termine di decadenza anche per far valere l’illegittimità derivante dall’applicazione della clausola nulla.
TAR Puglia BA, Sezione III, 12 ottobre 2020
[A] Sul soccorso istruttorio riguardante la cauzione provvisoria. [B] Se sia ammissibile la regolarizzazione della mancata sottoscrizione dell'offerta.
TAR Umbria, Sezione I, 5 ottobre 2020
[A] Sulla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo nelle procedure ad evidenza pubblica. [B] Sull’assoggettabilità dell’affidamento di un servizio alla disciplina dettata per i settori speciali. [C] Sulle conseguenze della mancata indicazione nell’offerta dei costi della manodopera. [D] Se sia ammissibile il soccorso istruttorio in caso di mancata indicazione separata dei costi della manodopera.
TAR Emilia PR, Sezione I, 24 settembre 2020
[A] Sul dogma dell’incomunicabilità tra requisiti soggettivi di pre-qualificazione ed elementi oggettivi di valutazione previsti in un bando di gara. [B] Se il requisito soggettivo richiesto per meglio apprezzare l’affidabilità dell’offerta o valorizzarne i contenuti e le caratteristiche possa essere preso in prestito da altro operatore economico. [C] Se per sconfessare il giudizio della Commissione giudicatrice sia necessario dimostrare la palese inattendibilità e l’evidente insostenibilità del giudizio tecnico compiuto. [D] Sulla discrezionalità tecnica della valutazione delle offerte nonché l’attribuzione dei punteggi da parte della Commissione giudicatrice. [E] Sulla funzione indicativa dei parametri inerenti i costi medi della manodopera contenuti nelle tabelle ministeriali.
TAR Toscana, Sezione III, 28 settembre 2020
[A] Sul principio di continuità dei requisiti di partecipazione. [B] Sull’onere del concorrente di comunicare le eventuali variazioni della propria situazione. [C] Se le circostanze risultanti da indagini penali possano giustificare l’esclusione del concorrente. [D] Se l’omessa dichiarazione di circostanze potenzialmente rivelatrici di gravi illeciti professionali comporti un automatismo espulsivo. [E] Se le cause di esclusione a carico del ricorrente principale, delle quali il controinteressato sia frattanto venuto a conoscenza, debbano essere fatte valere nel termine per la proposizione del ricorso incidentale o possano costituire il fondamento di una successiva impugnazione in via principale.
TAR Puglia BA, Sezione III, 17 settembre 2020
[A] Se il professionista possa considerarsi un operatore economico ai fini della partecipazione alle gare di appalto. [B] Sul requisito di idoneità professionale previsto dall’art. 83, comma 3, del D. Lgs. n. 50/2016.
T.A.R. Campania NA, Sezione I, 1° settembre 2020
[A] Se la cessione di ramo d’azienda comporti per il cedente in via automatica la perdita delle proprie qualificazioni. [B] Sul procedimento di verifica dell’anomalia dell’offerta. [C] Sulle spese generali. [D] Se l’art. 83, comma 8, D. Lgs. n. 50/2016 faccia riferimento ai requisiti minimi previsti per concorrere allo specifico appalto o ai requisiti posseduti in astratto ed in termini assoluti dalle imprese raggruppate.
Consiglio di Stato, Sezione V, 10 agosto 2020
[A] Se la carenza dei requisiti di minima determini l’esclusione o sia suscettibile di sanatoria postuma. [B] Se sia applicabile il principio di equivalenza alle specifiche tecniche a carattere “condizionante”
TAR Piemonte, Sezione I, 4 agosto 2020
[A] Se la prescrizione sul numero massimo delle pagine della relazione tecnica allegata all’offerta sia a pena di esclusione. [B] Sulla discrezionalità tecnica della Commissione di gara in ordine alle valutazioni delle offerte tecniche. [C] Se la motivazione per relationem alle giustificazioni rese dall’impresa offerente sia sufficiente in caso di positiva valutazione di congruità della presunta offerta anomala. [D] Se il mancato rispetto dei minimi salariali comporti sempre l’esclusione dell’offerente. [E] Sul valore statistico-indicativo del costo del lavoro indicato nelle tabelle ministeriali.
T.R.G.A. BZ, 20 luglio 2020
[A] Sull’interpretazione delle norme che disciplinano le cause di esclusione della gara. [B] Sulla nozione di “operatore economico”. [C] Sulla sindacabilità delle scelte dell'amministrazione appaltante relativamente ai criteri di valutazione delle offerte e, in particolare, alla disaggregazione eventuale del singolo criterio valutativo in sub-criteri,. [D] Sull’inidoneità delle linee guida ANAC n. 2 del 2016 e s.m. in tema di offerta economicamente più vantaggiosa a rappresentare un parametro di legittimità delle determinazioni adottate dalle singole stazioni appaltanti.
TAR Veneto, Sezione III, 13 luglio 2020
[A] Sulla funzione di parametro di riferimento delle tabelle ministeriali recanti il costo della manodopera. [B] Se lo scostamento dalle tabelle ministeriali recanti il costo della manodopera comporti un giudizio di inattendibilità dell’offerta. [C] Se le valutazioni statistiche e le analisi aziendali possano giustificare lo scostamento dai valori delle tabelle ministeriali. [D] Se in caso di inadeguatezza della verifica di congruità per carenze istruttorie, accertata giudizialmente, debba essere disposta la regressione della procedura alla fase di verifica dell’anomalia. [E] Se la stazione appaltante possa escludere un concorrente per difformità da un presunto requisito minimo non espressamente stabilito dalla lex specialis di gara. [F] Se l’annullamento di un provvedimento amministrativo per vizi formali consenta di accogliere la domanda di risarcimento del danno.
TAR Piemonte, Sezione I, 5 luglio 2020
[A]. Sull’ammissibilità della rettifica delle offerte. [B] Sull’applicabilità delle regole civilistiche all’offerta. [C] Se la trasmissione della documentazione comprovante il possesso dei requisiti attraverso il sistema Avcpass costituisca l’unica modalità idonea per la prova dei requisiti. [D] Se la mancata produzione del PassOE sia sanabile mediante il soccorso istruttorio.
Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Sicilia, 20 luglio 2020
[A] Sul principio di equivalenza delle offerte. [B] Se sia legittima della clausola che prescrive la campionatura del prodotto a pena di esclusione.
TAR Emilia Romagna BO, Sezione I, 7 luglio 2020
[A] Sull’ordine di trattazione dei motivi di gravame da parte del Giudice. [B] Se la commissione giudicatrice debba sempre operare nel “plenum” dei suoi componenti. [C] Sulla duplice valenza del principio del collegio perfetto in relazione alla commissione giudicatrice. [D]Sul dovere della Stazione appaltante di applicazione delle disposizioni di gara anche qualora siano illegittime. [E] Sui limiti della discrezionalità della Stazione appaltante nella redazione degli atti di gara. [F] Sulla funzione della certificazione di qualità quale requisito di partecipazione ad una gara.
TRGA TN, 30 giugno 2020
[A] Sulle scelte della Stazione appaltante in merito ali contenuto della lex specialis. [B] Se sia derogabile il requisito del possesso di determinati codici ATECO previsto dalla lex specialis. [C] Sulla configurabilità del profilo sintomatico dello sviamento di potere. [D] Sulla legittimazione a ricorrere del concorrente escluso da una gara.
TAR Sardegna, Sezione II, 6 luglio 2020
[A] Se sia possibile omettere l’indicazione separata dei costi della manodopera, ovvero procedere all’integrazione successiva in sede di soccorso istruttorio. [B] Sulla compatibilità degli “automatismi espulsivi” conseguenti al mancato rispetto delle previsioni di cui all’art. 95, comma 10, del D.Lgs. 50/2016. [C] Sull’eccezione alla regola dell’esclusione dalla gara per mancata indicazione separata degli oneri di sicurezza aziendale.
TAR Campania NA, Sezione V, 22 giugno 2020
[A] Sul termine per la costituzione della cauzione provvisoria in relazione alla data dell’eventuale successiva emissione della polizza in formato elettronico e dell’apposizione della firma digitale. [B] Sulla possibilità di sanare le irregolarità concernenti la cauzione provvisoria prestata nei termini previsti dalla lex specialis. [C] Sulla violazione della par condicio nel caso in cui sia consentito a un concorrente di presentare una cauzione provvisoria formata successivamente alla scadenza del termine per la presentazione della domanda.
TRGA TN, 16 giugno 2020
[A] Sulla natura e sull'impugnabilità del provvedimento di selezione e nomina del promotore. [B] Sul principio di continuità del possesso dei requisiti generali e speciali. [C] Sulle ipotesi in cui sono ravvisabili censure nuove. [D] Sul principio di corrispondenza fra chiesto e pronunciato e sul potere di qualificazione giuridica dei fatti ad opera del giudice.
TAR Liguria, Sezione I, 6 giugno 2020
[A] Sulla mancanza dei requisiti essenziali di carattere tecnico fissati nel bando, nel disciplinare o nel capitolato, dei prodotti o servizi offerti in sede di gara. [B] Sui criteri di interpretazione della lex specialis di gara. [C] Sui presupposti legittimanti l’annullamento d’ufficio o della revoca dell’aggiudicazione e degli altri atti della procedura di evidenza pubblica.
Consiglio di Stato, Sezione V, 4 giugno 2020
[A] Se la mancanza della dichiarazione d’obbligo dell’ausiliaria nei confronti della stazione appaltante sia sanabile mediante il soccorso istruttorio. [B] Sulla linea di demarcazione ai fini del soccorso istruttorio tra “regolarizzazione documentale” ed “integrazione documentale”. [C] Se sia necessaria la data certa della documentazione da allegare alla richiesta di avvalimento.
TAR Puglia LE, Sezione III, 8 giugno 2020
[A] Sulla differenza tra l’avvalimento di garanzia e l'avvalimento tecnico-operativo. [B] Sulla nullità del contratto di avvalimento di tipo tecnico-operativo. [C] Se sia ammissibile il soccorso istruttorio in relazione al contratto di avvalimento. [D] Se la correzione di un errore materiale nell’offerta da parte dell’operatore economico violi il principio generale della immodificabilità dell’offerta. [E]. Se debba essere impugnato immediatamente il bando di gara che non consenta la formulazione di un'offerta seria.
TAR Lazio RM, Sezione III, 26 maggio 2020
[A] Sulla funzione del campione del prodotto. [B] Se il principio di tassatività delle cause di esclusione si applichi alle prescrizioni relative alla conformità dell’offerta alle prescrizioni tecniche. [C] Sulle ipotesi rientranti nelle clausole immediatamente escludenti.
TAR Campania NA, Sezione II, 8 maggio 2020
Se nella gara per l’affidamento dei servizi inerenti le entrate comunali sia legittima la previsione del requisito dell'iscrizione all'albo di cui all'articolo 53, comma 1, D. Lgs. n. 446 del 1997 in assenza del maneggio del denaro pubblico
T.R.G.A. BZ, 14 maggio 2020
[A] Sulle conseguenze derivanti dal superamento dei limiti dimensionali previsti dal disciplinare di gara. [B] Sulla prevalenza del criterio dell'interpretazione letterale.
