Rivista sull'affidamento dei contratti pubblici.ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Giuseppe Gratteri  e  Avv. Gherardo Lombardi
Art. 77. (Commissione di aggiudicazione)
T.A.R. Piemonte, Torino, Sez. I, 6 agosto 2021

Se la brevità dei lavori della commissione giudicatrice possa essere considerato un indice di illegittimità dell’operato della stessa.

T.A.R. Lombardia. Milano, Sez. IV, 26 luglio 2021

Sulla interpretazione dell’art. 77 del D.lgs 50 del 2016 relativo alla riconvocazione della commissione di gara, in caso di rinnovo del procedimento, a seguito di annullamento dell’aggiudicazione.

T.A.R. Toscana, Firenze, Sez. I, 21 luglio 2021

Sulla possibilità per la commissione giudicatrice di chiedere, durante il corso del procedimento di valutazione, prova della veridicità dell’offerta presentata.

Consiglio di Stato, Sezione III, 2 luglio 2021

[A] Sui caratteri e sul sindacato giurisdizionale del giudizio di anomalia. [B] Se il RUP possa rivolgersi ad un consulente esterno nella valutazione dell’anomalia e se detta valutazione sia di competenza della Commissione giudicatrice.

TAR Lazio Roma, Sezione II bis, 14 giugno 2021

[A] Se sussista la giurisdizione del G.A. in ordine alle domande volte al rispetto delle regole di pubblicità, trasparenza e par condicio nei procedimenti volti alla stipula dei contratti attivi. [B] Se dipendente di una PA debba astenersi da un procedimento di gara al quale partecipa una concorrente alla quale è interessato un proprio collega. [C] Se in un ufficio di ridotte dimensioni i rapporti tra impiegati implichino una presunzione di condizionamenti reciproci.

T.A.R. Calabria, Catanzaro, Sez. I, 24 maggio 2021

[A] Sulla impugnabilità del provvedimento di nomina della commissione giudicatrice; [B] Sulla possibilità di demandare alla commissione giudicatrice l’esame formale delle domande di partecipazione.

Consiglio di Stato, Sezione III, 18 maggio 2021

[A] Sull’ammissibilità del ricorso cumulativo per l’annullamento delle aggiudicazioni di distinti lotti. [B] Se la commissione giudicatrice sia un collegio perfetto e se viga il principio di immodificabilità delle commissioni giudicatrici. [C] Sulla competenza ed esperienza richieste ai commissari.

T.A.R. Toscana, Sez. III, 10 maggio 2021

Sulle dirette ricadute pratiche della dettagliata predeterminazione nella legge di gara dei criteri di valutazione delle offerte tecniche

 

Consiglio di Stato, Sezione V, 28 aprile 2021

[A] Se la motivazione di non gravità dell’illecito professionale del concorrente possa risultare anche in modo implicito e per facta concludentia. [B] Sulla competenza richiesta ai componenti la Commissione giudicatrice. [C] Se sia onere della ricorrente di provare la mancanza dei controlli sul possesso dei prescritti requisiti dichiarati in capo all’aggiudicataria o del Comune di dimostrare di averli effettuati. [D] Sul diritto di accesso difensivo a informazioni contenenti eventuali segreti tecnici o commerciali dell'offerta tecnica del concorrente.

Consiglio di Stato, Sezione V, 19 aprile 2021

[A] Se rispetto al provvedimento di esclusione siano configurabili controinteressati qualora nel medesimo verbale la seconda classificata sia dichiarata aggiudicataria provvisoria. [B] Sul giudizio di anomalia dell’offerta. [C] Se la mancanza di criteri previamente stabiliti determini ex se l’illegittimità della nomina della commissione. [D] Se la competenza richiesta ai commissari debba riferirsi ad aree tematiche omogenee o alle specifiche attività oggetto dell'appalto.

