Rivista sull'affidamento dei contratti pubblici.ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Giuseppe Gratteri  e  Avv. Gherardo Lombardi
Art. 51. (Suddivisione in lotti)
Consiglio di Stato, Sezione V, 27 settembre 2021

[A] Se in caso di suddivisione della gara in lotti funzionali la regola di cui all’art. 80, comma 5, lett. m), D. Lgs. n. 50/2016 si applichi qualora le offerte presentate da imprese appartenenti ad un unico centro decisionale si riferiscano a lotti diversi. [B] Se il vincolo di aggiudicazione ex art. 51, comma 3, D. Lgs. n. 50/2016 operi anche in presenza di offerte presentate da imprese appartenenti ad un unico centro decisionale.

T.R.G.A. TN, 29 settembre 2020
[A] Se in caso di impugnazione di una gara svolta in forma aggregata il ricorso debba essere notificato solo alla pubblica amministrazione che ha emesso l’atto impugnato. [B] Sulle differenze tra il contratto di cooperazione continuativa ed il subappalto. [C] Se a fronte di eventuali inadempimenti in fase esecutiva di contratti continuativi di cooperazione risponda il soggetto affidatario. [D] Sulla suddivisione in lotti degli appalti.
TAR Valle D’Aosta, 3 agosto 2020
[A] Sull’interesse a ricorrere in presenza di clausole immediatamente escludenti. [B] Sulla lesività del sistema “on/off” nella fase della presentazione delle offerte. [C] Sulla compatibilità con la normativa comunitaria della regola che limita la legittimazione ad impugnare clausole non escludenti agli operatori che abbiano partecipato alla gara. [D] Se sia disapplicabile per contrasto con la normativa comunitaria il limite quantitativo del subappalto ex art. 105 D. Lgs. 50/2016. [E] Sull’appalto “a corpo”. [F] Sull’ammissibilità dei chiarimenti resi in sede di gara. [G] Sul sindacato della scelta della stazione appaltante circa la suddivisione in lotti.
Consiglio di Stato, Sezione III, 7 luglio 2020
[A] Sul cd. vincolo di aggiudicazione. [B] Sulla suddivisione dell'appalto in lotti. [C] Sulla sindacabilità dei criteri di valutazione delle offerte, compresi il peso da attribuire a tali singoli elementi specificati nella lex specialis e la disaggregazione in sub-criteri.
Consiglio di Stato, Sezione III, 6 maggio 2020
[A] Se la presentazione dell’offerta pregiudichi la perduranza dell’interesse a coltivare la lite diretta all’annullamento dell’intera gara. [B] Se sia ammissibile la limitazione di un numero massimo di lotti aggiudicabili al medesimo offerente e che le offerte per più lotti debbano essere presentate nella medesima forma individuale o associata.
TAR Lazio RM, Sezione II, 16 aprile 2020
[A] Se sia legittimo il bando di gara che determina il costo del lavoro in base alle Tabelle ministeriali del 2013 e non al CCNL - Cooperative Sociali del 2019. [B] Se il divieto di cui all’art. 95, comma 14 bis, D. Lgs. 50/2016, si applichi anche agli appalti di servizi. [C] Se sia legittima la previsione che non consente ai concorrenti di essere aggiudicatari di più di un lotto, sia se partecipino singolarmente, sia se concorrano in RTI ovvero in forma consortile.
T.A.R. Sardegna, Sezione I, 31 marzo 2020
[A] Sulla legittimità della scelta di non prevedere un limite al numero di lotti aggiudicabile allo stesso operatore economico. [B] Sulla portata del divieto di disapplicazione della lex specialis.
TAR Lazio RM, Sezione II Quater, 28 febbraio 2020
[A] Se l’accettazione delle regole di gara comporti l’inoppugnabilità delle clausole della lex specialis. [B] Sulla struttura bifasica della procedura mediante ammissione al sistema dinamico di acquisizione e sul momento in cui i concorrenti devono possedere la qualificazione degli operatori economici. [C] Sulla possibilità di derogare al principio della suddivisione in lotti ai sensi dell’art. 51 D. Lgs. 50/2016.
TAR Campania NA, Sezione III, 12 febbraio 2020.
[A] Se sia legittimo l'obbligo di partecipare a tutti i lotti sempre nella medesima forma (individuale o associata) ed in caso di R.T.I. sempre con la medesima composizione. [B] Sul vincolo di partecipazione e sul vincolo di aggiudicazione. [C] Se sia legittima l'esclusione del concorrente a causa di una risoluzione contrattuale sub iudice. [D] Sullo scrutinio di entrambi i ricorsi, principale ed incidentale, a seguito dei più recenti arresti della CGUE. [E] Sulle conseguenze, in ordine alla procedura di gara, derivanti dall’accoglimento di due ricorsi reciprocamente escludenti.
