Rivista sull'affidamento dei contratti pubblici.ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Giuseppe Gratteri  e  Avv. Gherardo Lombardi
Art. 76. (Informazione dei candidati e degli offerenti)
T.A.R. Valle D’Aosta, Aosta, Sez. Unica, 26 gennaio 2021

Se l’errata predisposizione dei modelli di gara da parte della stazione appaltante possa scusare i concorrenti che abbiano seguito le istruzioni (errate) ad essi impartite.

T.A.R. Campania, Napoli, Sez. II, 7 settembre 2021

Se la mancata presentazione del PASSOE possa giustificare l’esclusione dalla procedura di gara.

Consiglio di Stato, Sezione V, 31 agosto 2021

[A] Se nelle gare gestite mediante sistema informatico sussista l’obbligo di trasmettere via pec le richieste ai fini del soccorso istruttorio. [B] Se l’obbligo di comunicazione via pec sia prescritto solo per gli atti lesivi.

TAR Puglia Lecce, Sezione III, 6 aprile 2021

[A] Sull’idoneità della pubblicazione degli atti di gara a far decorrere il termine di impugnazione. [B] Se la pubblicazione ex art. 29 del D.Lgs. 50/2016 sia sufficiente a far decorrere il termine di impugnazione dell’aggiudicazione. [C] Se l’interesse collettivo in capo all’Ente esponenziale debba ridondare anche in un materiale ed effettivo vantaggio per tutti i singoli componenti della categoria. [D] Sulle ipotesi in cui chi non ha partecipato ad una selezione è legittimato a chiedere l’annullamento della procedura di gara. [E] Sull’onere di impugnazione immediata delle clausole escludenti. [F] Se la stazione appaltante sia tenuta a motivare lo scostamento delle voci di costo della singola procedura dal prezzario regionale.

Consiglio di Stato, Sezione V, 16 aprile 2021

[A] Sulla decorrenza del termine di impugnazione secondo i principi affermati dall’Adunanza Plenaria. [B] Sulla dilazione temporale del termine di impugnazione ove la stazione appaltante abbia ottemperato all’istanza di accesso prima dei 15 giorni di cui all’art. 76 del D. Lgs. n. 50/2016.

