Rivista sull'affidamento dei contratti pubblici.ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Giuseppe Gratteri  e  Avv. Gherardo Lombardi
Art. 30. (Principi per l'aggiudicazione e l’esecuzione di appalti e concessioni)
Consiglio di Stato, Sezione III, 20 gennaio 2021
[A] Sull’obbligo di apertura in seduta pubblica delle buste e sulle conseguenze derivanti dalla sua violazione. [B] Se il principio di pubblicità delle sedute di gara operi anche nelle gare telematiche. [C] Se l’impossibilità di rinnovazione parziale dei giudizi anche a buste aperte abbia carattere assoluto.
TAR Sicilia CT, Sezione IV, 5 gennaio 2021
[A] Sui casi di giurisdizione del G.O. in tema di risoluzione anticipata del contratto di appalto. [B] Sulla giurisdizione del G.A. in tema di risoluzione del contratto di appalto. [C] Sul procedimento di qualificazione del contratto di appalto o di concessione. [D] Sul rapporto intercorrente tra il principio di rotazione e il principio di libera concorrenza. [E] Sulla finalità del principio di rotazione e sulla asimmetria informativa.
Consiglio di Stato, Sezione III, 28 settembre 2020
[A] Se siano escludenti sole clausole oggettivamente tali nei confronti di tutti gli operatori economici. [B] Sulla sindacabilità della determinazione del prezzo posto a base d’asta. [C] Se rientri nella nozione di appalto pubblico quale contratto a titolo oneroso il contratto in cui sia previsto quale corrispettivo il solo rimborso delle spese sostenute e sul differente regime normativo dei soggetti con e senza scopo di lucro. [D] Se le organizzazioni di volontariato possano partecipare agli appalti pubblici. [E] Se la fissazione di un elevato importo dell’appalto sia incompatibile con la partecipazione alla gara delle organizzazioni di volontariato. [F] Se sia legittima la determinazione dell’importo a base d’asta in base ai costi per le prestazioni fornite dalle organizzazioni di volontariato.
Consiglio di Stato, Sezione IV, 20 luglio 2020
[A] Se la stazione appaltante possa fissare un termine perentorio entro cui produrre i documenti comprovanti la sussistenza dei requisiti richiesti. [B] Se sia necessario valersi del sistema AVC Pass ai fini della verifica dei requisiti e sulle ipotesi in cui è legittima l’esclusione per omesso caricamento dei dati sul sistema AVC Pass.
Tar Piemonte, Sezione I, 25 maggio 2020
[A] Sulla scelta del C.C.N.L. da applicare. [B] Sui casi in cui l’applicazione di un CCNL può comportare l’esclusione dalla gara ai sensi dell’art. 30, comma 4, D. Lgs. n. 50/2016. [C] Sul CCNL Multiservizi e se sia applicabile al servizio di trasporto e facchinaggio. [D] Sul sindacato di merito della stazione appaltante rispetto a scelte rientranti nella sfera di autonomia dell'impresa. [E] Sull’interpretazione della clausola sociale. [F] Se sia necessario il progetto di riassorbimento previsto dalle linee guida ANAC n. 13/2019 e se in difetto sia ammesso il soccorso istruttorio.
TAR Lazio RM, Sezione I bis, 14 febbraio 2020
[A] Sulla competenza territoriale del TAR in caso di gara suddivisa in lotti. [B] Se la procura apposta in calce abbia natura di mandato speciale. [C] Se il mancato rispetto degli obblighi in materia ambientale di cui all’art. 30, comma 3, D. Lgs. 50/2016, determini l’esclusione automatica del concorrente. [D] Se sia ammissibile la modifica dei costi della manodopera in corso di gara e in sede di verifica dell’anomalia. [E] Sulla competenza dei membri della Commissione giudicatrice.
TAR Sardegna, Sezione I, 18 settembre 2019
Se sia ammissibile l’applicazione da parte del concorrente di un C.C.N.L. non conforme all’oggetto dell’appalto a base di gara.
T.A.R. Lombardia MI, Sezione IV, 21 giugno 2019
[A] Se il bando di gara possa prescrivere l’applicazione di un determinato CCNL e se il CCNL Multiservizi, sia utilizzabile negli appalti di raccolta e di smaltimento dei rifiuti. [B] Se la valutazione della congruità delle offerte spetti al RUP o alla commissione giudicatrice.
T.A.R. Campania NA, Sezione V, 14 giugno 2019
[A] Sull’obbligo di preventiva comunicazione ai concorrenti della data e l’ora delle sedute di gara. [B] Sul principio di pubblicità delle sedute di gara di apertura dei plichi. [C] Se sussista l’onere di preventiva comunicazione in caso di accettazione da parte dei concorrenti della clausola per cui le comunicazioni avvengono con la pubblicazione sul sito web della stazione appaltante.
T.A.R. Lazio RM, Sezione II bis, 23 maggio 2019
[A] Se sia ammissibile la variazione della composizione soggettiva del concorrente in ATI tra fase di prequalifica e fase di offerta allo scopo di usufruire del massimo punteggio a disposizione. [B] Se sia legittimo il bando di gara che non enuclei i criteri di aggiudicazione.
T.A.R. Lazio RM, Sezione II ter, 5 febbraio 2019
[A] Sulla obbligatorietà o meno della trasmissione della documentazione a comprova dei requisiti mediante il sistema Avcpass. [B] Sulla legittimità del termine perentorio assegnato dalla stazione appaltante per la comprova dei requisiti. [C] Se sia applicabile il termine di 30 giorni di cui all'art. 120, comma 2 bis, c.p.a., all’impugnazione dell’esclusione del potenziale aggiudicatario. [D] Sulle conseguenze derivanti dall’omessa indicazione di sentenze penali di condanna a carico di esponenti aziendali.
T.A.R. Lazio RM, Sezione III, 14 gennaio 2019
[[A] Sull’applicabilità del sistema di qualificazione ex art. 90 D.P.R. 207/2010 negli appalti di importo superiore a € 150.000. [B] Sui limiti delle modifiche soggettive nei R.T.I.