TAR Campania SA, Sezione I, 16 marzo 2021
[A] Se ai fini della verifica dell’anomalia ex art. 97, comma 3, D. Lgs. n. 50/2016 l’offerta temporale debba essere aggregata all’offerta economica. [B] Sulla verifica facoltativa dell’anomalia dell’offerta. [C] Se gli oneri per la sicurezza aziendali possano determinarsi mediante una formula matematica. [D] Se il procedimento di verifica dell’anomalia rientri nelle competenze del RUP. [E] Se la mancata attivazione del ruolo integrativo e di supporto affidato alla commissione concreti un vizio di incompetenza. [F] Se nel procedimento di verifica dell’anomalia sussista l'obbligo di contraddittorio. [G] Sulla legittimazione del concorrente escluso dalla gara ad impugnare gli atti successivi alla sua esclusione fino a quando il provvedimento di esclusione non sia divenuto definitivo. [H] Sul divieto di commistione fra offerta tecnica ed economica. [I] Se nell'offerta tecnica possano essere inclusi singoli elementi economici, quali i mezzi di listini ufficiali.
TAR Liguria, Sezione I, 4 marzo 2021
[A] Se l’avvalimento esperenziale con l’obbligo di esecuzione diretta da parte dell’ausiliaria possa riguardare l’avvalimento della SOA. [B] Se occorra la specifica verbalizzazione degli apprezzamenti dei singoli commissari. [C] Se il contratto di avvalimento che non contempla l’impegno dell'ausiliaria ad eseguire direttamente sia sanabile attraverso il soccorso istruttorio.
TAR Abruzzo PE, Sezione I, 3 marzo 2021.
[A] Sulla competenza della Commissione di gara e del RUP. [B] Se l’ambito di applicazione dell’art. 34 comma 2 c.p.a. riguardi anche i casi in cui i poteri non siano stati esercitati dall’autorità competente.
Consiglio di Stato, Sezione V, 1° marzo 2021
[A] Se possa revocarsi l’aggiudicazione in caso di sopravvenienza normativa. [B] Sull’obbligo di apertura in seduta pubblica delle buste contenenti tanto la documentazione amministrativa che le offerte, tecniche ed economiche. [C] Se l’obbligo di apertura in seduta pubblica delle buste operi anche in caso di modalità telematica di svolgimento della gara. [D] Principi giurisprudenziali sulle competenze della commissari di gara. [E] Se il ricorrente che lamenti l’illegittimità della composizione della commissione sia onerato della prova di resistenza.
TAR Sardegna, Sezione I, 15 febbraio 2021
[A] Sul diritto di accesso difensivo ex art. art. 53 del D. Lgs. 50/2016. [B] Sul diritto di accesso in ordine a informazioni contenenti eventuali segreti tecnici o commerciali. [C] Sul principio di equivalenza in ordine agli appalti per la fornitura di medicinali e dispositivi medici. [D] Sulla competenza del RUP in ordine al soggetto cui affidare la verifica di anomalia dell’offerta. [E] Sulle valutazioni della Commissione in sede di verifica dell’anomalia dell’offerta.
TAR Emilia Romagna BO, Sezione II, 9 febbraio 2021
[A] Sulla portata vincolante delle regole contenute nel bando di gara pubblica. [B] Sull’onere di immediata impugnazione del bando o del disciplinare di gara delle clausole c.d. “escludenti”. [C] Sulla prima e seconda riparametrazione dei punteggi ottenuto dai concorrenti. [D] Sulla necessità che i criteri che determinano l’attribuzione dei punteggi siano pubblicizzati nel bando o nella lettera di invito. [E] Sull’onere della stazione appaltante, in presenza di errore materiale nella formulazione dell’offerta, di ricercare l’effettiva volontà del concorrente. [F] Sul principio per cui gli apprezzamenti dei commissari sono destinati ad essere assorbiti nella decisione collegiale finale.
TAR Sicilia CT, Sezione III, 8 febbraio 2021
[A] Sulla legittimazione dell’operatore economico ad impugnare gli atti della selezione. [B] Se il responsabile unico del procedimento possa svolgere le funzioni di presidente della commissione. [C] Sull’applicazione dell’incompatibilità di cui all’art. 77, comma 4, del D.Lgs. 50/2016, prevista per i commissari di gara.
TAR Calabria CZ, Sezione I, 9 febbraio 2021
[A] Sulla eventuale invalidità del giudizio conclusivo della commissione giudicatrice in relazione alla brevità del tempo dedicato alle operazioni di scrutinio. [B] Sulla rilevanza della mancata pubblicazione dei curricula dei commissari in una gara d’appalto. [C] Sulla violazione della clausola di stand still. [D] Sulle giustificazioni nel sub-procedimento di anomalia dell’offerta. [E] Se la giustificazione del ricorso a terzi costituisca precisazione o modifica dell’offerta.
Consiglio di Stato, Sezione V, 26 gennaio 2021
[A] Se sia ammissibile la rettifica del verbale inficiato da errori materiali. [B] Sulla riconvocazione della medesima Commissione in caso di rinnovo del procedimento di gara a seguito dell'annullamento dell'aggiudicazione o di annullamento dell'esclusione.