TAR Emilia Romagna BO, Sezione II, 12 maggio 2020
[A] Se la CNA Servizi s.r.l. in difetto dell'iscrizione all’Albo dei consulenti del lavoro possa partecipare alla gara per l'affidamento del servizio di elaborazione paghe. [B] Sul principio di “neutralità” della forma giuridica ai fini della partecipazione alle gare pubbliche. [C] Se si applichi il principio di rotazione qualora la stazione appaltante non limiti il numero di operatori economici tra i quali effettuare la selezione.
TAR Lazio RM, Sezione III, 11 maggio 2020
[A] Se il possesso totalitario in capo alla controllante del capitale sociale della controllata determini un rapporto di immedesimazione. [B] Se via siano deroghe alla disciplina dell’avvalimento in ragione del rapporto di collegamento societario tra ausiliante e ausiliaria. [C] Sulla qualificazione del fatturato specifico come requisito tecnico o economico-finanziario. [D] Sulla differenza fra avvalimento tecnico od operativo e avvalimento di garanzia. [E] Se l’incompletezza del contratto di avvalimento possa essere superata mediante il ricorso al soccorso istruttorio. [F] Se la segnalazione all’Anac sia un atto impugnabile.
T.R.G.A. TN, 14 maggio 2020
[A] Sulla possibilità o meno di definire il giudizio ai sensi dell’art. 60 c.p.a. con omissione di ogni avviso in base al D.L. n. 18/2020. [B] Sull’art. 34 del D. Lgs. 50/2016 in materia di CAM. [C] Sul principio di tassatività delle cause di esclusione. [D] Se la mancata produzione della documentazione attestante il rispetto dei CAM possa determinare l’esclusione dell’impresa dalla gara. [E] Sul vizio di eccesso di potere per sviamento.
Consiglio di Stato, Sezione V, 4 maggio 2020.
[A] Sui casi in cui è ammessa la partecipazione mediante R.T.I. verticale. [B] Sui casi in cui è ammessa la partecipazione mediante R.T.I. orizzontale e misto. [C] Se sia legittima la previsione della lex specialis che preclude la partecipazione alla gara mediante R.T.I. orizzontali o misti. [D] Se nel rito appalti sia applicabile il termine di impugnazione di 180 giorni previsto dall’art. 31 c.p.a.
TAR Lazio RM, Sezione III quater, 4 maggio 2020
[A] Se l’identificazione del settore di operatività dell’impresa debba essere condotta sulla base del codice ATECO risultante dalla certificazione camerale. [B] Se i contratti di affitto d'azienda possano valere a sanare la mancanza nell'oggetto sociale dell'attività oggetto di gara.
Consiglio di Stato, Sezione V, 8 maggio 2020
[A] Su cosa debba intendersi per referenze bancarie che, in base alla lettera di invito di una procedura negoziata, debbono essere rilasciate “in data successiva a quella di pubblicazione del bando di gara”. [B] Sul contenuto delle referenze bancarie e se debbano riferirsi alla consistenza economica e finanziaria dei concorrenti. [C] Se sia perentorio il termine di 7 giorni assegnato in sede di soccorso istruttorio comprensivo di giorni festivi e prefestivi.
T.A.R. Calabria CZ, Sezione III, 22 aprile 2020
[A] Sull'esclusione dalla gara del concorrente iscritto nel registro CCIAA per attività non coerenti con l’oggetto dell’appalto. [B] Se ai fini della valutazione della corrispondenza tra l’iscrizione alla CCIAA e l’oggetto dell’appalto l'identificazione dell'attività prevalente può essere basata solo sui codici ATECO.
TAR Abruzzo AQ, Sezione I, 17 aprile 2020
[A] Sul principio di rotazione. [B] Sulla funzione del PEF. [C] Se la mancanza del PEF sia sanabile mediante il soccorso istruttorio. [D] Se sia esigibile che più dichiarazioni contenute nella medesima busta siano accompagnate, ciascuna, da una copia del documento di identità.
TAR Sicilia CT, Sezione III, 30 marzo 2020
[A] Sulla natura del bando di gara. [B] Se sia ammissibile l’offerta tecnica senza suddivisione secondo gli elementi ed i sub-elementi che concorrono all’attribuzione dei punteggi. [C] Se la presentazione di un documento in lingua inglese determini l’esclusione o l’esercizio del soccorso istruttorio.
Consiglio di Stato, Sezione III, 20 marzo 2020
[A] Se un requisito oggetto di valutazione possa considerarsi di esecuzione del contratto e non di ammissione alla gara. [B] Sul potere di interpretazione e di correzione delle offerte. [C] Se la Commissione di gara debba verificare l’attendibilità di quanto indicato dai concorrenti in sede di offerta.
Consiglio di Stato, Sezione V, 27 marzo 2020.
[A] Sulla giurisprudenza comunitaria in materia di soccorso istruttorio relativo ad elementi dell’offerta. [B] Sull’onere della prova in ordine all’equivalenza dell’offerta. [C] Se il procedimento di verifica dell'anomalia debba necessariamente risolversi in un'unica fase.
TAR Lombardia BS, Sezione I, 9 marzo 2020
[A] Se la presentazione della garanzia provvisoria solo per la mandataria e non anche per la mandante comporti l’esclusione dalla gara. [B] Se le dichiarazioni del legale rappresentante riferite ai soggetti investiti di poteri gestionali soddisfino l’obbligo informativo minimo. [C] Se il D. Lgs. 50/2016 preveda una competenza esclusiva del RUP con riguardo alla verifica di anomalia. [D] Ancora sulla distinzione fra i minimi previsti salariali ed il costo orario medio riportato nelle tabelle ministeriali e su alcuni costi derogabili. [E] Sul principio di rotazione.
Consiglio di Stato, Sezione V, 17 marzo 2020
[A] Sulla funzione del codice risultante dall’iscrizione camerale. [B] Rimessione all’Adunanza Plenaria delle risposte a due quesiti sull’avvalimento.
Consiglio di Stato, Sezione III, 4 marzo 2020
[A] Sul concetto di “grave illecito professionale” e sull’obbligo informativo ai sensi dell’art. 80 D. Lgs. n. 50/2016. [B] Se il limite temporale dei tre anni previsto dall’art. 80, comma 10, D. Lgs. n. 50/2016 si applichi anche al potere di esclusione dell’operatore economico ai sensi del comma 5, lett. c, del medesimo art. 80. [C] Se sia invocabile il soccorso istruttorio allorquando il concorrente abbia omesso la dichiarazione di un episodio astrattamente rilevante ai fini della valutazione della propria affidabilità professionale. [D] Se l'estinzione del reato (che consente di non dichiarare l'emanazione del relativo provvedimento di condanna) si determini in modo automatico per il decorso del tempo. [E] Sul discrimen tra subappalto e subaffidamento. [F] Sull’automatismo escludente per la violazione dell’obbligo informativo sul subappaltatore alla luce del recente pronunciamento della Corte di Giustizia UE.
Consiglio di Stato, Sezione V, 9 marzo 2020.
[A] Se i requisiti di capacità tecnica e professionale debbano intendersi a pena di esclusione anche in assenza di un’esplicita clausola del bando. [B] Se l’iscrizione ad un albo professionale sia suscettibile di avvalimento (nella specie, all’albo delle imprese che gestiscono il servizio di trasporto scolastico).
TAR Toscana, Sezione I, 6 marzo 2020
[A] Se sia impugnabile il parere non vincolante dell’ANAC. [B] Se operi la competenza funzionale del TAR Lazio in caso di impugnazione del parere non vincolante dell’ANAC. [C] Se sia ammissibile il soccorso istruttorio nell’ipotesi di sottoscrizione dell’offerta da parte di alcuni e non tutti i componenti del raggruppamento.
Consiglio di Stato, Sezione V, 28 febbraio 2020
[A] Se nel processo amministrativo sia tempestivo il deposito telematico della memoria oltre le ore 12 ma entro le ore 24. [B] Sulle variazioni dal progetto che determinano una difformità dell’offerta passibile di sanzione espulsiva. [C] Se il superamento dei limiti redazionali possa determinare l’esclusione dell’offerta. [D] Sui presupposti per l’esercizio del diritto di accesso difensivo.
TAR Lazio RM, Sezione I quater, 12 febbraio 2020
[A] Se l’indicazione delle qualifiche del personale nell'offerta tecnica e non, come prescritto dalla lex specialis, nel Modello di offerta economica, determini l'esclusione del concorrente. [B] Sull'organo competente alla verifica dell’anomalia dell'offerta.
TAR Lazio RM, Sezione II ter, 10 febbraio 2020
[A] Principi giurisprudenziali in tema di valutazione dell’anomalia dell’offerta. [B] Se le carenze in ordine alle referenze bancarie siano suscettibili di soccorso istruttorio. [C] Se il termine assegnato ai fini del soccorso istruttorio ai sensi dell’art. 83, comma 9, D. Lgs. n. 50/2016 sia perentorio.
T.R.G.A. BZ, 4 febbraio 2020
[A] Se l’accoglimento del ricorso incidentale escludente precluda l’esame del ricorso principale. [B] Sul principio di tassatività delle cause di esclusione con riferimento ai requisiti minimi di carattere tecnico richiesti per la partecipazione. [C] Sulle soluzioni migliorative ammissibili nella gara con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. [D] Se un requisito tecnico minimo dell’offerta possa essere integrato successivamente all’aggiudicazione.
Consiglio di Stato, Sezione V, 24 gennaio 2020
[A] Sui criteri di interpretazione delle clausole del bando di gara. [B] Sulle differenze tra il subappalto e le ipotesi di cui all’art. 105, comma terzo, lett. c- bis, D. Lgs. 50/2016. [C] Principi giurisprudenziali in materia di verifica di congruità dell’offerta.
Consiglio di Stato, Sezione III, 22 gennaio 2020
[A] Sulla decorrenza del termine previsto dall’art. 120, comma 2 bis, D. Lgs. n. 50/2016 nel testo vigente ratione temporis e se rilevi il mancato esercizio del diritto di accesso da parte dell’interessato. [B] Se il fatturato debba considerarsi un requisito economico-finanziario o tecnico-operativo, con conseguenti riflessi sulla tipologia di avvalimento richiesto, di garanzia od operativo.
