Rivista sull'affidamento dei contratti pubblici. ISSN 2785-5597     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Giuseppe Gratteri  e  Avv. Gherardo Lombardi
TAR Lazio Roma, Sezione III quater, 27 agosto 2021

[A] Sull’ambito temporale di applicazione del divieto di appalto integrato. [B] Sul soccorso istruttorio. [C] Sul rapporto tra la cd. eterointegrazione ed il principio di esclusività del bando.

Consiglio di Stato, Sezione V, 27 luglio 2021

[A] Se il progettista indicato debba soddisfare i requisiti generali e speciali. [B] Se sia possibile sostituire il progettista indicato privo dei requisiti generali. [C] Se l’art. 80, comma 4, D. Lgs. 5/2016 sia conforme alla normativa eurounitaria.

TAR Emilia Romagna BO, Sezione I, 15 marzo 2021
[A] Se il D.Lgs. 50/2016 abbia comportato l’abrogazione dell’art. 77 R.D. 827/1924. [B] Sull’ammissibilità del meccanismo della eterointegrazione dei bandi di gara. [C] Sui presupposti del meccanismo della eterointegrazione. [D] Sul necessario bilanciamento dell’eterointegrazione con l’affidamento dell’operatore economico. [E] Sull’inderogabilità dell’art. 77 R.D. 827/1924. [F] Sulla compatibilità dell’art. 77 R.D. 827/1924 con le gare telematiche. [G] Sulla compatibilità dell’art. 77 R.D. 827/1924 con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. [H] Se il rilancio tra offerte uguali si sostanzi in una procedura competitiva con negoziazione non prevista dal vigente art. 59 D. Lgs. 50/2016.
TAR Campania SA, Sezione I, 16 febbraio 2021
[A] Se l'art. 80, comma 4, D. Lgs. 50/2016 sia conforme alla Direttiva n. 2014/24/UE. [B] Se in caso di appalto integrato il progettista indicato ex art. 92, comma 6, D.P.R. n. 207/2010 sia soggetto all’art. 80 D. Lgs. n. 50/2016. [C] Se sia ammessa la sostituzione del progettista indicato ex art. 92, comma 6, D.P.R. n. 207/2010. [D] Se l’art. 48 D. Lgs. n. 50/2016 consenta la modifica del R.T.I. in caso di perdita dei requisiti generali di uno dei componenti in corso di gara.
Consiglio di Stato, Sezione V, 23 dicembre 2020.
[A] Sul criterio interpretativo dei bandi di gara da privilegiare. [B] Se sia legittima l’esclusione per la carenza di un elemento dell’offerta. [C] Se contrasti con l’art. 59, comma 4, lett. c), del D. Lgs. n. 50 del 2016 l’esclusione delle offerte in aumento per singole voci di costo.
Consiglio di Stato, Adunanza Plenaria, 9 luglio 2020
[A] Se il professionista esterno incaricato di redigere il progetto esecutivo ai sensi dell’art. 53, comma 3, D. Lgs. n. 163 del 2006 possa utilizzare l’avvalimento. [B] Sull’avvalimento a cascata in base al D. Lgs. 163 del 2006 ed al D. Lgs. 50 del 2016.
T.A.R. Campania SA, Sezione I, 16 dicembre 2019
[A] Sul carattere vincolante del bando di gara anche nei confronti della stazione appaltante. [B] Sull’efficacia integrativa del contratto ai sensi dell’art. 32, comma 14 bis, D. Lgs. 50/2016, dei capitolati e del computo estimativo metrico. [C] Sul principio di tassatività delle cause di esclusione nelle gare pubbliche. [D] Sulla diversa rilevanza del computo metrico negli appalti a corpo e a misura. [E] Sulla rilevanza del cronoprogramma. [F] Sul risarcimento del danno in forma specifica. [G] Sul risarcimento del danno per equivalente pecuniario.
Consiglio di Stato, Sezione V, 5 novembre 2019
[A] Se l’impugnazione della nomina della commissione sia soggetta alla prova di resistenza. [B] Se la domanda di riedizione della gara possa essere modificata in corso di giudizio in domanda di rinnovazione della valutazione delle offerte. [C] Sul regime transitorio applicabile in assenza dell’attivazione del regime sull’albo dei commissari di gara. [D] Se le cause di incompatibilità previste dall’art. 77 D. Lgs. 50/2016 siano di stretta interpretazione. [E] Sul requisito dell’esperienza professionale dei componenti la commissione.
Consiglio di Giustizia Amministrativa Regione Sicilia, 8 maggio 2019
[A] Se i concorrenti ad una procedura di appalto integrato debbano necessariamente indicare un geologo tra i progettisti e corredare l'offerta tecnica con la relazione geologica. [B] Principi giurisprudenziali consolidati sul sindacato giurisdizionale della valutazione dell’anomalia delle offerte.
Consiglio di Stato, Sezione V, 3 maggio 2019
[A] Se l’affidamento ingenerato dai documenti di gara sulla insussistenza di un determinato obbligo precluda alla stazione appaltante di escludere il concorrente senza il previo esperimento del soccorso istruttorio. [B] Se nell’appalto a corpo abbiano rilevanza le voci che concorrono a formarlo. [C] Se sia ammissibile prescrivere a pena di esclusione l’indicazione dei costi delle varianti ai sensi dell’art. 95, comma 14, D. Lgs. 50/2016. [D] Sulla modificabilità delle giustificazioni dell’offerta. [E] Se, in applicazione del principio di equivalenza di cui all’art. 68 D. Lgs. 50/2016, debba essere privilegiata la conformità dei prodotti di tipo funzionale.
Consiglio di Stato, Sezione V, 4 febbraio 2019
[A] Se sia ammissibile la presentazione dell’offerta oltre i termini prescritti dal bando di gara qualora il concorrente abbia dimostrato che il ritardo non sia a lui sia imputabile. [B] Se sia applicabile la regola della scissione degli effetti della notificazione per il notificante e il destinatario alla spedizione delle domande di partecipazione alle procedure di gara. [C] Sulla legittimazione a impugnare l’altrui aggiudicazione da parte del concorrente la cui esclusione non sia definitiva. [D] Sulla necessità di impugnare l’aggiudicazione definitiva da parte del concorrente che abbia impugnato la propria esclusione dalla procedura.
T.A.R. Marche, Sezione I, 31 dicembre 2018
Sulla legittimità o meno dell’offerta economica relativa alla procedura di aggiudicazione di un appalto a corpo che non corrisponde al totale delle voci di spesa elencate nella lista delle lavorazioni e forniture.