TAR Friuli Venezia Giulia, Sezione I, 18 gennaio 2021
[A] Sul sindacato c.d. intrinseco debole in ordine alla valutazione tecnica operata dalla commissione di gara. [B] Se la declaratoria di inammissibilità del ricorso possa tradursi in un rifiuto di giurisdizione.
Consiglio di Stato, Sezione III, 19 gennaio 2021
[A] Se le offerte precedentemente presentate possano essere riconsiderate dalla nuova Commissione giudicatrice in sede di rinnovazione dell’attività valutativa. [B] Se sia indice di illegittimità la circostanza che i singoli commissari abbiano espresso tutti lo stesso punteggio o un unico punteggio.
Consiglio di Stato, Sezione IV, 4 gennaio 2021
[A] Se sia necessaria l’instaurazione del contraddittorio in caso di mancata dichiarazione di fatti suscettibili di integrare un “grave errore professionale”. [B] Se negli appalti di servizi e forniture operi il principio di necessaria corrispondenza tra la qualificazione di ciascuna impresa e la quota della prestazione di rispettiva pertinenza. [C] Se nella fase di prequalifica sia necessario provare la sussistenza dei requisiti di ordine generale e speciale. [D] Sul criterio interpretativo da seguire a fronte di ambiguità della lex specialis. [E] Sul divieto di modificazione della compagine delle A.T.I. nella fase tra la presentazione delle offerte e la definizione della procedura di aggiudicazione. [F] Sui principi di concentrazione e continuità delle sedute di una commissione di gara.
TAR Campania NA, Sez. I, 5 gennaio 2021
[A] Se in caso di offerta economicamente più vantaggiosa la valutazione delle offerte sia di competenza esclusiva della commissione giudicatrice. [B] Se l’Amministrazione abbia il potere di riformulare la graduatoria redatta dalla commissione giudicatrice. [C] Sulle incompatibilità dei membri delle Commissioni di gara. [D] Sui limiti del sindacato giurisdizionale sulle valutazioni tecniche operate dalla commissione di gara.
T.R.G.A. BZ, 9 dicembre 2020
A] Sulla sussistenza delle condizioni per la cancellazione di espressioni sconvenienti e offensive contenute negli scritti difensivi. [B] Sulla natura di atto pubblico del verbale di gara di appalto. [C] Sulla eventuale discrepanza tra le dichiarazioni contenute nei verbali della commissione di gara e la documentazione effettivamente reperita a gara espletata.
TAR Lazio RM, Sezione III quater, 15 dicembre 2020
[A] Sull’insussistenza del meccanismo di automatismo espulsivo proprio del falso dichiarativo di cui alla lettera f-bis) in caso di omissioni dichiarative ex art. 80, comma 5, lettera c), D. Lgs. n. 50 del 2016. [B] Sull’ambito temporale di applicazione dell’abrogazione del rito “superaccelerato” di cui al previgente art. 120, comma 2-bis, c.p.a. [C] Se l’asserita illegittima composizione del seggio di gara sia soggetta ad impugnazione immediata. [D] Se l’utilizzo dei criteri on/off sia compatibile con la disciplina in materia di offerta economicamente più vantaggiosa. [E] Sulla discrezionalità della P.A. in ordine alla scelta dei criteri di valutazione delle offerte. [F] Sul computo del termine a disposizione per ricorrere avverso gli atti oggetto di ostensione documentale.
TAR Lazio RM, Sezione III quater, 24 novembre 2020
[A] Sull’ambito temporale di applicazione dell’art. 120, comma 2 bis, c.p.a. [B] Sulla decorrenza del termine di impugnazione dei provvedimenti di ammissione. [C] Sull’arresto dell’Adunanza Plenaria in tema di dichiarazioni false e omesse relative a gravi illeciti professionali. [D] Se il soccorso istruttorio sia precluso a valle dell'aggiudicazione. [E] Se l’illegittima composizione della composizione giudicatrice possa essere impugnata all’esito della gara. [F] Se sia legittimo l’utilizzo dei criteri di valutazione delle offerte on/off. [G] Sulla dilazione temporale del termine di impugnazione per effetto della presentazione dell’istanza di accesso.
TAR Basilicata, Sezione I, 10 novembre 2020
[A] Sulla distinzione tra proposte migliorative e varianti. [B] Sull’incidenza delle proposte migliorative riguardo alle soluzioni progettuali originariamente concepite dalla stazione appaltante. [C] Sulla possibilità per il giudice amministrativo di sindacare l’attività di qualificazione delle proposte progettuali svolta dalla commissione giudicatrice. [D] Sullo scostamento dai minimi salariali in relazione alla stima del costo del personale.
TAR Piemonte, Sezione I, 15 ottobre 2020
