Rivista sull'affidamento dei contratti pubblici.ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Giuseppe Gratteri  e  Avv. Gherardo Lombardi
Art. 29. (Principi in materia di trasparenza)
TAR Puglia Lecce, Sezione III, 6 aprile 2021

[A] Sull’idoneità della pubblicazione degli atti di gara a far decorrere il termine di impugnazione. [B] Se la pubblicazione ex art. 29 del D.Lgs. 50/2016 sia sufficiente a far decorrere il termine di impugnazione dell’aggiudicazione. [C] Se l’interesse collettivo in capo all’Ente esponenziale debba ridondare anche in un materiale ed effettivo vantaggio per tutti i singoli componenti della categoria. [D] Sulle ipotesi in cui chi non ha partecipato ad una selezione è legittimato a chiedere l’annullamento della procedura di gara. [E] Sull’onere di impugnazione immediata delle clausole escludenti. [F] Se la stazione appaltante sia tenuta a motivare lo scostamento delle voci di costo della singola procedura dal prezzario regionale.

Consiglio di Stato, Sezione V, 19 gennaio 2021
[A] Sulla decorrenza del termine di impugnazione dell’aggiudicazione secondo l’Adunanza Plenaria. [B] Se l’obbligo del sopralluogo possa essere previsto a pena di esclusione. [C] Sull’interpretazione del l’obbligo del sopralluogo prescritto dalla lex specialis.
TAR Puglia BA, Sezione I, 5 gennaio 2021
[A] Sulla verifica di anomalia dell’offerta. [B] Sul giudizio sulla congruità dell'offerta economica. [C] Sugli aspetti procedimentali e sul principio del contraddittorio nel giudizio di anomalia dell’offerta. [D] Se siano modificabili le singole voci di costo. [E] Sulla decorrenza del termine per l’impugnazione di atti di gara lesivi.
TAR Liguria, Sezione I, 5 settembre 2020
[A] Sulla decorrenza del termine di impugnazione dell’aggiudicazione. [B] Se la cristallizzazione della soglia ex art. 95, comma 15, del D.Lgs. n. 50/2016 consegua alla proposta di aggiudicazione o all’aggiudicazione. [C] Se sia possibile fare ricorso al contratto di avvalimento anche se non espressamente previsto nella lex specialis di gara.
Consiglio di Stato, Adunanza Plenaria, 2 luglio 2020
L’ADUNANZA PLENARIA SI PRONUNCIA SULLA DECORRENZA DEI TERMINI DI IMPUGNAZIONE [A] Se il termine per l’impugnazione dell’aggiudicazione decorra dalla pubblicazione ex art. 29 del D. Lgs. n. 50 del 2016. [B] Se le informazioni ex art. 76 del D. Lgs. n. 50 del 2016 rilevino solo per la proposizione dei motivi aggiunti o anche del ricorso principale. [C] Se la proposizione dell’istanza di accesso agli atti di gara comporti la dilazione temporale del termine di impugnazione. [D] Se siano idonee a far decorrere il termine per l’impugnazione le forme di comunicazione e di pubblicità individuate nel bando di gara.
TAR Lazio RM, Sezione III, 18 marzo 2020
[A] Sui presupposti di applicazione del rito cd. “specialissimo” di cui ai commi 2-bis e 6-bis del citato articolo 120 c.p.a. [B] Principi giurisprudenziali sull’anomalia dell’offerta. [C] Sul possesso dei requisiti in misura maggioritaria da parte della mandataria nei raggruppamenti di tipo misto.
Consiglio di Stato, Sezione III, 9 marzo 2020
[A] Se il ricorrente abbia l’onere di formulare istanza di accesso ai documenti presentati dalle controinteressate per impedire la decadenza del termine di cui all’art. 120, comma 2 bis, c.p.a. vigente ratione temporis. [B] Se ai fini dell’avvalimento il fatturato sia un requisito finanziario o tecnico. [C] Sul contenuto del contratto di avvalimento relativo al fatturato specifico.
