Rivista sull'affidamento dei contratti pubblici.ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Giuseppe Gratteri  e  Avv. Gherardo Lombardi
Art. 68. (Specifiche tecniche)
Tar Lazio RM, Sezione I Quater, 16 marzo 2021
[A] Se il principio di equivalenza si applichi indipendentemente da espressi richiami negli atti di gara o da parte dei concorrenti. [B] Se i concorrenti siano onerati di una apposita formale dichiarazione circa l’equivalenza funzionale del prodotto offerto. [C] Se l’omessa allegazione di una scheda tecnica inerente alla descrizione dei prodotti indicati nell’offerta definita “essenziale” dalla lex specialis legittimi l’immediata esclusione del concorrente. [D] Sull’ipotesi in cui la difformità dell’offerta rispetto alle caratteristiche tecniche previste nel capitolato di gara si risolva in un “aliud pro alio” idoneo a giustificare l’esclusione dalla selezione.
Consiglio di Stato, Sezione IV, 4 marzo 2021
[A] Sul principio di equivalenza e relative regole giurisprudenziali. [B] Sull’aliud pro alio idoneo a giustificare l’esclusione. [C] Sull’obbligo di trasparenza della stazione appaltante con particolare riguardo ai chiarimenti resi in sede di gara.
TAR Sardegna, Sezione I, 15 febbraio 2021
[A] Sul diritto di accesso difensivo ex art. art. 53 del D. Lgs. 50/2016. [B] Sul diritto di accesso in ordine a informazioni contenenti eventuali segreti tecnici o commerciali. [C] Sul principio di equivalenza in ordine agli appalti per la fornitura di medicinali e dispositivi medici. [D] Sulla competenza del RUP in ordine al soggetto cui affidare la verifica di anomalia dell’offerta. [E] Sulle valutazioni della Commissione in sede di verifica dell’anomalia dell’offerta.
Consiglio di Stato, Sezione III, 9 febbraio 2021
[A] Sul soccorso istruttorio procedimentale. [B] Sui presupposti del giudizio di equivalenza. [C] Se il giudizio di equivalenza possa essere espresso in forma implicita.
Consiglio di Stato, Sezione V, 30 dicembre 2020
[A] Sugli obbiettivi dell’art. 68 del D. Lgs. n. 50/2016. [B] Se la prova dell’equivalenza del prodotto offerto debba essere data in fase di gara.
Consiglio di Stato, Sezione VI, 25 novembre 2020
[A] Se l’esclusione di un’offerta non rispondente ai requisiti tecnici minimi violi il principio della tassatività delle cause di esclusione. [B] Se sia invocabile il principio di equivalenza rispetto ai requisiti tecnici minimi del prodotto.
TAR Toscana, Sezione III, 3 novembre 2020
[A] Sul margine di discrezionalità della stazione appaltante nella scelta dei criteri da utilizzare per l'individuazione dell'offerta economicamente più vantaggiosa. [B] Se sia ammissibile l’attribuzione del punteggio relativo al merito tecnico dell’offerta secondo il metodo on/off. [C] Se il principio di equivalenza presupponga la previsione di uno standard tecnico normativo.
TAR Sicilia CT, Sezione II, 21 settembre 2020
[A] Se la stazione appaltante possa ravvisare l'equivalenza in mancanza di una specifica indicazione dell'operatore [B] Sul sindacato giurisdizionale del giudizio di equivalenza. [C] Se l’assenza di un membro della commissione tecnica determini l'illegittimità delle operazioni valutative.
TAR Marche, Sezione I, 7 settembre 2020
[A] Se la monofasicità del sub-procedimento di verifica dell’anomalia rappresenti un obbligo. [B] Sulla discrezionalità della Stazione appaltante nell’esame delle giustificazioni prodotte dai concorrenti a dimostrazione della non anomalia della propria offerta. [C] Sulle ipotesi in cui l’offerta può ritenersi condizionata. [D] Se siano ammissibili modifiche dell’offerta in sede di giustificazioni. [E] Sul principio di equivalenza. [F] Sulla sindacabilità della scelta del criterio di determinazione del sub-punteggio relativo alla componente tecnica dell’offerta.
Consiglio di Stato, Sezione V, 10 agosto 2020
[A] Se la carenza dei requisiti di minima determini l’esclusione o sia suscettibile di sanatoria postuma. [B] Se sia applicabile il principio di equivalenza alle specifiche tecniche a carattere “condizionante”
Consiglio di Stato, Sezione III, 17 agosto 2020
[A] Sul principio di equivalenza. [B] Se l'art. 68, comma 7, del D. Lgs. n. 50 del 2016 oneri i concorrenti di un'apposita formale dichiarazione circa l'equivalenza funzionale del prodotto offerto. [C] Se possa invocarsi il principio di equivalenza in relazione ad prodotto difforme dalle specifiche tecniche indicate dalla stazione appaltante
Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Sicilia, 20 luglio 2020
[A] Sul principio di equivalenza delle offerte. [B] Se sia legittima della clausola che prescrive la campionatura del prodotto a pena di esclusione.