[A] Se il giudizio favorevole di non anomalia possa essere espresso per relationem. [B] Se la stazione appaltante sia tenuta a chiedere chiarimenti su tutti gli elementi dell’offerta. [C] Se la competenza all’espletamento della verifica dell’anomalia dell’offerta appartenga al RUP. [D] Se la valutazione di congruità implichi un giudizio analitico delle singole componenti dell’offerta. [E] Se siano modificabili le giustificazioni o spiegazioni dei contenuti dell’offerta. [F] Sulla sindacabilità dei punteggi assegnati dalla stazione appaltante.
TAR Emilia Romagna BO, Sezione II, 14 ottobre 2020
[A] Sui limiti alla sindacabilità del giudizio di congruità dell’offerta sospetta di anomalia. [B] Sulla natura globale e sintetica della valutazione di congruità dell’offerta. [C] Sulle conseguenze del prezzo uguale a zero per alcune voci dell’offerta. [D] Se debba essere escluso il concorrente che abbia indicato i costi della sicurezza ed i costi della manodopera in modo diverso da quanto prescritto dalla legge di gara. [E] Se il concorrente possa giustificare tassi di assenteismo inferiori a quelli previsti dalle tabelle ministeriali mediante la c.d. “statistica aziendale”. [F] Sulla mancata osservanza dei minimi tabellari.
TAR Abruzzo PE, Sezione I, 7 ottobre 2020
[A] Se il socio persona giuridica dell’operatore economico partecipante alla gara debba rendere le dichiarazioni obbligatorie sulle cause di esclusione. [B] Sulla discrezionalità dell’amministrazione in caso di specificazione dei parametri di valutazione delle offerte, che parcellizzino e specifichino gli elementi dell’offerta tecnica. [C] Se la mancata applicazione di un determinato contratto collettivo possa essere sanzionata dalla stazione appaltante con l’esclusione dalla gara. [D] Sul sindacato giurisdizionale delle valutazioni della Commissione di gara.
TAR Emilia BO, Sezione I, 12 ottobre 2020
[A] Sulla natura “globale e sintetica” del giudizio di verifica della congruità di un’offerta sospetta. [B] Sul giudizio della Stazione appaltante in ordine alle giustificazioni presentate dal concorrente in tema di anomalia delle offerte. [C] Se Le disposizioni del P.S.C. di cui all’art. 100 del D. Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 possano essere utilizzate nella determinazione della stima della forza lavoro e del costo della manodopera ai fini del giudizio tecnico di anomalia. [D] Se sia possibile stabilire una soglia minima di utile al di sotto della quale l’offerta debba essere considerata anomala. [E] Sulla discrezionalità tecnica del giudizio di anomalia dell’offerta espresso dalla stazione appaltante.
TAR Campania NA, Sezione V, 28 settembre 2020
[A] Se la mancanza di criteri previamente stabiliti determini, ex se, l’illegittimità della nomina della commissione. [B] Sulla valutazione della competenza dei commissari di gara [C] Se sussista incompatibilità fra le funzioni di RUP e di presidente del seggio di gara.
TAR Liguria, Sezione II, 28 settembre 2020
[A] Sulla idoneità motivazionale del punteggio numerico espresso sui singoli oggetti di valutazione dell'offerta. [B] Sulla prova di resistenza quando i vizi dedotti attengono all’annullamento totale o parziale della procedura. [C] Sull'interesse strumentale alla rinnovazione della gara. [D] Sul sindacato giurisdizionale delle valutazioni della commissione giudicatrice. [E] Se l’identità delle valutazioni dei membri della commissione giudicatrice sia univocamente significativa del carattere collegiale della valutazione dell'offerta tecnica. [F] Se la genericità dei parametri valutativi sia sintomatica dell’eccesso di potere. [G] Se sia legittima la nomina dei commissari in assenza di criteri preventivamente determinati. [H] Se in caso di accoglimento del ricorso principale debba essere necessariamente esaminato anche il ricorso incidentale.
TAR Emilia PR, Sezione I, 24 settembre 2020
[A] Sul dogma dell’incomunicabilità tra requisiti soggettivi di pre-qualificazione ed elementi oggettivi di valutazione previsti in un bando di gara. [B] Se il requisito soggettivo richiesto per meglio apprezzare l’affidabilità dell’offerta o valorizzarne i contenuti e le caratteristiche possa essere preso in prestito da altro operatore economico. [C] Se per sconfessare il giudizio della Commissione giudicatrice sia necessario dimostrare la palese inattendibilità e l’evidente insostenibilità del giudizio tecnico compiuto. [D] Sulla discrezionalità tecnica della valutazione delle offerte nonché l’attribuzione dei punteggi da parte della Commissione giudicatrice. [E] Sulla funzione indicativa dei parametri inerenti i costi medi della manodopera contenuti nelle tabelle ministeriali.
TAR Sicilia CT, Sezione II, 21 settembre 2020