TAR Abruzzo PE, Sezione I, 15 gennaio 2020
[A] Se ai fini dell'ammissibilità dell'impugnativa sia sufficiente l'interesse strumentale del concorrente ad ottenere la riedizione dell'intera gara [B] Se abbia interesse a contestare la violazione dell'art. 51 D. Lgs. 50/2016 la società non appartenente alle imprese di minori dimensioni (PMI). [C] Se il verbale di gara abbia natura di atto pubblico. [D] Sui presupposti per l'applicazione del rito c.d. super-accelerato di cui agli artt. 120, comma 2-bis, c. p. a. e 29 D. Lgs. 50/2016. [E] Se l’obbligo dichiarativo ai sensi dell’art. 80, comma 5, lett. c), D. Lgs. 50/2016 sussista unicamente laddove la vicenda abbia dato luogo a iscrizione nel casellario ANAC e se possa riguardare la sola richiesta di rinvio a giudizio. [F] Se gli elementi rilevanti ai fini dell’operatività dell’art. 80, comma 5, lett. c), D. Lgs. 50/2016 possano essere desunti anche da fatti oggetto di un procedimento penale. [G] Se il punteggio da considerare ai fini dell’anomalia sia quello assegnato prima o dopo la riparametrazione. [H] Sull’emendabilità dell’errore materiale dell’offerta.
Consiglio di Stato, Sezione V, 27 dicembre 2019
[A] Sulla decorrenza del termine di impugnazione dei provvedimenti di ammissione e di esclusione ai sensi dell’art. 120, comma 2, bis, c.p.a. e dell’art. 29 del D. Lgs. n. 50 del 2016 nei testi applicabili ratione temporis. [B] Se, ai fini della decorrenza del termine di impugnazione, rilevi la presenza alla seduta di ammissione ed alle sedute successive del legale rappresentante della ricorrente o di suo delegato. [C] Sul contenuto del contratto di avvalimento cd, operativo e sull’ammissibilità del soccorso istruttorio.
T.A.R. Lazio RM, Sezione III, 25 novembre 2019
[A] Se sussista un onere di immediata impugnazione dei provvedimenti di ammissione ove la S.A. non abbia dato puntuale attuazione all’art. 29 D. Lgs. 50/2016. [B] Se debba riconoscersi autonomia all’aggiudicazione dei vari lotti affidati nell’ambito di una medesima gara. [C] Principi giurisprudenziali in materia di verifica dell’anomalia dell’offerta. [D] Se nel raggruppamento misto la mandataria debba possedere i requisiti in misura maggioritaria in ciascun sub-raggruppamento. [E] Se la facoltà di modifica relativa alle quote di esecuzione indicate ai sensi dell’art. 92, comma 2, D.P.R. 207/2010, possa sopperire al mancato rispetto, in sede di offerta, delle disposizioni in tema di partecipazione della capogruppo.
Consiglio di Stato, Sezione III, 18 settembre 2019
[A] Se la presenza del delegato di un concorrente alla seduta di gara in cui si sono deliberate le ammissioni faccia decorrere il termine per ricorrere ex art. 120, comma 2-bis, c.p.a. vigente ratione temporis. [B] Se la cessione di ramo d’azienda comporti per il cedente in via automatica la perdita delle proprie qualificazioni. [C] Se il principio affermato dall’art. 51 del d. lgs. 163/2006 dell’ammissibilità di modifiche soggettive dei concorrenti anche nella fase di aggiudicazione dell’appalto, previo accertamento dei requisiti previsti, possa ritenersi tuttora applicabile. [D] Sull’onere della prova della distorsione del confronto concorrenziale di cui all’art. 80, lett. m, D. Lgs. 50/2016 e se sia sufficiente al riguardo la circostanza che un subappaltatore sia designato da due o più concorrenti.
Consiglio di Stato, Sezione III, 28 giugno 2019
Sull’ambito di applicazione dell’art. 120, comma 2 bis, c.p.a. con particolare riguardo al provvedimento di ammissione o di esclusione fondato su presupposti diversi da quelli soggettivi
T.A.R. Lazio RM, Sezione II ter, 21 giugno 2019
[A] Sulla decorrenza del termine per l’impugnazione dei provvedimenti di ammissione ai sensi dell’art. 29 D. Lgs. 50/16. [B] Se sia legittimo il soccorso istruttorio per l’acquisizione dell’atto d’impegno dell’ausiliaria in relazione all’avvalimento di un requisito. [C] Se sia ammissibile l’avvalimento per le fasce di classificazione previste dal D.M. 274/97. [D] Se il notevole divario tra il costo della manodopera ed il costo aziendale della sicurezza rispetto a quello delle tabelle ministeriali imponga un approfondimento della stazione appaltante ex art. 97 comma 6, D. Lgs. n. 50/16.