Consiglio di Stato, Sezione V, 16 gennaio 2020
[A] Sulla decorrenza del termine di impugnazione di cui all’art. 120, comma 2 bis, c.p.a. [B] Se, a fronte della prescrizione del bando per cui i requisiti di capacità tecnico-professionale “dovranno essere posseduti da tutti i membri di detti operatori economici”, detti requisiti debbano essere posseduti per intero siano frazionabili. [C] Sui chiarimenti forniti dalla stazione appaltante. [D] Sulla distinzione tra la mancata costituzione e la invalidità o irregolarità della garanzia provvisoria. [E] Se la mancata presentazione della cauzione provvisoria sia suscettibile di soccorso istruttorio. [F] Sulla differenza ai fini del soccorso istruttorio tra cauzione provvisoria mancante e irregolare. [G] Sulla differenza ai fini della perentorietà del termine di cui all’art. 83, comma 9, del D. Lgs. n. 50 del 2016, tra soccorso istruttorio concesso prima e dopo l’aggiudicazione. [H] Sui presupposti dell’accesso difensivo ai sensi dell’art. 53 D. Lgs. n. 50 del 2016.
TAR Sardegna, Sezione II, 20 gennaio 2020
[A] Sulla differenza tra avvalimento operativo e avvalimento di garanzia. [B] Se il rispetto della lunghezza della relazione tecnica possa essere prescritto a pena di esclusione.
TAR Lombardia MI, Sezione IV, 10 gennaio 2020
[A] Ancora sulla tempestività del ricorso contro l’ammissione di altro concorrente divenuta definitiva ai sensi dell’art. 120, comma 2 bis, c.p.a., proposto dopo l’abrogazione di detta norma. [B] Se siano sanabili mediante soccorso istruttorio le omissioni dichiarative. [C] Se la ricorrente debba provare in giudizio la congruità della propria offerta per poter contestare quella dell’avversaria. [D] Se sia corretto in sede di verifica di congruità raffrontare tra loro le offerte in gara.
TAR Sicilia CT, Sezione I, 13 gennaio 2020
[A] Se sia tempestivo il ricorso contro l’ammissione di altro concorrente divenuta definitiva ai sensi dell’art. 120, comma 2 bis, c.p.a., proposto dopo l’abrogazione di detta norma. [B] Se sia applicabile l’art. 120, comma 2 bis, c.p.a. in caso di contestazione dell’ammissione dell’offerta in sé. [C] Sui casi in cui è ammesso il soccorso istruttorio in relazione all’offerta. [D] Sull’esclusione del concorrente in caso di mancata indicazione della terna dei subappaltatori. [E] Se la mancata indicazione della terna dei subappaltatori sia motivo di esclusione in caso di indicazioni di segno opposto della lex specialis. [F] Sulle ipotesi in cui è configurabile un’offerta condizionata.
TAR Sardegna, Sezione I, 10 gennaio 2020
[A] Se la mancata presentazione della cauzione provvisoria sia causa di esclusione. [B] Sui presupposti di ammissibilità del soccorso istruttorio nei casi di invalidità o irregolarità della cauzione provvisoria.
TAR Veneto, Sezione III, 7 gennaio 2020
[A] Sulla rilevanza di ulteriori adempimenti istruttori ai fini della decorrenza del termine di impugnazione. [B] Se il concorrente definitivamente escluso sia legittimato a ricorrere contro l’aggiudicazione in favore di un altro soggetto. [C] Se sia ammissibile la sostituzione del centro cottura indicato nell’offerta tecnica.
TAR Campania NA, Sezione III, 7 gennaio 2020
[A] Se debba essere esaminato il ricorso principale in caso di accoglimento del ricorso incidentale escludente. [B] Se il requisito del fatturato specifico sia acquisibile mediante avvalimento operativo o di garanzia. [C] Sulla sorte del contratto di avvalimento in violazione delle previsioni relative al requisito dell’esperienza professionale pertinente ed all’obbligo dell’ausiliaria di esecuzione diretta della prestazione. [D] Sulle conseguenze derivanti dall’accoglimento del ricorso principale e incidentale escludenti.
Consiglio di Stato, Sezione III, 27 dicembre 2019
[A] Ancora sulla decorrenza del termine per proporre ricorso ex art. 120, comma 2 bis, c.p.a. nel testo vigente ratione temporis. [B] Sulla certificazione ISO 9001 e se sia causa di esclusione la non coincidenza tra la descrizione dei servizi contenuta nel bando di gara e quella riportata nella certificazione di qualità esibita dalla concorrente. [C] Sul principio del favor partecipationis. [D] Se occorra la separata enunciazione dei punteggi attribuiti dai singoli Commissari o sia invece sufficiente l’attribuzione del voto complessivo finale.
Consiglio di Stato, Sezione V, 27 dicembre 2019
[A] Sulla decorrenza del termine di impugnazione dei provvedimenti di ammissione e di esclusione ai sensi dell’art. 120, comma 2, bis, c.p.a. e dell’art. 29 del D. Lgs. n. 50 del 2016 nei testi applicabili ratione temporis. [B] Se, ai fini della decorrenza del termine di impugnazione, rilevi la presenza alla seduta di ammissione ed alle sedute successive del legale rappresentante della ricorrente o di suo delegato. [C] Sul contenuto del contratto di avvalimento cd, operativo e sull’ammissibilità del soccorso istruttorio.
TAR Sicilia CT, Sezione I, 24 dicembre 2019
[A] Se il difetto parziale di sottoscrizione dell’offerta sia suscettibile di soccorso istruttorio. [B] Se l’aggiudicazione definitiva possa perfezionarsi mediante il silenzio assenso. [C] Se l’aggiudicazione faccia insorgere il rapporto obbligatorio tra ente appaltante ed operatore economico. [D] Sul momento dal quale opera il principio di invarianza della soglia di anomalia codificato dall’art. 95, comma 15, D. Lgs. n. 50/2016.
T.A.R. Campania SA, Sezione I, 16 dicembre 2019
[A] Sul carattere vincolante del bando di gara anche nei confronti della stazione appaltante. [B] Sull’efficacia integrativa del contratto ai sensi dell’art. 32, comma 14 bis, D. Lgs. 50/2016, dei capitolati e del computo estimativo metrico. [C] Sul principio di tassatività delle cause di esclusione nelle gare pubbliche. [D] Sulla diversa rilevanza del computo metrico negli appalti a corpo e a misura. [E] Sulla rilevanza del cronoprogramma. [F] Sul risarcimento del danno in forma specifica. [G] Sul risarcimento del danno per equivalente pecuniario.
Consiglio di Stato, Sezione V, 23 dicembre 2019
[A] Se la copia autentica del contratto di avvalimento prevista dall’art. 89, comma 1, D. Lgs. 50/2016 possa essere resa mediante dichiarazione sostitutiva ex art. 47 D.P.R. n. 445/ 2000. [B] Se la carenza del contratto di avvalimento in originale o in copia autentica sia sanabile mediante il soccorso istruttorio. [C] Principi giurisprudenziali in materia di illeciti professionali ai sensi dell’art. 80, comma 5, lett. c, D. Lgs. 50/2016. [D] Se la misura cautelare adottata nei confronti del legale rappresentante dell’ausiliaria sia causa di esclusione dell’aggiudicataria. [E] Se l’attestazione SOA debba essere prodotta in originale o in copia autentica.
T.R.G.A. TN, 19 dicembre 2019
[A] Sulla differenza tra servizio “analogo” e servizio “identico”. [B] Sull'avvalimento operativo. [C] Se il requisito dei servizi analoghi rientri nell’alveo di quelli di capacità economico-finanziaria o tecnico-professionale e sugli elementi negoziali atti a corroborarne l'avvalimento.
Consiglio di Stato, Sezione V, 23 dicembre 2019
[A] Se l'allegazione di una scheda tecnica dell'offerta definita essenziale dalla lex specialis debba intendersi a pena di esclusione. [B] Se ai sensi dell'art. 77 D. Lgs. 50/2016 la competenza richiesta ai commissari debba essere riferita a specifiche attività oggetto dell'appalto. [C] Se sia richiesta la perfetta corrispondenza tra la competenza dei membri della commissione e gli ambiti del complessivo oggetto del contratto.
T.A.R. Lazio RM, Sezione II bis, 23 dicembre 2019
[A] Sul contratto di apprendistato ai fini della valutazione dell'anomalia dell'offerta. [B] Sul principio di immodificabilità dell’offerta economica ex art. 83, comma 9, D. Lgs. n. 50 dal 2016. [C] Sull'abrogazione del rito c.d. “superaccelerato” disciplinato dall’art. 120, co. 2-bis e 6-bis, c.p.a. [D] Sulle categorie scorporabili “a qualificazione non obbligatoria” ai sensi dell’art. 92, commi 3 e 7 del D.P.R. n. 207 del 2010 in relazione alla partecipazione alla gara di appalto. [E] Sulla definitività dell'accertamento tributario contestato con l'avviso bonario ex art. 36 bis del D.P.R. n. 600 del 1973.
TAR Campania NA, Sezione IV, 3 dicembre 2019
[A] Se la mancanza delle dichiarazioni dei dirigenti dell’impresa affittante, prescritte a pena di esclusione, escluda il soccorso istruttorio. [B] Se il fallimento della società affittante determini la perdita dei requisiti morali in capo agli amministratori della società affittuaria.
TAR Toscana, Sezione III, 16 dicembre 2019
[A] Se l’abrogazione dell’art. 120, comma 2 bis, c.p.a. si estenda all’ipotesi in cui, prima dell’entrata in vigore del d.l. n. 32/2019, si siano consolidati gli effetti dell’atto di ammissione alla gara della controinteressata. [B] Se il contratto di affitto di azienda di durata inferiore a quella del contratto di appalto da eseguire, ma comunque superiore a tre anni, sia idoneo a far acquisire al concorrente i requisiti altrimenti non posseduti.
Consiglio di Stato, Sezione III, 11 dicembre 2019
[A] Se sia legittima la sanzione espulsiva per la mancanza dei requisiti dell’offerta tecnica in difetto della comminatoria di esclusione. [B] Se vada comunque escluso il concorrente che non abbia osservato una prescrizione del bando di gara prevista a pena di esclusione.
TAR Lazio RM, Sezione II quater, 10 dicembre 2019
[A] Se, a seguito dell’arresto della Corte UE del settembre 2019, in presenza di una procedura di gara impugnata sia con ricorso principale che con ricorso incidentale tendenti alla reciproca esclusione degli istanti dalla procedura di gara, il Giudice interno debba esaminare entrambi i ricorsi. [B] Sulla rilevanza dell’applicazione di una misura interdittiva nei confronti di uno dei soggetti di cui all’art. 80, comma 3, D. Lgs. 50/2016. [C] Se sia necessaria la motivazione rafforzata qualora la stazione appaltante decida di ammettere un concorrente. [D] Se l’iscrizione all’Albo delle imprese di pulizia sia suscettibile di soccorso istruttorio.
Consiglio di Stato, Sezione V, 9 dicembre 2019
[A] Sulla competenza territoriale del TAR in caso di appalto articolato in più lotti riguardanti più regioni. [B] Se, ove il disciplinare richieda la disponibilità della struttura logistica, sia sufficiente l’accordo con un soggetto, diverso dal proprietario della struttura, che dichiari di averne la disponibilità.