[A] Se la stazione appaltante possa ravvisare l'equivalenza in mancanza di una specifica indicazione dell'operatore [B] Sul sindacato giurisdizionale del giudizio di equivalenza. [C] Se l’assenza di un membro della commissione tecnica determini l'illegittimità delle operazioni valutative.
TAR Veneto, Sezione I, 17 settembre 2020.
[A] Se sia legittima la previsione della soglia di sbarramento per la valutazione tecnica. [B] Se l'indicazione in forma numerica sia sufficiente a esprimere il giudizio dei singoli componenti e della Commissione. [C] Sul sindacato giurisdizionale della valutazione delle offerte tecniche.
TAR Umbria, Sezione I, 12 agosto 2020
[A] Sui requisiti di qualificazione e competenza necessari dei membri della Commissione di gara, avuto riguardo alla natura del servizio oggetto di affidamento. [B] Se gli apprezzamenti dei commissari siano assorbiti nella decisione collegiale finale. [C] Sulle differenze che caratterizzano l’affidamento del servizio di vigilanza privata dal servizio di portierato.
TAR Piemonte, Sezione I, 4 agosto 2020
[A] Se la prescrizione sul numero massimo delle pagine della relazione tecnica allegata all’offerta sia a pena di esclusione. [B] Sulla discrezionalità tecnica della Commissione di gara in ordine alle valutazioni delle offerte tecniche. [C] Se la motivazione per relationem alle giustificazioni rese dall’impresa offerente sia sufficiente in caso di positiva valutazione di congruità della presunta offerta anomala. [D] Se il mancato rispetto dei minimi salariali comporti sempre l’esclusione dell’offerente. [E] Sul valore statistico-indicativo del costo del lavoro indicato nelle tabelle ministeriali.
TAR Emilia Romagna PR, Sezione I, 30 luglio 2020
[A] Sulla sindacabilità dei giudizi tecnici espressi dalle Commissioni di gara in relazione all’anomalia dell’offerta. [B] Sulle finalità del sub procedimento di anomalia dell’offerta. [C] Se debba considerarsi inammissibile la sola offerta in perdita e non anche quella che presenta un utile irrisorio. [D] Se la carenza dell’istruttoria condotta dalla Stazione appaltante in sede di verifica dell’anomalia determini la necessità di una riedizione del relativo sub procedimento.
TAR Calabria RC, Sezione I, 21 luglio 2020
[A] Se la revoca dell’aggiudicazione definitiva comporti l’improcedibilità per sopravvenuta carenza di interesse. [B] Se per ottenere, ai fini risarcitori, la pronuncia del giudice sulla eventuale illegittimità del provvedimento impugnato, il cui annullamento non risulti più utile per il ricorrente, sia necessaria la domanda o comunque una espressa dichiarazione di interesse. [C] Se la revoca del provvedimento impugnato possa ritenersi pienamente satisfattiva delle pretese del ricorrente. [D] Se sussista l’onere della prova di resistenza in caso di censure avverso l’aggiudicazione che non siano idonee a determinare la rinnovazione della gara o l’esclusione dell'impresa aggiudicataria. [E] Se per sconfessare il giudizio della Commissione giudicatrice sia necessario dimostrarne la inattendibilità e l’insostenibilità ovvero l’errore di fatto. [F] Sull’idoneità del voto espresso in forma numerica a rappresentare in modo adeguato l’iter logico seguito dalla Commissione nell’apprezzamento delle offerte. [G] Se sussista il divieto della contestuale valutazione dell’offerta tecnica e di quella economica dell’offerta nel caso in cui lo scrutinio della commissione giudicatrice riguardi unicamente la componente qualitativa della stessa. [H] Se gli apprezzamenti dei singoli commissari siano destinati ad essere assorbiti nella decisione collegiale finale.
TAR Campania NA, Sezione V, 29 luglio 2020
[A] Se debba immediatamente impugnarsi il bando per la lamentata assenza di sub-criteri di valutazione o di ponderazione del punteggio. [B] Se sussista a carico della stazione appaltante un obbligo di individuazione di sub-criteri di valutazione. [C] Se un’eventuale lacuna e/o inesattezza della verbalizzazione abbia effetto viziante sul provvedimento di aggiudicazione. [D] Sul sindacato giurisdizionale delle valutazioni delle offerte tecniche delle Commissioni di gara.
TAR Lazio, Sezione III quater, 25 luglio 2020
[A] Sullo svolgimento della procedura selettiva di una gara elettronica mediante sistemi informatizzati in cui l’apertura delle offerte non avvenga in seduta pubblica. [B] Sulla prova delle situazioni di incompatibilità nelle gare pubbliche.
TAR Emilia Romagna BO, Sezione I, 7 luglio 2020