Consiglio di Stato, Sezione III, 17 giugno 2019
[A] Sulla decorrenza del termine di impugnazione di cui all’art. 120, comma 2 bis, c.p.a., alla luce dell’orientamento della Corte UE. [B] Se l’omesso esercizio del diritto di accesso si rifletta sulla decorrenza di detto termine. [C] Sui requisiti di partecipazione delle imprese associate negli appalti di forniture e servizi in mancanza di una specifica determinazione nel bando di gara. [D] Sul sistema di qualificazione nel settore dei lavori pubblici e sulle differenze rispetto al settore delle forniture e servizi. [E] Principi giurisprudenziali sul sindacato giurisdizionale in tema di anomalia delle offerte.
T.A.R. Piemonte Sezione I, 29 maggio 2019
[A] Sul contenuto necessario del provvedimento che contiene le ammissioni o le esclusioni ai fini della decorrenza del termine di impugnazione di cui all’art. 120, comma 2 bis, c.p.a. [B] Sul principio di corrispondenza tra le quote di partecipazione al raggruppamento ed il possesso dei requisiti di qualificazione. [C] Sull’onere della prova in ordine all’ammontare del danno subito a causa della mancata aggiudicazione dell’appalto.
Consiglio di Stato, Sezione V, 23 maggio 2019
SUL REGIME TRANSITORIO DEL DECRETO LEGGE CD. SBLOCCA CANTIERI [A] Se sia ammissibile il ricorso con cui viene impugnata in via derivata, unitamente all’aggiudicazione, l’ammissione di un altro concorrente. [B] Sul regime transitorio dell’art. 1, comma 4, D.L. 18 aprile 2019, n. 32.
Consiglio di Stato, Sezione V, 15 maggio 2019
[A] Sull’interpretazione del combinato disposto degli artt. 29 D. Lgs. 50/2016 e 120, comma 1 bis, c.p.a. con riguardo alla piena conoscenza di cui all’art. 41, comma 2, c.p.a. [B] Sulla differenza tra notificazione nulla e inesistente. [C] Se sia ammissibile la presentazione della cauzione provvisoria da parte della Società controllante la Società concorrente. [D] Se sia ammissibile la formazione delle referenze bancarie dopo la scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione.
T.A.R. Sicilia CT, Sezione III, 9 maggio 2019
[A] Sulla validità ed efficacia della notifica del ricorso all’indirizzo di p.e.c. risultante dall’indice IPA. [B] Sulla decorrenza del termine di impugnazione dei provvedimenti di ammissione e di esclusione ai sensi dell’art. 120, comma 2 bis, c.p.a.[C] Sulla legittimità o meno dell’aggiudicazione in favore di una cooperativa sociale di tipo B di una procedura di gara avente ad oggetto l’affidamento del servizio di trasporto di campioni biologici.
T.A.R. Piemonte TO, Sezione I, 23 aprile 2019
[A] Sulla inapplicabilità del rito super accelerato di cui all’articolo 120, comma 2 bis, c.p.a. alla valutazione dei requisiti di esecuzione del servizio. [B] Sul contenuto necessario della pubblicazione sul profilo del committente di cui all’art. 29 D. Lgs. 50/2016 ai fini della decorrenza del termine di 30 giorni ex art. 120, comma 2 bis, c.p.a. [C] Se sia ammissibile l’avvalimento per i requisiti di esecuzione. [D] Su come debba essere intesa il requisito della “esclusiva disponibilità” del centro cottura. [E] Sulla portata della clausola sociale.
T.A.R. Valle D’Aosta 23 aprile 2019
[A] Sulla decorrenza del termine di impugnazione dalla pubblicazione sul profilo del committente dei provvedimenti di ammissione e di esclusione ai sensi dell’art. 29 D. Lgs. 50/2016 e dell’art. 120 c.p.a. anche alla luce della giurisprudenza comunitaria. [B] Se secondo l’orientamento dell’Anac sia ammissibile in caso di R.T.I. procedere al cumulo delle “classi” di iscrizione previste dall’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali.