TAR Toscana, Sezione III, 18 giugno 2020
[[A] Sul criterio da privilegiare nell'interpretazione del bando di gara alla stregua dei principi di concorrenza e di tutela della par condicio. [B] Sul principio di equivalenza. [C] Sui limiti dei chiarimenti forniti dall'Amministrazione.
TAR Piemonte, Sezione I, 28 maggio 2020
[A] Sulla correlazione tra la tempestività della censura e la coltivazione degli strumenti di tutela offerti dall’ordinamento in vista della piena conoscenza degli atti. [B] Sull’applicazione del principio di equivalenza funzionale ai requisiti di ammissione e alle specifiche tecniche per l’attribuzione dei punteggi, qualora non sia stato previsto dalla lex specialis. [C] Se ai fini della fattispecie espulsiva di cui all’art. 80, comma 5, lett. c, D.Lgs. n. 50/2016, sia sufficiente una dichiarazione erronea o materialmente omessa.
TAR Lazio RM, Sezione III, 26 maggio 2020
[A] Sulla funzione del campione del prodotto. [B] Se il principio di tassatività delle cause di esclusione si applichi alle prescrizioni relative alla conformità dell’offerta alle prescrizioni tecniche. [C] Sulle ipotesi rientranti nelle clausole immediatamente escludenti.
Consiglio di Stato, Sezione V, 12 maggio 2020
[A] Ancora sull’esame dei ricorsi, principale e incidentale, reciprocamente escludenti. [B] Se l’aggiudicazione nelle more ad altra impresa utilmente collocata in graduatoria faccia venir meno l’interesse al ricorso. [C] Sulla differenza tra soluzioni migliorative e varianti. [D] Sull’ambito di applicazione del principio di equivalenza di cui all’art. 68 D. Lgs. n. 50 del 2016.
TAR Lazio RM, III Quater, 3 aprile 2020
Principi giurisprudenziali sul principio di equivalenza codificato dall’art. 68 del D. Lgs. n. 50/2016.
Consiglio di Stato, Sezione V, 27 marzo 2020.
[A] Sulla giurisprudenza comunitaria in materia di soccorso istruttorio relativo ad elementi dell’offerta. [B] Sull’onere della prova in ordine all’equivalenza dell’offerta. [C] Se il procedimento di verifica dell'anomalia debba necessariamente risolversi in un'unica fase.
TAR Puglia LE, Sezione III, 6 marzo 2020
[A] L’arresto dell’Adunanza Plenaria sulle clausole escludenti in stretto senso stretto e in senso ampliativo. [B] Se sia conforme al diritto comunitario la clausola del bando che consente di dimostrare l’equivalenza del prodotto in sede di consegna. [C] Se detta clausola sia escludente in senso ampliativo.
TAR Lazio RM, Sezione III quater, 30 dicembre 2019
[A] Sul giudizio di equivalenza ex art. 68 D. Lgs. n. 50/2016. [B] Se sia necessaria un’apposita dichiarazione circa l’equivalenza funzionale del prodotto offerto. [C] Se sia ammissibile la valutazione di equivalenza in forma implicita. [D] Sul sindacato giurisdizionale del giudizio di equivalenza.
TAR Piemonte, Sezione I, 11 novembre 2019
[A] Sulla portata dei chiarimenti della lex specialis forniti dalla stazione appaltante. [B] Sul sindacato giurisdizionale delle valutazioni delle offerte tecniche da parte delle commissioni di gara. [C] Se la stazione appaltante abbia un onere di attività di indagine in ordine all’eventuale equivalenza del prodotto non conforme alle specifiche tecniche. [D] Se la redazione ed approvazione del verbale debbano necessariamente avvenire al termine di ogni seduta.
TAR Lazio RM, Sezione III quater, 5 novembre 2019
[A] Sul giudizio di equivalenza dei prodotti offerti in gara ai sensi dell’art. 68 D. Lgs. 50/2016. [B] Se il giudizio di equivalenza richieda una specifica dichiarazione da parte del concorrente o se possa essere effettuato implicitamente dalla documentazione tecnica del prodotto. [C] Sulla motivazione degli atti di assenso.
Consiglio di Stato, Sezione III, 18 settembre 2019
[A] sui criteri di interpretazione del bando di gara. [B] Sul principio di equivalenza.
T.A.R. Veneto, Sezione III, 16 settembre 2019
[A] Sull’esclusione dalla gara dell’offerta che non rispetta le specifiche tecniche prescritte dalla lex specialis. [B] Sui presupposti per l’operatività del principio di equivalenza delle specifiche tecniche dell’offerta ex art. 68 D. Lgs. 50/2016.