[A] Sull’ordine di trattazione dei motivi di gravame da parte del Giudice. [B] Se la commissione giudicatrice debba sempre operare nel “plenum” dei suoi componenti. [C] Sulla duplice valenza del principio del collegio perfetto in relazione alla commissione giudicatrice. [D]Sul dovere della Stazione appaltante di applicazione delle disposizioni di gara anche qualora siano illegittime. [E] Sui limiti della discrezionalità della Stazione appaltante nella redazione degli atti di gara. [F] Sulla funzione della certificazione di qualità quale requisito di partecipazione ad una gara.
Consiglio di Stato, Sezione III, 13 luglio 2020
[A] Se debba ritenersi anomala l’offerta che presenti uno scostamento ove emerga lo scostamento dei mezzi impiegati rispetto agli indici di produttività media. [B] Sulla legittimità dell'operato della Commissione a fronte di un sensibile scostamento dalle performance individuali standard rinvenibili nelle elaborazioni di settore.
TAR Lazio RM, Sezione III Quater, 26 giugno 2020
[A] Se sia necessaria l’identità tra il numero seriale della marcatura temporale inserita all’atto della presentazione dell’offerta e quello apposto sull’offerta nella fase di upload. [B] Se sia legittima l’esclusione di un concorrente per mancato inserimento del numero seriale identificativo della marcatura temporale applicata sul file offerta economica. [C] Sulla rilevanza temporale della risoluzione per inadempimento ai fini dell’ammissione alla procedura di gara. [D] Sulla sindacabilità del giudizio tecnico compiuto dalla commissione giudicatrice. [E] Sulla eventuale commistione tra offerta economica e tecnica in una gara da aggiudicare secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.
Consiglio di Stato, Sezione IV, 22 giugno 2020
[A] Sul sindacato giurisdizionale delle valutazioni delle offerte tecniche da parte delle commissioni di gara. [B] Sulle ipotesi in cui il punteggio numerico opera alla stregua di una sufficiente motivazione.
TAR Piemonte, Sezione I, 4 giugno 2020
[A] Sulla discrezionalità tecnica della commissione giudicatrice nella valutazione delle offerte e sui limiti al sindacato del giudice amministrativo. [B] Sull’idoneità della motivazione mediante l'attribuzione di punteggi. [C] Sulla corrispondenza contenutistica tra risultanze descrittive del certificato camerale e oggetto del contratto d’appalto.
TAR Toscana, Sezione II, 12 maggio 2020.
[A] Sull’interesse ad agire e sull’interesse strumentale nel giudizio amministrativo. [B] Sull’incompatibilità dei commissari di gara con particolare riguardo alla predisposizione degli atti di gara. [C] Sulla competenza professionale dei commissari di gara e se debba essere necessariamente desunta dai titoli di studio. [D] Se sia ammessa la sostituzione dei commissari di gara. [E] Se debba seguirsi un ordine cronologico di analisi dei criteri da valutare.
TAR Campania NA, Sezione VII, 27 aprile 2020
[A] Sulla verifica facoltativa di anomalia dell’offerta ai sensi dell'art. 97, comma 6, del D. Lgs. n. 50/2016. [B] Sull’idoneità del voto sinteticamente espresso in forma numerica. [C] Se sia sufficiente l’indicazione di un unico punteggio numerico complessivo riferito a ciascuna delle offerte. [D] Sulla domanda di risarcimento del danno in forma specifica o per equivalente a fronte della riedizione del potere amministrativo.
Consiglio di Stato, Sezione V, 17 aprile 2020
[A] Se in caso di accoglimento del ricorso incidentale vada comunque esaminato il ricorso principale. [B] Sulla corretta ermeneusi dell’art. 77, comma 4, del D. Lgs. n. 50 del 2016. [C] Se l’art. 77, comma 4, del D. Lgs. n. 50 del 2016 sia operativo in attesa dell’istituzione dell’albo dei commissari presso l’A.N.A.C. ai sensi del comma 3 dello stesso articolo. [D] Sul rapporto tra l’art. 107 t.u.e.l. e l’art. 77, comma 4, del D. Lgs. n. 50 del 2016. [E] Sul rapporto tra l’art. 77, comma 4, del D. Lgs. n. 50 del 2016 ed il regolamento comunale.
TAR Puglia BA, Sezione I, 10 aprile 2020
[A] Se sussista l’obbligo dichiarativo in relazione ai carichi pendenti e se sia legittima una clausola del bando di gara che prevede una dichiarazione in tal senso. [B] Sul sindacato giurisdizionale della valutazione delle offerte da parte della Commissione giudicatrice.
TAR Lombardia BS, Sezione I, 9 marzo 2020
[A] Se la presentazione della garanzia provvisoria solo per la mandataria e non anche per la mandante comporti l’esclusione dalla gara. [B] Se le dichiarazioni del legale rappresentante riferite ai soggetti investiti di poteri gestionali soddisfino l’obbligo informativo minimo. [C] Se il D. Lgs. 50/2016 preveda una competenza esclusiva del RUP con riguardo alla verifica di anomalia. [D] Ancora sulla distinzione fra i minimi previsti salariali ed il costo orario medio riportato nelle tabelle ministeriali e su alcuni costi derogabili. [E] Sul principio di rotazione.
