Rivista sull'affidamento dei contratti pubblici. ISSN 2785-5597     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Giuseppe Gratteri  e  Avv. Gherardo Lombardi
Consiglio di Stato, Sezione III, 13 aprile 2022

[A] Se il ricorrente vittorioso in primo grado sia legittimato a proporre appello avverso la sentenza nella parte in cui omette di pronunciare su motivi di doglianza. [B] Se al fine di verificare la coerenza con l’oggetto dell’appalto debba aversi riguardo esclusivamente all’attività “principale o prevalente” risultante dal certificato camerale. [C] Se negli appalti di servizi e forniture valga il principio di necessaria corrispondenza tra la qualificazione di ciascuna impresa e la quota della prestazione di rispettiva pertinenza. [D] Se sia legittima la modalità di attribuzione del punteggio di tipo on/off.

Consiglio di Stato, Sezione V, 26 gennaio 2021
[A] Se dall’annullamento dell’aggiudicazione, in mancanza di espressa statuizione del giudice, possa conseguire la caducazione automatica del contratto. [B] Se la parte vittoriosa nel giudizio di annullamento possa agire in ottemperanza qualora giudice non si pronunci sulla sorte del contratto e l’amministrazione rimanga inerte. [C] Se Il subentro nel contratto sia possibile solo se vi sia espressa domanda di parte. [D] Se possa distinguersi la situazione processuale in cui la domanda di subentro non sia stata mai proposta da quella in cui, proposta in primo grado, e non accolta, non sia stata riproposta in appello. [E] Se in caso di illegittimità dell’aggiudicazione sia necessario ai fini del risarcimento del danno per equivalente l’accertamento dell’elemento soggettivo dell’illecito in capo alla stazione appaltante. [F] Se ai fini del risarcimento del danno rilevi l’utile esposto in sede di offerta economica. [G] Sull’onere della prova dell’aliunde perceptum nei contratti di servizi di pulizia.