Consiglio di Stato, Sezione V, 4 dicembre 2019
[A] Se l’art. 93, comma 3, D. Lgs. n. 50/2016 si applichi alla dichiarazione di impegno a rilasciare la garanzia definitiva. [B] Se sia ammissibile il soccorso istruttorio in caso di mancata allegazione all’offerta della cauzione provvisoria o della dichiarazione di impegno a rilasciare la garanzia definitiva. [C] Se ai fini del soccorso istruttorio la cauzione provvisoria presentata in sanatoria debba essere di data anteriore al termine per la presentazione delle domande di partecipazione.
TAR Lazio RM, Sezione II quater, 2 dicembre 2019
[A] Sull’abrogazione del rito super accelerato di cui all’art. 120 co. 2 bis e 6 bis CPA. [B] Se gli adempimenti necessari alla elaborazione delle buste paga siano riservati agli iscritti agli albi professionali di cui all'articolo 1 della l. n. 12 del 1979. [C] Se la riserva in favore degli iscritti agli albi professionali di cui all'articolo 1 della l. n. 12 del 1979 sia compatibile con la normativa comunitaria. [D] Se ai fini della riserva in favore degli iscritti agli albi professionali di cui all'articolo 1 della l. n. 12 del 1979 rilevi la qualità o l’entità delle attività richiedenti il possesso di specifiche nozioni lavoristico-previdenziali. [E] Se in caso di esternalizzazione del servizio soddisfi le condizioni prescritte dall'articolo 1 della l. n. 12 del 1979 la presenza del socio in possesso del titolo di dottore commercialista. [F] Sull’art. 105, comma 3, lett. a), del D. Lgs. n. 50/2016.
Consiglio di Stato, Sezione V, 15 novembre 2019
[A] Sul certificato della camera di commercio come requisito di idoneità professionale e sulla tendenziale corrispondenza contenutistica con l’oggetto dell’appalto. [B] Sulla rilevanza dei codici ATECO ai fini dell’accertamento della coerenza delle attività riportate nel certificato camerale con l’oggetto del contratto di appalto.
TAR Lazio RM, Sezione III quater, 18 novembre 2019
Sulla previsione dell’art. 83, comma 8 del D. Lgs. 50/2016 in ordine al possesso dei requisiti della mandataria in misura maggioritaria e sull’applicabilità del principio dell’eterointegrazione del bando di gara
TAR Abruzzo PE, Sezione I, 11 novembre 2019
[A] Sulla necessità dei componenti il costituendo RTI di sottoscrivere, oltre che la domanda di partecipazione, anche le offerte, tecnica ed economica. [B] Sull’ammissibilità del soccorso istruttorio per la mancata sottoscrizione dell’offerta da parte di tutti i componenti del RTI costituendo. [C] Se sia ammissibile la ratifica per sanare la mancanza del mandato collettivo in favore della mandataria.
Consiglio di Stato, Sezione V, 12 novembre 2019
[A] Se la lett. f bis dell’art. 80, comma 5, D. Lgs. 50/2016, abbia carattere innovativo. [B] Se tra le condanne rilevanti ai sensi dell’art. 80, comma 3, D. Lgs. 50/2016, vadano incluse, oltre a quelle elencate ai commi 1 e 2, anche quelle comunque incidenti, ai sensi del comma 5, sull’affidabilità dell'impresa. [C] Se sia utilizzabile il soccorso istruttorio con riferimento a dichiarazioni mancanti. [D] Se l’esclusione da una gara postuli la previa comunicazione di avvio del procedimento.
Consiglio di Stato, Sezione V, 4 novembre 2019
[A] Sulla motivazione dell’ammissione di un concorrente. [B] Se ai fini dell’esclusione per grave errore professionale sia positivamente valutabile anche la condotta posteriore alla commissione dell’illecito. [C] Se sia ammissibile il soccorso istruttorio in relazione all’indicazione della terna dei subappaltatori. [D] Se sussista l’obbligo di corrispondenza tra quote di partecipazione e quote di esecuzione delle imprese associate al RTI. [E] Se sia sintomatico della sottostima delle spese generali l’indicazione in misura inferiore al dato consolidato per prassi nei lavori pubblici e al dato normativo.
Consiglio di Stato, Sezione V, 4 novembre 2019
[A] Se in caso di avvalimento ad abundantiam sia rilevante la perdita dei requisiti in corso di gara dell’ausiliaria. [B] Sul principio di continuità dei requisiti di partecipazione.
TAR Toscana, Sezione III, 30 ottobre 2019
[A] Sull’entrata in vigore della normativa che ha abrogato il rito c.d. “superaccelerato” disciplinato dall’art. 120 co. 2-bis e 6-bis c.p.a. [B] Sull’effetto “paralizzante” del ricorso incidentale secondo la più recente giurisprudenza della Corte UE. [C] Se per gli affidamenti di servizi e forniture sussista una necessaria corrispondenza tra requisiti di qualificazione, quote di prestazione e quote di esecuzione riferibili ai componenti un raggruppamento. [D] Se l’avvalimento c.d. “operativo” possa riferirsi anche al possesso del fatturato specifico.
Consiglio di Stato, Sezione III, 6 novembre 2019
[A] Se sia ammissibile l’impugnazione dell’ammissione della controinteressata ove l’amministrazione non si sia ancora determinata in ordine alla valutazione dei requisiti generali. [B] Se in caso di affitto del ramo d’azienda la validità del contratto debba coprire l’intera durata dell’appalto per la spendita del fatturato specifico. [C] Se in caso di risoluzione dei contratti ad esecuzione periodica le prestazioni in precedenza eseguite siano valorizzabili ai fini della integrazione del requisito del fatturato.
TAR Lazio RM, Sezione II ter, 28 ottobre 2019
[A] Sulla differenza tra oneri della sicurezza da rischio interferenziale e oneri della sicurezza aziendali e sulle relative fonti normative. [B] Se l’appalto avente ad oggetto la fornitura e gestione di una piattaforma informatica sia qualificabile come servizio di natura intellettuale non soggetto all’art. 95, comma 10, D. Lgs. n. 50/16. [C] Se siano nulle le clausole del disciplinare di gara che prevedono l’esclusione per la mancata specifica indicazione dei costi aziendali della sicurezza per i servizi di natura intellettuale.
T.A.R. Veneto, Sezione III, 1° ottobre 2019
[A] Se sia applicabile il rito “superaccelerato” ai sensi dell’art. 120, commi 2 bis e 6 bis c.p.a. in caso di esclusione per carenza di elementi essenziali dell’offerta. [B] Sull’obbligo di sottoscrizione a pena di esclusione dalla gara da parte di tutti i componenti di RTI non solo della domanda di partecipazione, ma anche dell’offerta tecnica e di quella economica. [C] Se sia applicabile il soccorso istruttorio in caso di mancanze formali afferenti all’offerta tecnica e all’offerta economica. [D] Se, in caso di RTI costituendo la polizza fideiussoria debba essere intestata a tutti i componenti.
T.R.G.A. TN, 1° ottobre 2019
[A] Sulle differenze tra avvalimento operativo e avvalimento di garanzia. [B] Sulle caratteristiche dell'avvalimento riguardante l'attestazione SOA. [C] Se le carenze del contratto di avvalimento siano sanabili mediante il soccorso istruttorio.
TAR Lazio, Sezione III quater, 24 settembre 2019
[A] Se i servizi assicurativi siano riconducibili alla categoria dei “servizi di natura intellettuale” esentati dagli obblighi dichiarativi previsti dall’art. 95, comma 10, D. Lgs. 50/1026. [B] Se sia ammissibile il ricorso al soccorso istruttorio disciplinato dall’art. 83, comma 9, D. Lgs. 50/2016 nel caso di mancata indicazione in sede di offerta dei costi della sicurezza.
Consiglio di Stato, Sezione V, 25 settembre 2019
[A] Sulla qualificazione dell’iscrizione camerale come requisito di idoneità professionale. [B] Se sia necessaria una corrispondenza completa tra le risultanze dell’iscrizione alla Camera di Commercio e l’oggetto del contratto d’appalto. [C] Se ai fini dell’individuazione della tipologia d’azienda rilevi quanto riportato nell’oggetto sociale indicato nell’atto costitutivo o nello statuto societario.
T.A.R. Lombardia MI, Sezione II, 16 settembre 2019
[A] Se la stazione appaltante abbia uno spazio deliberativo autonomo sui requisiti di capacità tecnico-professionale da richiedere ai concorrenti. [B] Se il fatturato analogo sia un requisito di natura finanziaria o tecnica. [C] Sulle prestazioni da considerarsi “analoghe”.
TAR Lazio RM, Sezione III quater, 2 settembre 2019
[A] Se la stazione appaltante possa imporre come requisito di partecipazione l’applicazione di un determinato contratto collettivo nazionale di lavoro. [B] Sul valore delle tabelle ministeriali nell’ambito del giudizio di anomalia dell’offerta. [C] Sulla natura e sul sindacato giurisdizionale del giudizio di anomalia dell’offerta.
T.A.R. Veneto, Sezione I, 4 settembre 2019
[A] Sull’applicazione del rito “ordinario” ex art. 120, commi 1 e 6 c.p.a. in caso di cumulo di impugnazioni dell’esclusione dalla gara e dell’aggiudicazione. [B] Sulla natura perentoria del termine entro cui adempiere alle richieste di regolarizzazione nell’ambito del procedimento di “soccorso istruttorio”. [C] Sui presupposti per l’attivazione del c.d. “soccorso istruttorio processuale”.
T.A.R. Piemonte, Sezione I, 5 settembre 2019
[A] Se sussista la giurisdizione esclusiva del G.A. con riguardo ad impugnativa avente ad oggetto la mancata disponibilità di una condizione di esecuzione dell’appalto. [B] Sulla valutazione di un requisito di esecuzione come elemento essenziale dell’offerta ai fini dell’aggiudicazione della gara.
T.A.R. Calabria CZ, Sezione, I, 26 luglio 2019
[A] Se l'art. 90 co. 25, l. n. 289/2002, che esprime il favor verso le associazioni sportive dilettantistiche nell'affidamento della gestione degli impianti pubblici debba ritenersi tuttora vigente. [B] Se sia legittima l’imposizione di capitale sociale delle ASD di €. 55.000,00. [C] Se l'illegittimità delle previsioni di gara eccessivamente restrittive sia esclusa dalla possibilità prevista dal bando per i concorrenti di partecipare in forma associata o di ricorrere all'avvalimento.
T.A.R. Campania SA, Sezione I, 26 luglio 2019
[A] Sull'interpretazione teleologica delle clausole di esclusione previste dal bando di gara. [B] Sulla pubblicazione del provvedimento di aggiudicazione ai fini della decorrenza del termine di impugnazione secondo la Corte UE. [C] Sull'avvalimento del requisito del fatturato specifico. [D] Sull'interpretazione dell'art. 89, commi 1 e 3, D. Lgs. 50/2016. [E] Se il concorrente che abbia impugnato il provvedimento di ammissione di un controinteressato, ovvero la propria esclusione, sia tenuto ad impugnare anche il provvedimento di aggiudicazione medio tempore intervenuto.