TAR Sicilia CT, Sezione II, 4 marzo 2020
[A] Sul regime intertemporale dell’abrogazione dell’art. 120, c. 2 bis, c.p.a. [B] Sulla competenza dei membri della Commissione giudicatrice.
TAR Lazio RM, Sezione I bis, 14 febbraio 2020
[A] Sulla competenza territoriale del TAR in caso di gara suddivisa in lotti. [B] Se la procura apposta in calce abbia natura di mandato speciale. [C] Se il mancato rispetto degli obblighi in materia ambientale di cui all’art. 30, comma 3, D. Lgs. 50/2016, determini l’esclusione automatica del concorrente. [D] Se sia ammissibile la modifica dei costi della manodopera in corso di gara e in sede di verifica dell’anomalia. [E] Sulla competenza dei membri della Commissione giudicatrice.
TAR Abruzzo PE, Sezione I, 15 gennaio 2020
[A] Se ai fini dell'ammissibilità dell'impugnativa sia sufficiente l'interesse strumentale del concorrente ad ottenere la riedizione dell'intera gara [B] Se abbia interesse a contestare la violazione dell'art. 51 D. Lgs. 50/2016 la società non appartenente alle imprese di minori dimensioni (PMI). [C] Se il verbale di gara abbia natura di atto pubblico. [D] Sui presupposti per l'applicazione del rito c.d. super-accelerato di cui agli artt. 120, comma 2-bis, c. p. a. e 29 D. Lgs. 50/2016. [E] Se l’obbligo dichiarativo ai sensi dell’art. 80, comma 5, lett. c), D. Lgs. 50/2016 sussista unicamente laddove la vicenda abbia dato luogo a iscrizione nel casellario ANAC e se possa riguardare la sola richiesta di rinvio a giudizio. [F] Se gli elementi rilevanti ai fini dell’operatività dell’art. 80, comma 5, lett. c), D. Lgs. 50/2016 possano essere desunti anche da fatti oggetto di un procedimento penale. [G] Se il punteggio da considerare ai fini dell’anomalia sia quello assegnato prima o dopo la riparametrazione. [H] Sull’emendabilità dell’errore materiale dell’offerta.
Consiglio di Stato, Sezione V, 7 gennaio 2020
[A] Sull’interesse a ricorrere della terza classificata. [B] Se la terza classificata sia legittimata a contestare la mancata valutazione dell’anomalia dell’offerta dei concorrenti collocati in posizione potiore. [C] Se la natura volontaria del lavoro straordinario (così come di quello supplementare) incida sulla sostenibilità dell’offerta. [D] Sulla rilevanza dello scostamento dalle tabelle ministeriali ai fini dell’anomalia dell’offerta. [E] Sulla composizione dei membri della Commissione giudicatrice.
Consiglio di Stato, Sezione III, 27 dicembre 2019
[A] Ancora sulla decorrenza del termine per proporre ricorso ex art. 120, comma 2 bis, c.p.a. nel testo vigente ratione temporis. [B] Sulla certificazione ISO 9001 e se sia causa di esclusione la non coincidenza tra la descrizione dei servizi contenuta nel bando di gara e quella riportata nella certificazione di qualità esibita dalla concorrente. [C] Sul principio del favor partecipationis. [D] Se occorra la separata enunciazione dei punteggi attribuiti dai singoli Commissari o sia invece sufficiente l’attribuzione del voto complessivo finale.
Consiglio di Stato, Sezione V, 23 dicembre 2019
[A] Se l'allegazione di una scheda tecnica dell'offerta definita essenziale dalla lex specialis debba intendersi a pena di esclusione. [B] Se ai sensi dell'art. 77 D. Lgs. 50/2016 la competenza richiesta ai commissari debba essere riferita a specifiche attività oggetto dell'appalto. [C] Se sia richiesta la perfetta corrispondenza tra la competenza dei membri della commissione e gli ambiti del complessivo oggetto del contratto.
T.A.R. Campania SA, Sezione I, 20 novembre 2019.
[A] Sui limiti del sindacato giurisdizionale in ordine alla valutazione delle offerte e sull'onere probatorio del ricorrente. [B] Se l'istanza di rinnovo della SOA in scadenza sia idonea a garantire la continuità del possesso dei requisiti speciali di partecipazione. [C] Se siano ammissibili scostamenti dell'offerta rispetto alle tabelle ministeriali di cui all'art. 23, comma 16, del D. Lgs. n. 50/2016 ed ai trattamenti salariali minimi inderogabili di cui all'art. 97, comma 6, del medesimo D. Lgs. n. 50/2016.
TAR Lazio RM, Sezione III, 25 novembre 2019
[A] Se la commissione giudicatrice possa disapplicare le regole della lex specialis che risultino illegittime. [B] Se l’annullamento per illegittimità dell’intera fase valutativa delle offerte tecniche comporti l’obbligo di riedizione della gara. [C] Se in caso di revoca o annullamento della proposta di aggiudicazione sussista l’obbligo di comunicazione di avvio del procedimento.
TAR Piemonte, Sezione I, 11 novembre 2019