Consiglio di Stato, Sezione III, 5 giugno 2019
[A] Se Il principio di equivalenza previsto dall’art. 68, comma 7, D. Lgs. 50/2016 si applichi sia ai requisiti di ammissione che alle specifiche tecniche per l’attribuzione dei punteggi. [B] Se in relazione al principio di equivalenza operi la regola dell'eterointegrazione del bando di gara.
Consiglio di Stato, Sezione V, 28 maggio 2019
[A] Se il provvedimento di esclusione per la difformità dell’offerta sia soggetto al rito super speciale ex art. 120, comma 2-bis, c.p.a o a quello speciale ex art. 120, comma 5, c.p.a. [B] Se l’equivalenza ad una data specifica tecnica ex art. 68 D. Lgs. 50/2016 debba essere dimostrata dall’offerente o dalla stazione appaltante. [C] Sulla non frazionabilità del servizio di punta.
T.A.R. Campania NA, Sezione V, 17 maggio 2019
[A] Sulle limitazione alla riedizione del potere amministrativo a seguito di “remand” cautelare. [B] Sulla natura del potere di verifica della stazione appaltante ai sensi dell'art. 68, comma 7, D. Lgs. n. 50 del 2016. [C] Se l’inadeguatezza del progetto legittimi l’esclusione dalla gara o la penalizzazione dell’offerta e [D] se il principio di tassatività delle cause di esclusione possa estendersi al giudizio di inidoneità dell’offerta tecnica. [E] Sul principio di tassatività delle cause di esclusione codificato dall’art. 83, comma 8, D. Lgs. n. 50/2016. [F] Sull’interpretazione in senso sostanziale del principio di equivalenza di cui all'art. 68, comma 7, D. Lgs. n. 50 del 2016.
Consiglio di Stato, Sezione V, 8 maggio 2019
[A] Se l’Amministrazione possa disapplicare le previsioni del bando di gara che risultino inopportunamente o incongruamente formulate. [B] Sul principio di equivalenza delle specifiche tecniche. [C] Se il principio di tipicità delle cause di esclusione operi anche per l’offerta tecnica difforme.
Consiglio di Stato, Sezione V, 3 maggio 2019
[A] Se l’affidamento ingenerato dai documenti di gara sulla insussistenza di un determinato obbligo precluda alla stazione appaltante di escludere il concorrente senza il previo esperimento del soccorso istruttorio. [B] Se nell’appalto a corpo abbiano rilevanza le voci che concorrono a formarlo. [C] Se sia ammissibile prescrivere a pena di esclusione l’indicazione dei costi delle varianti ai sensi dell’art. 95, comma 14, D. Lgs. 50/2016. [D] Sulla modificabilità delle giustificazioni dell’offerta. [E] Se, in applicazione del principio di equivalenza di cui all’art. 68 D. Lgs. 50/2016, debba essere privilegiata la conformità dei prodotti di tipo funzionale.
T.A.R. Piemonte, Sezione I, 1° febbraio 2019
Sull’applicabilità del principio di equivalenza tecnica qualora vengano prescritte dalla lex specialis caratteristiche tecniche minime del prodotto.
T.A.R. Lazo RM, Sezione I bis, 29 gennaio 2019
[A] Sull’ammissibilità dell’impugnativa congiunta dei provvedimenti di ammissione e di aggiudicazione e sul rito applicabile. [B] Sull’onere di impugnazione immediata del bando di gara. [C] Sull’interesse a ricorrere. [D] Sulle specifiche tecniche dell’appalto di cui all’art. 68 D. Lgs. n. 50/2016.
T.A.R. Umbria, Sezione I, 14 gennaio 2019
[A] Sul criterio da privilegiare nell’interpretazione del bando di gara. [B] Sui limiti di applicabilità del cd. “principio di equivalenza”. [C] Sulle specifiche tecniche dei prodotti contenute nel bando di gara.
T.A.R. Toscana, Sezione III, 15 gennaio 2019
[A] Sulla necessaria conformità dell’offerta alle caratteristiche tecniche della lex specialis. [B] Sulla possibilità o meno dell’Amministrazione di disapplicare il bando di gara. [C] Sul precetto di equivalenza delle specifiche tecniche.
Consiglio di Stato, Sezione III, 13 dicembre 2018
[A] Sull’equivalenza delle specifiche tecniche. [B] Sull’interpretazione delle offerte. [C] Sulla gestione telematica della gara.
TAR Lazio Roma, Sezione III quater, 3 dicembre 2018
[A] Sul carattere discrezionale o vincolato del giudizio di equivalenza sulle specifiche tecniche. [B] Sulla necessità o meno di una separata dichiarazione di equivalenza da allegare all’offerta.
Consiglio di Stato, Sezione III, 20 novembre 2018
[A] Sul principio di tassatività delle cause di esclusione. [B] Ancora sul principio di equivalenza nella valutazione delle offerte tecniche.
Consiglio di Stato, Sezione III, 20 novembre 2018
Sul principio di equivalenza in sede di valutazione delle offerte tecniche