T.A.R. Sicilia PA, Sezione III, 29 luglio 2019
[A] Sulla presentazione della domanda di rinnovo della SOA entro od oltre il termine di 90 giorni prima della scadenza. [B] Sul principio di continuità del possesso del requisito di qualificazione.
Consiglio di Stato, Sezione V, 25 luglio 2019
[A] Se la pubblicazione sull’albo pretorio della delibera di aggiudicazione sia sufficiente a far decorrere il termine di impugnazione. [B] Sull’avvalimento di garanzia relativo ai requisiti di carattere economico–finanziario. [C] Se nell’avvalimento di garanzia sia necessaria l’indicazione dei beni patrimoniali messi a disposizione dell’ausiliata. [D] Sul requisito del possesso del certificato camerale e se sia necessaria una corrispondenza contenutistica tra le risultanze descrittive della professionalità dell’impresa e l’oggetto del contratto d’appalto.
Consiglio di Stato, Sezione V, 22 luglio 2019
[A] Se possa costituire motivo di esclusione la mancanza ovvero la presentazione di una cauzione provvisoria di importo insufficiente. [B] Se, decorso il termine di centottanta giorni di validità dell’offerta, possa essere esclusa dalla gara l’aggiudicataria che abbia provveduto in ritardo a confermare la propria offerta ed a rinnovare la cauzione provvisoria. [C] Sul requisito della presentazione di idonee referenze bancarie. [D] Sui limiti del potere della stazione appaltante di prevedere requisiti di capacità economico-finanziaria ulteriori rispetto a quelli stabiliti ex lege. [E] Se le referenze bancarie possano essere garanzie di solvibilità o di affidabilità nell’esecuzione dell'appalto. [F] Se l’esistenza di debiti insoluti con soggetti privati possa determinare l’esclusione del concorrente dalla gara
T.A.R. Piemonte, Sezione I, 25 luglio 2019
[A] Sulle fattispecie contrattuali non assoggettate all’onere di indicazione dei costi della manodopera ai sensi dell’art. 95, comma 10, D. Lgs. n. 50/2016 e, in particolare, sulla fornitura senza manodopera. [B] Sull'onere di indicazione dei costi della manodopera anche in difetto di espressa previsione del bando di gara. [C] Se possano considerarsi attività d’opera intellettuale l'installazione e l'aggiornamento del software delle macchine fornite, nonché quelle finalizzate alla loro connessione in rete. [D] Sulle ipotesi in cui, secondo la giurisprudenza comunitaria, è possibile sanare l’omissione dell'indicazione dei costi della manodopera con il soccorso istruttorio.
T.A.R. Lazio RM, Sezione II bis, 3 luglio 2019
Se sia legittima la prescrizione del bando di gara che richiede il possesso del fatturato specifico riferito a servizi “identici” – e non semplicemente analoghi - a quelli oggetto di gara.
Consiglio di Stato, Sezione III, 10 luglio 2019
[A] Sulla congruenza contenutistica tra le risultanze descrittive del certificato camerale e l’oggetto del contratto d'appalto. [B] Se è sufficiente che gli adempimenti non specificamente prescritti in capo alle singole imprese siano svolti dalla mandataria. [C] Sull’obbligo del sopralluogo negli appalti di servizi. [D] Sulla distinzione tra oneri di sicurezza da interferenza e oneri di sicurezza interni. [E] Sugli elementi da prendere in considerazione per la qualificazione del contratto di avvalimento.
Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana, 16 luglio 2019
[A] Se la mancata indicazione in sede di offerta dei costi della manodopera comporti necessariamente l’esclusione dalla gara qualora tale obbligo non sia riprodotto nel bando. [B] L’arresto della Corte UE sull’omessa indicazione nell’offerta dei costi della manodopera. [C] Sulle conseguenze derivanti dalla mancata indicazione nell’offerta dei costi della manodopera in un appalto privo di rilevanza transfrontaliera. [D] Sull’applicabilità del soccorso istruttorio in caso di omessa indicazione nell’offerta dei costi della manodopera.
T.A.R. Abruzzo PE, Sezione I, 2 luglio 2019
[A] Se il requisito della certificazione di qualità debba essere posseduto da tutte le imprese del raggruppamento temporaneo orizzontale. [B] Se sia possibile ricorrere all’avvalimento all’interno del raggruppamento temporaneo orizzontale per la dimostrazione del requisito della certificazione di qualità e se la mancanza, lacunosità o genericità del contratto di avvalimento siano colmabili con il soccorso istruttorio.
T.A.R. Lazio RM, Sezione II bis, 4 luglio 2019
[A] Sul giudice territorialmente competente a conoscere l’impugnazione degli atti di una gara di appalto di servizi suddivisa in più lotti. [B] Se l’omissione della firma dei partecipanti alla gara in una riunione temporanea costituenda su un elemento dell’offerta tecnica sia sanabile col soccorso istruttorio. [C] Principi generali in tema di soccorso istruttorio.
Consiglio di Giustizia Amministrativa della Regione Sicilia, 10 luglio 2019
[A] Se l’elencazione degli illeciti professionali prevista dall’art. 80, comma 5, lett. c), D. Lgs. n. 50/2016 nell’originaria formulazione abbia carattere tassativo o esemplificativo. [B] Sulla recente sentenza della Corte UE in ordine all’art. 80, comma 5, lett. c), D. Lgs. n. 50/2016 nell’originaria formulazione. [C] Se sia onere dei concorrenti dichiarare tutti gli illeciti professionali potenzialmente rilevanti. [D] Se l’omessa dichiarazione di un illecito professionale sia suscettibile di soccorso istruttorio.
T.A.R. Sicilia PA, Sezione II, 4 luglio 2019
[A] Se l’art. 42 D. Lgs. 50/2016 si applichi anche nella fase di progettazione. [B] Se l’art. 48, comma 3, D. Lgs. n. 50/2016, debba interpretarsi nel senso che i requisiti di qualificazione di un consorzio o di un’ATI si ottengono dalla sommatoria dei requisiti posseduti dai consorziati o dai partecipanti all’ATI. [C] Sull’obbligo del concorrente di specificare nell’offerta ai sensi dell’art. 48, comma 4, D. Lgs. n. 50/2016, le categorie dei lavori o le parti del servizio o della fornitura che saranno eseguite dai singoli operatori consorziati. [D] Se la doglianza avverso l’ammissione del concorrente per violazione dell’art. 48, comma 4, D. Lgs. 50/2016, sia soggetta al previgente art. 120, comma 2 bis, c.p.a. [E] Se l’omessa dichiarazione di cui all’art. 48, comma 4, D. Lgs. n. 50/2016, sia rimediabile mediante il soccorso istruttorio.
TAR Basilicata, Sezione I, 28 giugno 2019.
[A] Sul conferimento della delega alle altre imprese associate ai fini del compimento del sopralluogo prescritto dal bando di gara. [B] Se sia legittimo in base all’art. 83, co. 8, del D. Lgs. n. 50/2016 prescrivere il sopralluogo a pena di esclusione.
T.A.R. Emilia Romagna BO, Sezione II, 25 giugno 2019
[A] Sui requisiti di capacità tecnica e soggettivi in relazione alle prestazioni da affidarsi. [B] Se sia legittimo limitare la partecipazione ad una gara d’appalto alle sole imprese di assicurazione escludendo le società di mutuo soccorso.
T.A.R. Campania NA, Sezione II, 25 giugno 2019
[A] Se debba essere esclusa dalla gara l’offerta sottoscritta solo in calce e non su ogni pagina. [B] Sulla necessità di giustificare l’offerta basata su un costo del lavoro inferiore ai livelli economici minimi per i lavoratori del settore. [C] Sull’ammissibilità del soccorso istruttorio per supplire a carenze dell’offerta.
T.R.G.A. di Trento, Sezione Unica, 25 giugno 2019
[A] Sul requisito dell’iscrizione al registro delle imprese per attività adeguata a quella oggetto dell’appalto. [B] Se sia legittima l’esclusione dalla gara per difetto dei requisiti di idoneità professionale di cui all’art. 83, comma 1 lettera a), D. Lgs. n. 50/2016 di un’impresa il cui oggetto sociale risultante dall’iscrizione al registro delle imprese contempli soltanto una parte delle attività richieste per lo svolgimento del servizio.
T.A.R. Toscana, Sezione III, 26 giugno 2019
[A] Se siano suscettibili di soccorso istruttorio le omissioni dichiarative dei requisiti di professionalità e moralità dei soggetti di cui all’art. 80, comma 3, D. Lgs. 50/2016. [B] Sulla rilevanza secondo le Linee Guida ANAC delle condanne per reati diversi da quelli di cui all’art. 80, comma 1, D. Lgs. 50/2016. [C] Sul limite temporale entro cui sussiste l’obbligo dichiarativo ai sensi dell’art. 80, comma 10, D. Lgs. 50/2016.
Consiglio di Stato, Sezione III, 17 giugno 2019
[A] Sulla decorrenza del termine di impugnazione di cui all’art. 120, comma 2 bis, c.p.a., alla luce dell’orientamento della Corte UE. [B] Se l’omesso esercizio del diritto di accesso si rifletta sulla decorrenza di detto termine. [C] Sui requisiti di partecipazione delle imprese associate negli appalti di forniture e servizi in mancanza di una specifica determinazione nel bando di gara. [D] Sul sistema di qualificazione nel settore dei lavori pubblici e sulle differenze rispetto al settore delle forniture e servizi. [E] Principi giurisprudenziali sul sindacato giurisdizionale in tema di anomalia delle offerte.
Consiglio di Stato, Sezione V, 3 giugno 2019
[A] Se l’iscrizione all’Albo dei Gestori Ambientali sia un requisito di partecipazione o di esecuzione nel caso in cui le attività di raccolta e trasporto dei rifiuti siano prevalenti, ovvero [B] rivestano carattere secondario e accessorio rispetto alle prestazioni da affidarsi.
T.A.R. Abruzzo AQ, Sezione I, 27 maggio 2019
[A] Sugli effetti dell’annullamento giurisdizionale del provvedimento di autotutela che aveva rimosso l’aggiudicazione della gara d’appalto. [B] Sull’esclusione dalla gara del concorrente che ha omesso di allegare alla dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà la copia fotostatica del documento di identità del dichiarante.
Consiglio di Stato, Sezione V, 29 maggio 2019
[A] Sull’obbligatorietà del sopralluogo nel regime del D. Lgs. 163/2006. [B] Sull’obbligatorietà del sopralluogo nel regime del D. Lgs. 50/2016. [C] Se l’attestazione di avvenuto sopralluogo debba essere contenuta nella documentazione amministrativa e se sia suscettibile di soccorso istruttorio.