TAR Abruzzo PE, Sezione I, 15 gennaio 2020
[A] Se ai fini dell'ammissibilità dell'impugnativa sia sufficiente l'interesse strumentale del concorrente ad ottenere la riedizione dell'intera gara [B] Se abbia interesse a contestare la violazione dell'art. 51 D. Lgs. 50/2016 la società non appartenente alle imprese di minori dimensioni (PMI). [C] Se il verbale di gara abbia natura di atto pubblico. [D] Sui presupposti per l'applicazione del rito c.d. super-accelerato di cui agli artt. 120, comma 2-bis, c. p. a. e 29 D. Lgs. 50/2016. [E] Se l’obbligo dichiarativo ai sensi dell’art. 80, comma 5, lett. c), D. Lgs. 50/2016 sussista unicamente laddove la vicenda abbia dato luogo a iscrizione nel casellario ANAC e se possa riguardare la sola richiesta di rinvio a giudizio. [F] Se gli elementi rilevanti ai fini dell’operatività dell’art. 80, comma 5, lett. c), D. Lgs. 50/2016 possano essere desunti anche da fatti oggetto di un procedimento penale. [G] Se il punteggio da considerare ai fini dell’anomalia sia quello assegnato prima o dopo la riparametrazione. [H] Sull’emendabilità dell’errore materiale dell’offerta.
Consiglio di Stato, Sezione VI, 2 gennaio 2020
[A] Sulla derogabilità del principio della suddivisione in lotti. [B] Sul sindacato giurisdizionale della suddivisione in lotti. [C] Sulle differenze tra le attività di portierato e vigilanza e se sia ammissibile il loro accorpamento funzionale.
T.A.R. Campania NA, Sezione II, 16 maggio 2019
[A] Sugli elementi rivelatori dell'esistenza di un unico centro di interesse tra due soggetti ai sensi dell’art. 80, comma 5, lett. m), D. Lgs. n. 50/2016. [B] Se il bando di gara pubblica suddiviso in lotti sia un atto ad oggetto plurimo. [C] Sui poteri della Commissione in un appalto da aggiudicare col criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa in ordine agli elementi tecnici ed economici di valutazione stabiliti dalla lex specialis.
Consiglio di Stato, Sezione III, 21 marzo 2019
[A] Sulla discrezionalità dell’Amministrazione nella fissazione dei requisiti di partecipazione. [B] Se sia derogabile il principio della suddivisione in lotti codificato dall’art. 51 del D. Lgs. 50/2016. [C] Se sia ammissibile l’integrazione in giudizio della motivazione. [D] Sul principio di partecipazione delle imprese minori.
T.A.R. Lazio RM, Sezione II, 1° marzo 2019
[A] Sulle ipotesi in cui è ammessa l’impugnazione immediata del bando. [B] Sul principio della suddivisione in lotti e sulle possibili deroghe. [C] Sulla clausola sociale in generale e con riguardo al settore dei trasporti pubblici locali.
Consiglio di Stato, Sezione III, 4 marzo 2019
[A] Se la partecipazione alla gara o la contestazione dell’illegittimità dell’anomalia comportino acquiescenza alle regole di gara e precludano la possibilità di impugnare la lex specialis. [B] Sulla ratio del principio della suddivisione in lotti. [C] Se sia legittima la mancata indicazione dei punteggi attribuiti dai singoli Commissari di gara.
Consiglio di Stato, Sezione III, 26 febbraio 2019
[A] Se sia configurabile l’acquiescenza implicita al bando di gara in caso di partecipazione alla gara o di contestazione dell'illegittimità dell'anomalia [B] Ancora sul principio della suddivisione in lotti.
T.A.R. Toscana, Sezione I, 11 febbraio 2019
[A] Sulla legittimazione all’impugnazione delle clausole immediatamente escludenti da parte dell’operatore che non abbia partecipato alla procedura e se dette clausole costituiscano o meno un numero chiuso. [B] Sulla legittimazione all’impugnazione del bando da parte degli operatori che lamentino la violazione della previsione in materia di suddivisione in lotti prevista dall’art. 51, 1° comma, D. Lgs. 50/2016. [C] Sulla possibilità di derogare al principio della suddivisione in lotti.
T.A.R. Veneto, Sezione II, 14 gennaio 2019
[A] Sull’ammissibilità del ricorso da parte di chi non ha partecipato alla gara ove impugni il bando per violazione del principio di suddivisione in lotti e dei requisiti speciali richiesti. [B] Sulla derogabilità o meno del principio di suddivisione in lotti.