Consiglio di Stato, Sezione V, 19 gennaio 2021
[A] Sulla decorrenza del termine di impugnazione dell’aggiudicazione secondo l’Adunanza Plenaria. [B] Se l’obbligo del sopralluogo possa essere previsto a pena di esclusione. [C] Sull’interpretazione del l’obbligo del sopralluogo prescritto dalla lex specialis.
Consiglio di Stato, Sezione V, 15 luglio 2020
[A] Sull’ammissibilità dell’impugnativa al buio e della contestazione giudiziale preventiva. [B] Se debba essere impugnata l’aggiudicazione sopravvenuta nel corso del giudizio e se l’annullamento giudiziale dell’esclusione abbia effetto viziante o caducante. [C] Sulla decorrenza del termine di impugnazione dell’aggiudicazione.
Consiglio di Stato, Adunanza Plenaria, 2 luglio 2020
L’ADUNANZA PLENARIA SI PRONUNCIA SULLA DECORRENZA DEI TERMINI DI IMPUGNAZIONE [A] Se il termine per l’impugnazione dell’aggiudicazione decorra dalla pubblicazione ex art. 29 del D. Lgs. n. 50 del 2016. [B] Se le informazioni ex art. 76 del D. Lgs. n. 50 del 2016 rilevino solo per la proposizione dei motivi aggiunti o anche del ricorso principale. [C] Se la proposizione dell’istanza di accesso agli atti di gara comporti la dilazione temporale del termine di impugnazione. [D] Se siano idonee a far decorrere il termine per l’impugnazione le forme di comunicazione e di pubblicità individuate nel bando di gara.
Consiglio di Stato, Sezione III, 4 febbraio 2020
[A] Se per il concorrente escluso il termine di impugnazione dell’aggiudicazione possa farsi decorrere dalla pubblicazione della relativa delibera o se sia necessaria la comunicazione individuale. [B] Sui chiarimenti della stazione appaltante e sull’interpretazione del bando di gara. [C] Se il principio di rotazione si applichi in caso di selezione dell’operatore economico mediante procedura aperta.
Consiglio di Stato, Sezione V, 4 dicembre 2019
[A] Sul rapporto tra il termine di impugnazione dell’aggiudicazione e l’accesso semplificato ai sensi dell’art. 76 D. Lgs. n. 50/2016. [B] Se l’Amministrazione abbia l’obbligo di provvedere sull’istanza di accesso nel termine ordinario o in quello accelerato previsti, rispettivamente, dagli artt. 53 e 76 D. Lgs. 50/2016. [C] Sul “mezzo adeguato” all’accertamento della “grave infrazione” delle norme in materia di salute e sicurezza sul lavoro ai sensi dell’art. 80, comma 5, lett. a), D. Lgs. 50/2016.
Consiglio di Stato, Sezione III, 21 novembre 2019
[A] Sul rinvio dell'art. 120, comma 5, c.p.a. all’art. 79, D. Lgs. 12 aprile 2006, n. 163. [B] Sulla decorrenza del termine di impugnazione del provvedimento di aggiudicazione. [C] Sulla dilazione del termine di impugnazione dell'aggiudicazione. [D] Se la pubblicazione sull'albo della stazione appaltante faccia decorrere il termine di impugnazione dell'aggiudicazione.
Consiglio di Stato, Sezione V, 28 ottobre 2019
[A] Sulla decorrenza del termine di impugnazione dell’aggiudicazione. [B] Se la stazione appaltante abbia l’obbligo di consentire l’accesso nel termine di 15 giorni ex art. 76 D. Lgs. n. 50/2016 anche in caso di accesso “ordinario” ex art. 53 D. Lgs. n. 50/2016. [C] Sui mezzi di prova “adeguati" ai sensi dell’art. 80, comma 5, lett. a), D. Lgs. n. 50/2016. [D] Sulla falsa dichiarazione comportante l’esclusione dalla gara ai sensi dell’art. 80, comma 5, lett. f-bis), D. Lgs. n. 50/2016.
Consiglio di Stato, Sezione V, 20 settembre 2019
[A] Sulle differenze tra l'art. 76 D. Lgs. 50/2016 e l'art. 79 D. Lgs 163/2006 con le conseguenti ricadute in ordine all'onere di comunicazione dell'aggiudicazione. [B] Se il termine di trenta giorni per l'impugnazione decorra sempre dal momento della comunicazione del provvedimento di aggiudicazione. [C] Se il ricorrente possa beneficiare ai fini dell'impugnazione della dilazione temporale di 15 giorni di cui all’art. 76, comma 2, D. Lgs. 50/2016. [D] Sulle conseguenze in ordine alla decorrenza del termine per ricorrere qualora la stazione appaltante rifiuti illegittimamente l’accesso. [E] Se la comunicazione dell’avvenuta aggiudicazione sia surrogabile dalla pubblicazione del provvedimento all’albo pretorio. [F] Se, indipendentemente dalla comunicazione dell’art. 76, comma 5, D. Lgs. 50/2016, viga la regola generale di cui all’art. 41, comma 2, c.p.a. della “piena conoscenza” dell’aggiudicazione. [G] Se sia in termini il ricorrente che, in difetto di comunicazione dell'aggiudicazione, abbia presentato istanza di accesso mesi dopo l'intervenuta aggiudicazione. [H] Se la revoca dell’aggiudicazione nell’esecuzione del servizio consegnato in via d’urgenza rientri nella giurisdizione del giudice amministrativo. [I] Se l’amministrazione aggiudicatrice sia obbligata alla revoca in autotutela dell’aggiudicazione per fatto imputabile all’aggiudicatario
Consiglio di Stato, Sezione V, 25 luglio 2019
[A] Se la pubblicazione sull’albo pretorio della delibera di aggiudicazione sia sufficiente a far decorrere il termine di impugnazione. [B] Sull’avvalimento di garanzia relativo ai requisiti di carattere economico–finanziario. [C] Se nell’avvalimento di garanzia sia necessaria l’indicazione dei beni patrimoniali messi a disposizione dell’ausiliata. [D] Sul requisito del possesso del certificato camerale e se sia necessaria una corrispondenza contenutistica tra le risultanze descrittive della professionalità dell’impresa e l’oggetto del contratto d’appalto.
T.A.R. Puglia LE, Sezione III, 22 luglio 2019
[A] Se sia autonomamente impugnabile il provvedimento di verifica dei requisiti di partecipazione quale condizione di efficacia dell'aggiudicazione. [B] Sulla decorrenza del termine di impugnazione dell'aggiudicazione ai sensi dell'art. 76 D. Lgs. n. 50/2016. [C] Se l’esercizio del diritto di accesso può incidere sui termini di impugnazione della delibera di aggiudicazione.
Consiglio di Stato, Sezione V, 3 aprile 2019
[A] Se la disponibilità di un centro cottura possa rappresentare un elemento di valutazione dell’offerta tecnica. [B] Se ai fini della decorrenza del termine di impugnazione dell’aggiudicazione sia sufficiente la comunicazione agli altri concorrenti. [C] Se sia adatto a centro cottura la cucina di un ristorante.
T.A.R. Abruzzo AQ, Sezione I, 23 marzo 2019
[A] Sulla distinzione tra invalidità caducante e invalidità viziante. [B] Se la mancata comunicazione della decisione di non aggiudicare l’appalto ai sensi dell’art. 76, comma 5, D. Lgs. n. 50/2016 ne determini l’illegittimità. [C] Sul risarcimento del danno da responsabilità precontrattuale
T.A.R. Marche, Sezione I, 6 marzo 2019
[A] Se ai fini della decorrenza del termine di impugnazione occorra la comunicazione dell'aggiudicazione definitiva o se ne sia sufficiente la pubblicazione. [B] Se la gara per l'elaborazione delle buste paga riguardi un'attività riservata ai sensi dell'art. 1 della legge n. 12 del 1979. [C] Se l’obbligo di rinnovare la gara inibisca la dichiarazione di inefficacia del contratto ai sensi dell'art. 122 c.p.a.
T.A.R. Lombardia MI, Sezione I, 15 gennaio 2019
[A] Sul dies a quo del termine di impugnazione e sulla rilevanza o meno dell’accesso semplificato ex art. 76 D. Lgs. 50/2016. [B] Sulla possibilità o meno di far decorrere il termine di impugnazione dal momento in cui l’interessato abbia ottenuto l’accesso ai documenti. [C] Sulla ricevibilità della domanda di risarcimento dei danni formulata contestualmente alla domanda di annullamento dichiarata inammissibile.
C.G.A. Regione Sicilia, 12 novembre 2018
[A] Sulla decorrenza del termine per l’impugnazione dell’aggiudicazione. [B] Sulla rilevanza dell’istanza di accesso ai fini della decorrenza del termine per l’impugnazione. [C] Sul principio di acquisizione delle prove