Consiglio di Stato, Sezione V, 28 maggio 2019
[A] Sulle conseguenze della simulazione del contratto di affitto di ramo di azienda in relazione all’utilizzazione dei requisiti speciali dell’affittante da parte dell’affittuario. [B] Se il giudice amministrativo sia fornito di giurisdizione in ordine alla declaratoria di inefficacia del contratto di appalto. [C] Se l’inefficacia del contratto prevista dall’art. 122 c.p.a. si applichi alle opere di progettazione, approvazione, e realizzazione delle infrastrutture strategiche. [D] Se le ipotesi di inefficacia del contratto di cui all’art. 121 c.p.a. siano tassative.
Consiglio di Stato, Sezione V, 28 maggio 2019
[A] Se il provvedimento di esclusione per la difformità dell’offerta sia soggetto al rito super speciale ex art. 120, comma 2-bis, c.p.a o a quello speciale ex art. 120, comma 5, c.p.a. [B] Se l’equivalenza ad una data specifica tecnica ex art. 68 D. Lgs. 50/2016 debba essere dimostrata dall’offerente o dalla stazione appaltante. [C] Sulla non frazionabilità del servizio di punta.
T.A.R. Campania NA, Sezione V, 17 maggio 2019
[A] Sulle limitazione alla riedizione del potere amministrativo a seguito di “remand” cautelare. [B] Sulla natura del potere di verifica della stazione appaltante ai sensi dell'art. 68, comma 7, D. Lgs. n. 50 del 2016. [C] Se l’inadeguatezza del progetto legittimi l’esclusione dalla gara o la penalizzazione dell’offerta e [D] se il principio di tassatività delle cause di esclusione possa estendersi al giudizio di inidoneità dell’offerta tecnica. [E] Sul principio di tassatività delle cause di esclusione codificato dall’art. 83, comma 8, D. Lgs. n. 50/2016. [F] Sull’interpretazione in senso sostanziale del principio di equivalenza di cui all'art. 68, comma 7, D. Lgs. n. 50 del 2016.
T.A.R. Campania NA, Sezione I, 22 maggio 2019
[A] Sulle ipotesi in cui i chiarimenti della stazione appaltante relativi al bando di gara possono considerarsi legittimi. [B] Se i requisiti soggettivi di partecipazione, quale la certificazione di qualità, debbano essere posseduti da tutti i componenti il raggruppamento.
Consiglio di Stato, Sezione III, 22 maggio 2019
[A] Se negli appalti di servizi e forniture operi il principio di necessaria corrispondenza tra la qualificazione di ciascuna impresa e la quota della prestazione di rispettiva pertinenza. [B] Se operi il soccorso istruttorio in presenza di una previsione chiara del bando di gara alla luce del principio generale dell’autoresponsabilità dei concorrenti. [C] Se il cessionario di ramo di azienda risenta delle eventuali cause di esclusione dalla gara riguardanti il cedente. [D] Se la contestazione in giudizio della risoluzione intimata dalla stazione appaltante escluda la configurabilità della causa di esclusione di cui all’art. 80, comma 5, lett. c), D. Lgs. 50/2016.
Consiglio di Stato, Sezione V, 21 maggio 2019
[A] Se le irregolarità della cauzione provvisoria siano suscettibili di soccorso istruttorio. [B] Sulla nullità della lex specialis per contrarietà al principio di tassatività delle cause di esclusione.
T.A.R. Basilicata, Sezione I, 11 maggio 2019
[A] Sulla illegittimità della richiesta di disponibilità del centro di cottura nel territorio comunale. [B] Sulla illegittimità dell’attribuzione di un punteggio fondata sulla distanza minima del centro di cottura dal luogo di consegna. [C] Sull’interpretazione delle “Linee di indirizzo nazionale per la ristorazione scolastica” del Ministero della Salute.
T.A.R. Piemonte, Sezione I, 14 maggio 2019
[A] Sulla rilevanza del decreto penale di condanna opposto in relazione alle cause di esclusione di cui all’art. 80, comma 5, lett. a) e c), D. Lgs. 50/2016. [B] Se la stazione appaltante debba motivare l’ammissione dell’operatore economico ove non consideri il precedente penale dichiarato idoneo ad incidere sulla sua moralità professionale. [C] Se la disponibilità del centro cottura debba essere effettiva ai fini della partecipazione alla gara.
Consiglio di Stato, Sezione V, 15 maggio 2019
[A] Sull’interpretazione del combinato disposto degli artt. 29 D. Lgs. 50/2016 e 120, comma 1 bis, c.p.a. con riguardo alla piena conoscenza di cui all’art. 41, comma 2, c.p.a. [B] Sulla differenza tra notificazione nulla e inesistente. [C] Se sia ammissibile la presentazione della cauzione provvisoria da parte della Società controllante la Società concorrente. [D] Se sia ammissibile la formazione delle referenze bancarie dopo la scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione.
TAR Sicilia CT, Sezione IV, 3 maggio 2019
Se l’omessa indicazione degli oneri di sicurezza aziendali e dei costi della manodopera dia luogo al soccorso istruttorio o se, invece, comporti l’esclusione immediata del concorrente.
Consiglio di Stato, Sezione III, 7 maggio 2019
[A] Se negli appalti di servizi e forniture la stazione appaltante possa decidere se introdurre sistemi di qualificazione e in che misura disporne la ripartizione in sede di ATI. [B] Se l'allegato P al D.P.R. n. 207/2010 imponga una determinata metodologia per l'individuazione del miglior offerente con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa. [C] Se la stazione appaltante abbia discrezionalità nella scelta della formula da utilizzare per la valutazione dell'offerta economica. [D] Sull’onere di impugnazione immediata con particolare riguardo al bando che presenti gravi carenze nell’indicazione di dati essenziali per la formulazione dell’offerta.
Consiglio di Stato, Sezione V, 8 maggio 2019
[A] Se l’Amministrazione possa disapplicare le previsioni del bando di gara che risultino inopportunamente o incongruamente formulate. [B] Sul principio di equivalenza delle specifiche tecniche. [C] Se il principio di tipicità delle cause di esclusione operi anche per l’offerta tecnica difforme.
T.A.R. Piemonte TO, Sezione I, 29 aprile 2019
[A] Se sia applicabile la regola della qualificazione maggioritaria della mandataria nell’ipotesi in cui ciascuna delle imprese associate soddisfi per intero i requisiti di qualificazione. [B] Sull’ammissibilità del raggruppamento c.d. sovrabbondante.
Corte giustizia Unione Europea Sez. IX, 2 maggio 2019
[A] Se sia legittima l’esclusione di un concorrente in forza di un obbligo derivante dall’interpretazione del diritto nazionale vigente. [B] Se sia conforme alla direttiva UE 2014/24 l’esclusione del concorrente che non abbia indicato nell’offerta i costi della manodopera ai sensi degli artt. 83, comma 9 e 95, comma 10, D. Lgs. n. 50/2016. [C] Se sia ammissibile il soccorso istruttorio ove i documenti di gara non contemplino la possibilità di inserire il costo della manodopera.
T.A.R. Lazio RM, Sezione II, 29 aprile 2019.
Sulla distinzione tra requisiti di capacità economica e finanziaria e di capacità tecnica e professionale previsti dall’art. 83 D. Lgs. 50/2016, con specifico riguardo al fatturato annuale e triennale che può essere richiesto al concorrente.
Consiglio di Stato, Sezione V, 3 maggio 2019
[A] Se l’affidamento ingenerato dai documenti di gara sulla insussistenza di un determinato obbligo precluda alla stazione appaltante di escludere il concorrente senza il previo esperimento del soccorso istruttorio. [B] Se nell’appalto a corpo abbiano rilevanza le voci che concorrono a formarlo. [C] Se sia ammissibile prescrivere a pena di esclusione l’indicazione dei costi delle varianti ai sensi dell’art. 95, comma 14, D. Lgs. 50/2016. [D] Sulla modificabilità delle giustificazioni dell’offerta. [E] Se, in applicazione del principio di equivalenza di cui all’art. 68 D. Lgs. 50/2016, debba essere privilegiata la conformità dei prodotti di tipo funzionale.
T.A.R. Piemonte TO, Sezione I, 23 aprile 2019
[A] Sulla inapplicabilità del rito super accelerato di cui all’articolo 120, comma 2 bis, c.p.a. alla valutazione dei requisiti di esecuzione del servizio. [B] Sul contenuto necessario della pubblicazione sul profilo del committente di cui all’art. 29 D. Lgs. 50/2016 ai fini della decorrenza del termine di 30 giorni ex art. 120, comma 2 bis, c.p.a. [C] Se sia ammissibile l’avvalimento per i requisiti di esecuzione. [D] Su come debba essere intesa il requisito della “esclusiva disponibilità” del centro cottura. [E] Sulla portata della clausola sociale.
Consiglio di Stato, Sezione III, 23 aprile 2019
[A] Se negli appalti pubblici di forniture e servizi viga il principio di necessaria corrispondenza tra la qualificazione di ciascuna impresa e la quota della prestazione di rispettiva pertinenza. [B] Se il possesso dei requisiti in misura maggioritaria in capo alla mandataria previsto dall’art. 83, comma 8, D. Lgs. n. 50/2016, debba essere inteso in senso assoluto o relativo. [C] Se il contratto di avvalimento annullabile sia idoneo a produrre effetti e se possa considerarsi tale ove stipulato dal medesimo legale rappresentante della società ausiliata e dell’ausiliaria
T.A.R. Valle D’Aosta 23 aprile 2019
[A] Sulla decorrenza del termine di impugnazione dalla pubblicazione sul profilo del committente dei provvedimenti di ammissione e di esclusione ai sensi dell’art. 29 D. Lgs. 50/2016 e dell’art. 120 c.p.a. anche alla luce della giurisprudenza comunitaria. [B] Se secondo l’orientamento dell’Anac sia ammissibile in caso di R.T.I. procedere al cumulo delle “classi” di iscrizione previste dall’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali.
T.A.R. Campania NA, Sezione III, 9 aprile 2019
[A] Sulla funzione delle referenze bancarie previste dall’art. 83 D. Lgs. 50/2016 e se sia ammissibile il soccorso istruttorio in caso di omessa allegazione. [B] Se l’applicazione di penali contrattuali inferiori all’1% possa costituire un illecito professionale ai sensi dell’art. 80, comma 5, lett. c, D. Lgs. n. 50/2016. [C] Sull’ambito applicativo dell'art. 80, comma 5, lett. c), D. Lgs. 50/2016 rispetto al previgente art. 38, comma 1, lett. f), D. Lgs. n. 163/2006.
T.A.R. Puglia LE Sezione III, 17 aprile 2019
[A] Sulla natura vincolante del bando tipo con particolare riguardo alle conseguenze del mancato pagamento del contributo dovuto all’ANAC. [B] Sui casi in cui è ammesso il soccorso istruttorio in caso di mancato pagamento del contributo dovuto all’ANAC. [C] Sulla legittimità o meno della lex specialis che prescrive a pena di esclusione il pagamento del contributo dovuto all’ANAC.