T.A.R. Campania NA, Sezione I, 28 febbraio 2019
[A] Se nella disciplina del rito c.d. super accelerato prevista dall’art. 120, comma 2-bis, c.p.a. valga la regola dell’effettiva conoscenza. [B] Sulla decorrenza del termine per l’impugnazione del provvedimento di ammissione e di quello di esclusione con riguardo alla “motivazione” di cui all’art. 29 del D. Lgs. 50/2016. [C] Sulla compatibilità con l’ordinamento comunitario dell’art. 120, co. 2 bis, c.p.a.
T.A.R. Sicilia PA, Sezione III, 6 febbraio 2019
[A] Sulle modalità di pubblicazione ai sensi dell’art. 29, co. 1, del D. Lgs. n. 50/2016 ai fini della decorrenza del termine di impugnazione di cui all’art. 120, co. 2 bis, c.p.a. [B] Sul termine per presentare l’istanza di rinnovo della SOA scaduta ai fini della partecipazione alla procedura concorsuale.
Consiglio di Stato, Sezione V, 11 febbraio 2019
[A] Sugli adempimenti pubblicitari per l’applicabilità dello speciale rito di impugnazione dei provvedimenti di ammissione alla procedura di gara. [B] Sulla rilevanza del codice ATECO per l’identificazione del settore di operatività dell’impresa concorrente.
T.A.R. Lazio RM, Sezione II ter, 5 febbraio 2019
[A] Sulla obbligatorietà o meno della trasmissione della documentazione a comprova dei requisiti mediante il sistema Avcpass. [B] Sulla legittimità del termine perentorio assegnato dalla stazione appaltante per la comprova dei requisiti. [C] Se sia applicabile il termine di 30 giorni di cui all'art. 120, comma 2 bis, c.p.a., all’impugnazione dell’esclusione del potenziale aggiudicatario. [D] Sulle conseguenze derivanti dall’omessa indicazione di sentenze penali di condanna a carico di esponenti aziendali.
Consiglio di Stato, Sezione V, 8 febbraio 2019
Se il termine decadenziale di cui all’art. 120 comma 2 bis, c.p.a, decorra dalla piena conoscenza del provvedimento di ammissione o se sia indispensabile la modalità di pubblicazione prescritta dall’art. 29 del D. Lgs. 50/2016.
T.A.R. Toscana, Sezione II, 6 febbraio 2019
[A] Sulla corretta pubblicazione dell’elenco dei concorrenti ammessi ai fini della decorrenza del termine di cui all’art. 120, comma 2 bis, c.p.a. [B] Se il ritiro dell’offerta di un concorrente imponga la riformulazione della graduatoria finale. [C] Sulla possibilità di utilizzare l’istituto dell’avvalimento da parte del concorrente per poter beneficiare del punteggio previsto per un requisito di valutazione dell’offerta. [D] Sul possesso del requisito della certificazione ambientale con riferimento al RTI e sulla necessità che lo stesso sia posseduto da tutte le imprese componenti il RTI.
T.A.R. Sicilia CT, Sezione I, 8 gennaio 2019
[A] Ancora sulla decorrenza del termine di impugnazione dei provvedimenti di ammissione/esclusione in mancanza della pubblicazione ex art. 29 D. Lgs. 50/2016. [B] Sulla legittimità o meno dell’esclusione in caso di produzione del DGUE in formato cartaceo e non elettronico. [C] Sui poteri del Giudice di rilievo officioso e di disapplicazione di una clausola nulla della lettera di invito.
T.A.R. Calabria Sezione Reggio Calabria, 12 dicembre 2018
[A] Sulla necessaria decorrenza o meno del termine di impugnazione dalla pubblicazione dell'elenco ex art. 29 D. Lgs. n. 50/2016. [B] Sull'applicabilità del rito super-accelerato ex art. 120, comma 2 bis, c.p.a. o di quello accelerato ex art. 120, commi 5 e 6, c.p.a. [C] Ancora sul giudizio di congruità delle offerte anomale. [D] Sulla percentuale di partecipazione della mandataria nei raggruppamenti misti.