Rivista sull'affidamento dei contratti pubblici.ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Giuseppe Gratteri  e  Avv. Gherardo Lombardi
Art. 33. (Controlli sugli atti delle procedure di affidamento)
TAR Campania NA, Sez. I, 5 gennaio 2021
[A] Se in caso di offerta economicamente più vantaggiosa la valutazione delle offerte sia di competenza esclusiva della commissione giudicatrice. [B] Se l’Amministrazione abbia il potere di riformulare la graduatoria redatta dalla commissione giudicatrice. [C] Sulle incompatibilità dei membri delle Commissioni di gara. [D] Sui limiti del sindacato giurisdizionale sulle valutazioni tecniche operate dalla commissione di gara.
TAR Calabria RC, 29 dicembre 2020
A] Sull’impugnazione della comunicazione di avvio del procedimento. [B] Sul rapporto tra regole pubblicistiche e regole privatistiche nell’ambito del procedimento di evidenza pubblica. [C] Sulla condizione per chiedere il riconoscimento dell’indennizzo ex art. 21 quinquies L. 241/1990.
T.R.G.A. TN, 23 dicembre 2020
[A] Sul vizio di incompetenza. [B] Sulla latitudine del potere di revoca del provvedimento da parte dell’Amministrazione. [C] Sulla revoca della gara che interviene successivamente all’aggiudicazione, ma prima della stipulazione. [D] Sulla revoca della proposta di aggiudicazione. [E] Sull’impugnazione di un atto c.d. plurimotivato. [F] Se sia configurabile la responsabilità per culpa in contraendo dell’Amministrazione in caso di revoca legittima. [G] Se sia possibile riconoscere l’indennizzo ex art. 21 quinquies L. 241/1990 in caso di revoca della proposta di aggiudicazione.
TAR Umbria, Sezione I, 16 dicembre 2020
[A] Principi in tema di decorrenza del termine di impugnazione. [B] Sul dies a quo per l’impugnazione degli atti di una procedura di una gara d’appalto. [C] Se la verifica dei requisiti di partecipazione sia idonea a far decorrere il termine per l'impugnazione.
Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Sicilia, 16 luglio 2020
[A] Se l’aggiudicazione costituisca un’autonoma manifestazione di volontà dell’amministrazione appaltante resa all’esito della verifica della proposta di aggiudicazione. [B] Se l’approvazione per silentium della proposta di aggiudicazione trasformi automaticamente la proposta di aggiudicazione in aggiudicazione. [C] Se il meccanismo del “taglio delle ali” disciplinato dall’art. 97, comma 2 bis, del D.Lgs. 50/2016 comporti l’esclusione automatica dalla gara delle imprese che abbiano presentato offerte ricadenti nelle “ali”. [D] Sulla presunzione che le offerte ricadenti nelle “ali” abbiano come obiettivo quello di condizionare la soglia di anomalia. [E] Sui presupposti per il riconoscimento del mancato utile in caso di annullamento dell’aggiudicazione impugnata.
Consiglio di Stato, Sezione V, 27 marzo 2020
[A] Sul rapporto tra proposta di aggiudicazione e aggiudicazione e sugli effetti dell’approvazione tacita dell’aggiudicazione. [B] Sulla procedura negoziata senza preventiva pubblicazione del bando di gara. [C] Se la circostanza che il gestore uscente abbia ottenuto l’appalto a seguito di una procedura aperta o il differente contesto nel quale i lavori dovranno essere eseguiti consentano di derogare al principio di rotazione nell'affidamento degli appalti sotto soglia.
TAR Sicilia CT, Sezione I, 24 dicembre 2019
[A] Se il difetto parziale di sottoscrizione dell’offerta sia suscettibile di soccorso istruttorio. [B] Se l’aggiudicazione definitiva possa perfezionarsi mediante il silenzio assenso. [C] Se l’aggiudicazione faccia insorgere il rapporto obbligatorio tra ente appaltante ed operatore economico. [D] Sul momento dal quale opera il principio di invarianza della soglia di anomalia codificato dall’art. 95, comma 15, D. Lgs. n. 50/2016.
TAR Lazio RM, Sezione III, 25 novembre 2019
[A] Se la commissione giudicatrice possa disapplicare le regole della lex specialis che risultino illegittime. [B] Se l’annullamento per illegittimità dell’intera fase valutativa delle offerte tecniche comporti l’obbligo di riedizione della gara. [C] Se in caso di revoca o annullamento della proposta di aggiudicazione sussista l’obbligo di comunicazione di avvio del procedimento.
TAR Campania NA, Sezione VIII, 14 novembre 2019
[A] Se prima dell’aggiudicazione definitiva il potere di ritiro della stazione appaltante sia soggetto ai presupposti dell’autotutela decisoria. [B] Sulle differenze tra annullamento d’ufficio e revoca. [C] Se sia praticabile la revoca degli atti di gara dopo la stipula del contratto. [D] Sulla revoca dell’aggiudicazione.
T.A.R. Puglia LE, Sezione III, 22 luglio 2019
[A] Se sia autonomamente impugnabile il provvedimento di verifica dei requisiti di partecipazione quale condizione di efficacia dell'aggiudicazione. [B] Sulla decorrenza del termine di impugnazione dell'aggiudicazione ai sensi dell'art. 76 D. Lgs. n. 50/2016. [C] Se l’esercizio del diritto di accesso può incidere sui termini di impugnazione della delibera di aggiudicazione.
T.A.R. Calabria, Sezione I, 20 febbraio 2019
[A] Se debbano o meno ricorrere i presupposti previsti dagli artt. 21-quinquies e 21-nonies della l. n. 241 del 1990 per la revoca o la mancata conferma dell’aggiudicazione provvisoria. [B] Se sia necessaria la comunicazione di avvio del procedimento volto all’annullamento e/o alla revoca dell’aggiudicazione provvisoria.
T.A.R. Puglia BA, Sezione I, 7 febbraio 2019
[A] Sulla proposta di aggiudicazione di cui all’art. 33 D. Lgs. 50/2016. [B] Sulla differenza tra l’approvazione della proposta di aggiudicazione e l’aggiudicazione definitiva. [C] Sui casi in cui il punteggio numerico equivale a sufficiente motivazione.
Consiglio di Stato, Sezione V, 27 dicembre 2018
Sulla necessità o meno di impugnare l'aggiudicazione definitiva qualora sia stata impugnata l'aggiudicazione provvisoria (ora proposta di aggiudicazione).