T.A.R. Calabria CZ, Sezione I, 16 aprile 2019
[A] Sulla decorrenza del termine per l'impugnazione ai sensi dell'art. 120, comma 5 bis, c.p.a., qualora la comunicazione dell'aggiudicazione sia incompleta o sia indispensabile conoscere gli elementi tecnici dell'offerta. [B] Se, anche alla luce dei principi comunitari, il termine per l'impugnazione decorra dalla comunicazione dell'aggiudicazione qualora sia necessario procedere all’accesso degli atti della procedura al fine di assumere piena conoscenza della motivazione del provvedimento e la stazione appaltante assuma un comportamento dilatorio. [C] Sui limiti del soccorso istruttorio in relazione a integrazioni dell'offerta che non riguardino elementi essenziali.
Consiglio di Stato, Sezione III, 18 aprile 2019.
[A] Se la specificità delle censure contro i capi della sentenza impugnata prescritta dall'art. 101 c.p.a. richieda l’uso di formule sacramentali. [B] Sulla decorrenza del termine di impugnazione in relazione ai vizi degli atti endoprocedimentali. [C] Come debba intendersi la previsione contenuta nella lex specialis di “prodotto di ultima generazione”.
T.A.R. Sardegna, Sezione I, 9 aprile 2019
[A] Sulla funzione della sottoscrizione dell’offerta e sulle conseguenze che derivano dalla sua mancanza. [B] Se l’offerta priva della sottoscrizione possa comunque ricondursi al concorrente. [C] In quali ipotesi può considerarsi superata l’incertezza derivante dalla mancata sottoscrizione dell’offerta.
T.A.R. Campania NA, Sezione III, 9 aprile 2019
[A] Se l’iscrizione all’Albo Gestori Ambientali sia un requisito di partecipazione o di esecuzione. [B] Sulla natura delle referenze bancarie e sull’ammissibilità del soccorso istruttorio. [C] Se sia ammesso nell’ambito del soccorso istruttorio di allegare documenti formati successivamente alla richiesta dell’amministrazione.
T.A.R. Abruzzo PE, Sezione I, 8 aprile 2019
[A] Sulla distinzione tra soccorso procedimentale e soccorso istruttorio di cui all'art. 83 D. Lgs. 50/2016. [B] Sulla distinzione tra attività di chiarimento e attività di integrazione documentale. [C] Sul rapporto tra bando, disciplinare di gara e capitolato speciale d’appalto.[D] Sull’interpretazione della lex specialis. [E] Sui requisiti minimi dell’offerta tecnica ai fini della valutazione dell’esclusione dell’offerta dalla gara.
Consiglio di Stato Sezione V, 5 aprile 2019
[A] Se l’omessa dichiarazione dei requisiti di moralità comporti o meno l’esclusione del concorrente. [B] Sulla natura del soccorso istruttorio. [C] Sui termini del soccorso istruttorio processuale. [D] Se l’omissione del PASS-OE sia suscettibile di soccorso istruttorio.
Consiglio di Stato, Sezione V, 3 aprile 2019
[A] Se la disponibilità di un centro cottura possa rappresentare un elemento di valutazione dell’offerta tecnica. [B] Se ai fini della decorrenza del termine di impugnazione dell’aggiudicazione sia sufficiente la comunicazione agli altri concorrenti. [C] Se sia adatto a centro cottura la cucina di un ristorante.
T.A.R. Puglia LE, Sezione II, 28 marzo 2019
[A] Principi comunitari in materia di esclusione del concorrente dalle gare. [B] Sulla natura delle Linee Guida ANAC e sulla loro idoneità o meno a prevedere cause di esclusione dalle gare.
T.A.R. Liguria, Sezione I, 28 marzo 2019
[A] Se l’illecito professionale previsto come causa di esclusione dall’art. 80, comma 5, lett. c, del D. Lgs. 50/2016 riguardi solo gli inadempimenti posti in essere nell’esecuzione di un contratto pubblico o anche i fatti illeciti relativi alla prodromica procedura di affidamento. [B] Sull’ambito di applicazione del soccorso istruttorio, con particolare riguardo al ceritificato di qualità. [C] Sulla distinzione tra requisiti soggettivi di prequalificazione e criteri di valutazione dell’offerta negli appalti di servizi. [D] Sul requisito relativo alla certificazione camerale. [E] Sull’ammissibilità dei raggruppamenti verticali.
Consiglio di Stato, Sezione III, 21 marzo 2019
[A] Sulla discrezionalità dell’Amministrazione nella fissazione dei requisiti di partecipazione. [B] Se sia derogabile il principio della suddivisione in lotti codificato dall’art. 51 del D. Lgs. 50/2016. [C] Se sia ammissibile l’integrazione in giudizio della motivazione. [D] Sul principio di partecipazione delle imprese minori.
T.A.R. Molise, Sezione I, 26 marzo 2019
[A] Se la “riparametrazione” debba riguardare i sub-criteri di valutazione o l’offerta tecnica nel suo complesso. [B] Sui requisiti di idoneità del servizio di illuminazione votiva quale servizio pubblico a domanda individuale.
T.A.R. Toscana, Sezione II, 13 marzo 2019
[A] Se sia legittima l’esclusione dalla gara per la mancata presentazione della cauzione provvisoria o per la presentazione di una cauzione provvisoria invalida. [B] Sul soccorso istruttorio c.d. processuale.
T.A.R. Lazio RM, Sezione I, 19 marzo 2019
[A] Se in caso di qualificazione posseduta dal raggruppamento nel suo complesso ma erroneamente ripartita tra le imprese raggruppate sia legittima l’esclusione o debba farsi ricorso al soccorso istruttorio. [B] Sull’avvalimento interno.
T.A.R. Lazio RM, Sezione II bis, 11 marzo 2019
[A] Sull’avvalimento di garanzia e sul contenuto della relativa dichiarazione negoziale. [B] Sui presupposti per ricorrere al ricorso istruttorio processuale.
T.A.R. Marche, Sezione I, 6 marzo 2019
[A] Se ai fini della decorrenza del termine di impugnazione occorra la comunicazione dell'aggiudicazione definitiva o se ne sia sufficiente la pubblicazione. [B] Se la gara per l'elaborazione delle buste paga riguardi un'attività riservata ai sensi dell'art. 1 della legge n. 12 del 1979. [C] Se l’obbligo di rinnovare la gara inibisca la dichiarazione di inefficacia del contratto ai sensi dell'art. 122 c.p.a.
Consiglio di Stato, Sezione III, 11 marzo 2019
[A] Sull’onere della prova del concorrente che contesti la manomissione dei plichi e sulla rilevanza a tal fine dei verbali delle operazioni di gara. [B] Sulla maggiore attendibilità delle operazioni di gara mediante modalità telematiche. [C] Sulle conseguenze della mancata previsione di sub-pesi e sub-punteggi nelle gare da aggiudicare con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. [D] Se la Commissione giudicatrice abbia il potere di individuare sub-criteri di valutazione in caso di gara con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.
T.A.R. Molise, Sezione I, 4 marzo 2019
[A] Se il rito super-accelerato di cui all’art. 120, comma 2 bis, c.p.a. si applichi anche in relazione alle lacune dell’offerta economica. [B] Sulla rimessione alla Corte di Giustizia della disciplina nazionale per cui la mancata indicazione dei costi della manodopera e degli oneri per la sicurezza dei lavoratori comporta l'esclusione dalla gara, senza il beneficio del c.d. "soccorso istruttorio.
T.A.R. Campania Napoli, Sezione V, 12 febbraio 2019
[A] Sull’impugnabilità immediata del bando di gara che attribuisce un punteggio alla disponibilità di un centro cottura. [B] Sulla legittimità della previsione del centro cottura come requisito di partecipazione [C] Sulla legittimità del divieto di avvalimento del requisito relativo alla disponibilità di un centro cottura.
T.A.R. Campania NA, Sezione VIII, 25 febbraio 2019
[A] Se sia ammissibile da parte del Comune contestare in giudizio l’operato della Commissione di gara. [B] Sulla natura delle referenze bancarie e se possa richiedersene l’allegazione in sede di soccorso istruttorio. [C] Sui provvedimenti da adottare in caso di dubbi sulla documentazione fornita dal concorrente a seguito del soccorso istruttorio.
T.A.R. Toscana FI, Sezione III, 26 febbraio 2019
[A] Se debba esaminarsi il ricorso principale in caso di accoglimento del ricorso incidentale escludente. [B] Se un elemento dell’offerta possa considerarsi a pena di esclusione in difetto di specifica previsione del bando. [C] Sul principio di separazione tra l’offerta tecnica e l’offerta economica. [D] Se le dichiarazioni relative all’offerta rilevino ai fini dell’applicazione dell’art. 80, comma 5, lett. c), del D. Lgs. n. 50/2016 e se sia attivabile il soccorso istruttorio. [E] Sulla differente natura della valutazione ai fini dell’applicazione dell’art. 80, comma 5, lett. c), ovvero lett. f-bis), del D. Lgs. n. 50/2016.
Consiglio di Stato, Sezione III, 25 febbraio 2019
[A] Sulla decorrenza del termine per impugnare i provvedimenti di ammissione o di esclusione. [B] Sul soccorso istruttorio processuale.
T.A.R. Lazio RM, Sezione III, 14 febbraio 2019
[A] Sulla possibilità di emendare gli errori dell’offerta in sede di giustificazione dell’anomalia [B] Se la rettifica dell’offerta comporti la violazione dell’art. 83 del Decr. Lgs. 50/2016 in materia di soccorso istruttorio.
T.A.R. Abruzzo Pescara, Sezione Prima, 19 febbraio 2019
[A] Sulla composizione della Commissione di gara. [B] Se sia ammissibile il soccorso istruttorio in relazione alle difformità dell’offerta tecnica. [C] Se il provvedimento di esclusione debba essere preceduto dal contraddittorio con il concorrente da escludere. [D] Sulla legittimazione a ricorrere del concorrente escluso.
Consiglio di Stato, Sezione V, 19 febbraio 2019
[A] Se sia valida l’offerta che contenga una discrepanza tra la somma delle voci del computo metrico e il prezzo a corpo derivante dal ribasso percentuale offerto. [B] Se le dichiarazioni relative all’avvalimento debbano essere presentate in copia autentica o se sia sufficiente la copia semplice. [C] Se sia ammissibile il soccorso istruttorio in relazione alla produzione del contratto di avvalimento. [D] Se sia sufficiente la firma autografa apposta dai progettisti e dal legale rappresentante della società sul frontespizio delle tavole progettuali.
T.A.R. BA, Sez III, 8 febbraio 2019
[A] Se il concorrente debba dichiarare l’intervenuta rescissione di un contratto ai sensi dell’art. 80, comma 5, lett. c), D. Lgs 50/2016. [B] Se la segnalazione della pendenza di un giudizio di appello soddisfi l’obbligo dichiarativo di cui all’art. 80, comma 5, lett. c), D. Lgs 50/2016. [C] Se ai fini dell’obbligo dichiarativo di cui all’art. 80, comma 5, lett. c), D. Lgs 50/2016 occorra che la vicenda sia iscritta nel casellario ANAC. [D] Sulla verifica dei requisiti di partecipazione dei consorzi stabili. [E] Sui limiti di operatività del soccorso istruttorio.
Consiglio di Stato, Sezione V, 11 febbraio 2019
[A] Sugli adempimenti pubblicitari per l’applicabilità dello speciale rito di impugnazione dei provvedimenti di ammissione alla procedura di gara. [B] Sulla rilevanza del codice ATECO per l’identificazione del settore di operatività dell’impresa concorrente.
T.A.R. Lombardia BS, Sezione I, 7 febbraio 2019
[A] Sulla tassatività o meno delle ipotesi previste dall’art. 80, comma 5, lett. c), D. Lgs. n. 50/2016. [B] Sull’obbligo di motivazione della non esclusione di un concorrente. [C] Se la mancata indicazione della terna di subappaltatori sia suscettibile di soccorso istruttorio. [D] Sul principio di corrispondenza tra quote di partecipazione al raggruppamento e requisiti di qualificazione. [E] Sulla motivazione del giudizio positivo di anomalia.
T.A.R. Toscana, Sezione II, 6 febbraio 2019
[A] Sulla corretta pubblicazione dell’elenco dei concorrenti ammessi ai fini della decorrenza del termine di cui all’art. 120, comma 2 bis, c.p.a. [B] Se il ritiro dell’offerta di un concorrente imponga la riformulazione della graduatoria finale. [C] Sulla possibilità di utilizzare l’istituto dell’avvalimento da parte del concorrente per poter beneficiare del punteggio previsto per un requisito di valutazione dell’offerta. [D] Sul possesso del requisito della certificazione ambientale con riferimento al RTI e sulla necessità che lo stesso sia posseduto da tutte le imprese componenti il RTI.
Consiglio di Stato, Sezione III, 21 gennaio 2019
[A] Sull’obbligo di specificare le categorie di lavori o le parti del servizio o della fornitura assegnati ai membri del raggruppamento temporaneo. [B] Sulla corrispondenza tra requisiti di qualificazione e quota di partecipazione negli appalti di lavori. [C] Sulla corrispondenza tra quota di qualificazione e quota di esecuzione negli appalti di forniture e servizi.
T.A.R. Veneto, Sezione I, 24 gennaio 2019
[A] Sull’applicazione del rito accelerato o super-accelerato di cui, rispettivamente, all’art. 120, commi 6 e 6 bis c.p.a, in caso di riunione di giudizi sottoposti a riti diversi. [B] Sulla possibilità di imporre la partecipazione alla gara in forma di R.T.I. [C] Sui criteri interpretativi del bando di gara. [D] Sulla possibilità di interpretare una determinata prestazione come requisito essenziale a pena di esclusione in difetto di una esplicita previsione della lex specialis. [E] Sull’interpretazione della cd clausola sociale.
Consiglio di Stato, Sezione V, 28 gennaio 2019
[A] sulla decorrenza del termine di cui all’articolo 120, comma 2-bis, c.p.a. per l’impugnazione dei provvedimenti di ammissione alla gara. [B] Se sia ammissibile o meno il soccorso istruttorio in caso di mancata indicazione delle quote di esecuzione da parte dei singoli componenti del raggruppamento prescritta dall’art. 48, comma 4, del D. Lgs. n. 50/2016.
T.A.R. Campania NA, Sezione I, 15 gennaio 2019
[A] Sulla sussistenza o meno dell’obbligo del concorrente di dichiarare tutte le sentenze penali di condanna anche qualora non sia previsto dal bando di gara. [B] Se il concorrente abbia l’obbligo di dichiarare solo le sentenze penali di condanna comportanti l’incapacità di contrarre con la P.A. [C] Sull’applicabilità o meno delle regole dell’autotutela ai provvedimenti di esclusione dalla gara. [D] Se sia predicabile il soccorso istruttorio nei confronti del concorrente che non abbia dichiarato una sentenza penale di condanna.
T.A.R. Campania NA, Sezione I, 15 gennaio 2019
[A] Sulla legittimità o meno dell’esclusione del concorrente che abbia omesso di indicare nell’offerta i costi della manodopera in assenza di esplicita sanzione espulsiva. [B] Sull’ammissibilità del soccorso istruttorio per sanare la mancata indicazione dei costi della manodopera.
Consiglio di Stato, Sezione V, 3 gennaio 2019
[A] Sulla causa di esclusione prevista dall’art. 80, comma 5, lett. m), del D. Lgs. 50/2016. [B] Sulla proponibilità di motivi aggiunti in appello. [C] Sulla sostituzione dell’ausiliaria. [D] Sull’autorizzazione del Tribunale alla partecipazione alla gara della Società in concordato con continuità aziendale. [E] Sull’ammissibilità o meno del soccorso istruttorio con riferimento alla dichiarazione carente sul fatturato. [F] Sulla possibilità o meno per la Stazione appaltante di chiedere chiarimenti al concorrente che in sede di soccorso istruttorio non abbia fornito risposte esaurienti. [G] Ancora sul sindacato giurisdizionale delle valutazioni della Commissione giudicatrice. [H] Sull’avvalimento di garanzia e sulle differenze rispetto all’avvalimento operativo.
T.A.R. Sicilia PA, Sezione II, 13 dicembre 2018
[A] Sulla possibilità o meno da parte del legale rappresentante di dichiarare l'assenza di pregiudizi penali di terzi cessati dalla carica. [B] Sull’applicabilità o meno del soccorso istruttorio in caso di irregolarità nella dichiarazione sull'assenza di pregiudizi penali. [C] Sull'estensione o meno del DGUE anche ai soggetti cessati dalla carica.
T.A.R. Molise, Sezione I, 17 dicembre 2018
[A] Sulla possibilità o meno che siano rese dichiarazioni da parte terzi ex art. 47, comma 2, del D.P.R. 445/2000, con riferimento all'insussistenza di condanne penali. [B] Sull’ammissibilità o meno del soccorso istruttorio per integrare le dichiarazioni sostitutive sull’insussistenza di condanne penali. [C] Sulla portata dell’obbligo di cui all’art. 80, comma 3, del D. Lgs. 50/2016. [D] Sul rito applicabile in caso di commistione tra rito “superspeciale” e “rito appalti”. [E] Sulla perentorietà o meno del termine stabilito per il soccorso istruttorio.
Consiglio di Stato, Sezione V, 14 dicembre 2018
[A] Sul criterio da prediligere nell'interpretazione degli atti di gara. [B] Sulla legittimità o meno della clausola che vieta a pena di esclusione l’inserimento nell’offerta tecnica di elementi economici.
T.A.R. Lazio Roma, Sezione II quater, 3 dicembre 2018
[A] Sui servizi di natura intellettuale esclusi secondo la giurisprudenza dall’obbligo di indicare gli oneri di sicurezza ex art. 95, comma 10, del D. Lgs. n. 50/2016. [B] Sulla riconducibilità o meno dei servizi assicurativi a quelli di natura intellettuale. [C] Sull’eterointegrazione del bando di gara con riferimento all’obbligo di indicare gli oneri di sicurezza. [D] Sull’ammissibilità o meno del soccorso istruttorio con riferimento alla mancata indicazione degli oneri di sicurezza.
T.A.R. Toscana, Sezione II, 27 novembre 2018
Sul carattere perentorio o meno del termine per le integrazioni documentali nel soccorso istruttorio ai sensi dell’art. 83 Decr. Lgs. n. 50/2016.
Consiglio di Stato, Sezione III, 20 novembre 2018
[A] Sul principio di tassatività delle cause di esclusione. [B] Ancora sul principio di equivalenza nella valutazione delle offerte tecniche.
T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Sezione I, 15 novembre 2018
[A] Sulla funzione del Piano Economico Finanziario (PEF) nel project financing. [B] Sul rapporto tra il PEF e l’offerta economica. [C] Sulla ammissibilità o meno del soccorso istruttorio per vizio del PEF. [D] Sulla legittimità o meno dell’esclusione in caso di inattendibilità del PEF
T.A.R. Calabria Reggio Calabria, Sezione I, 15 novembre 2018
[A] Sulla portata dell’art. 80, comma 5, lett. c), Decr. Lgs. 50/2016 rispetto al previgente art. 38, comma 1, lett. f), Decr. Lgs. 163/2006. [B] Sull’obbligo per il concorrente di segnalare alla Stazione Appaltante qualunque fatto anche solo ipoteticamente rilevante rispetto al giudizio di affidabilità. [C] Sull’ammissibilità o meno del soccorso istruttorio in caso di carenze nell’autodichiarazione relativa ai requisiti generali. [D] Sull’applicabilità o meno dell’art. 7 della legge 241/90 in caso di annullamento dell’aggiudicazione a seguito dell'esito negativo del riscontro del possesso dei requisiti di ordine generale.
T.A.R. Lombardia Milano, Sezione IV, 15 novembre 2018
Ancora sulla legittimità o meno della lex specialis che, in materia di appalti di forniture e servizi, non prescrive un requisito quantitativo minimo di partecipazione ai componenti del raggruppamento
T.A.R. Sardegna, Sezione I, 15 novembre 2018
[A] Sul possesso dei requisiti di qualificazione da parte dell’A.T.I. nel suo complesso. [B] Sull’obbligo di corrispondenza fra quote di partecipazione e quote di esecuzione dei componenti dell’A.T.I. [C] Sull’esistenza o meno di una misura minima di requisiti speciali che deve essere posseduta dai componenti dell’A.T.I. per gli appalti di servizi e forniture.[D] Sui limiti del soccorso istruttorio. [E] Sull’art. 80, V comma, lett. c)
T.A.R. Sardegna, Sezione I, 9 novembre 2018
[A] Sulle iscrizioni in materia di trattamento dei rifiuti come requisiti di partecipazione o requisiti di esecuzione. [B] Sull’atipicità o meno dei requisiti di capacità tecnico-professionale previsti dall’art. 83 del Decr. Lgs. n. 50/2016 e sulla riconducibilità o meno a detto articolo delle iscrizioni in materia di trattamento dei rifiuti.
T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, 6 novembre 2018
[A] Sui limiti del sindacato giurisdizionale in ordine all’adeguatezza delle offerte migliorative ed alla valutazione comparativa delle offerte tecniche. [B] Sull’ammissibilità o meno del soccorso istruttorio in caso di mancata indicazione della terna di subappaltatori
T.A.R. Puglia Bari, Sezione I, 5 novembre 2018
[A] Sulla distinzione tra raggruppamenti temporanei d’imprese e consorzi stabili. [B] Sulla possibilità o meno di applicare il soccorso istruttorio in caso di mancata sottoscrizione dell’offerta tecnica nelle parti di competenza di specifici professionisti.