[A] Sulla portata dei chiarimenti della lex specialis forniti dalla stazione appaltante. [B] Sul sindacato giurisdizionale delle valutazioni delle offerte tecniche da parte delle commissioni di gara. [C] Se la stazione appaltante abbia un onere di attività di indagine in ordine all’eventuale equivalenza del prodotto non conforme alle specifiche tecniche. [D] Se la redazione ed approvazione del verbale debbano necessariamente avvenire al termine di ogni seduta.
Consiglio di Stato, Sezione V, 5 novembre 2019
[A] Se l’impugnazione della nomina della commissione sia soggetta alla prova di resistenza. [B] Se la domanda di riedizione della gara possa essere modificata in corso di giudizio in domanda di rinnovazione della valutazione delle offerte. [C] Sul regime transitorio applicabile in assenza dell’attivazione del regime sull’albo dei commissari di gara. [D] Se le cause di incompatibilità previste dall’art. 77 D. Lgs. 50/2016 siano di stretta interpretazione. [E] Sul requisito dell’esperienza professionale dei componenti la commissione.
Consiglio di Stato, Sezione V, 28 ottobre 2019
[A] Se l’adesione alla c.d. rottamazione successivamente alla data di presentazione della domanda di partecipazione comporti l’esclusione dalla gara. [B] Se la soglia del debito tributario prevista dall’art. 80, comma 4, D. Lgs. n. 50/2016 sia conforme alla Direttiva n. 2014/24/UE. [C] Se l’assenza dei requisiti di partecipazione in capo ad uno dei componenti del raggruppamento comporti l’esclusione dell’intero raggruppamento. [D] Sulla legittimazione ad impugnare l’aggiudicazione da parte del concorrente escluso dalla gara. [E] Sulla competenza a condurre la verifica dell’anomalia dell’offerta.
TAR Sicilia CT, Sezione I, 14 ottobre 2019
[A] Sul fondamento dell’art. 77, comma 4, D. Lgs. n. 50/2016. [B] Sui casi di incompatibilità sostanziale del RUP.
Consiglio di Stato, Sezione V, 18 luglio 2019
[A] Se il provvedimento di nomina della Commissione giudicatrice debba essere impugnato immediatamente. [B] Sul requisito della specifica competenza dei componenti la Commissione giudicatrice.
TAR Campania NA, Sezione III, 2 luglio 2019
[A] Se nel caso di manifestazioni di interesse si debbano osservare le norme del codice dei contratti pubblici. [B] Se il punteggio numerico sia idoneo ad integrare una motivazione sufficiente. [C] Ancora sul sindacato giurisdizionale dell’operato delle Commissioni di gara. [D] Se il RUP possa essere membro delle Commissioni di gara.
T.A.R. Lombardia MI, Sezione IV, 21 giugno 2019
[A] Se il bando di gara possa prescrivere l’applicazione di un determinato CCNL e se il CCNL Multiservizi, sia utilizzabile negli appalti di raccolta e di smaltimento dei rifiuti. [B] Se la valutazione della congruità delle offerte spetti al RUP o alla commissione giudicatrice.
Consiglio di Stato, Sezione III, 17 giugno 2019
[A] Principi giurisprudenziali in materia di incompatibilità dei membri della Commissione giudicatrice ai sensi dell'art. 77, comma 4, D. Lgs. 50/2016. [B] Se sussista incompatibilità fra il ruolo di Direttore Generale e quello di Presidente della Commissione giudicatrice. [C] Sulla competenza dei membri della Commissione giudicatrice prescritta dall'art. 77, D. Lgs. 50/2016.
Consiglio di Stato, Sezione III, 17 giugno 2019
[A] Sulla decorrenza del termine di impugnazione di cui all’art. 120, comma 2 bis, c.p.a., alla luce dell’orientamento della Corte UE. [B] Se l’omesso esercizio del diritto di accesso si rifletta sulla decorrenza di detto termine. [C] Sui requisiti di partecipazione delle imprese associate negli appalti di forniture e servizi in mancanza di una specifica determinazione nel bando di gara. [D] Sul sistema di qualificazione nel settore dei lavori pubblici e sulle differenze rispetto al settore delle forniture e servizi. [E] Principi giurisprudenziali sul sindacato giurisdizionale in tema di anomalia delle offerte.
T.A.R. Campania NA, Sezione II, 10 giugno 2019
[A] Se la regola stabilita dall’art. 77, comma 11, D. Lgs. n. 50/2016 e la conseguente salvezza dell’attività procedimentale medio tempore posta in essere esente dai vizi riscontrati in sede giurisdizionale, sia applicabile qualora sia stata annullata l’aggiudicazione per illegittimità della fase valutativa delle offerte tecniche. [B] Se la Commissione giudicatrice possa assegnare alle offerte tecniche coefficienti numerici non in linea con i valori fissi indicati dalla griglia di valutazione prevista dalla lex specialis. [C] Sul principio per cui la Commissione giudicatrice è tenuta ad applicare le regole fissate nel bando.
T.A.R. Campania NA, Sezione VIII, 5 giugno 2019
[A] Sull'obbligo di verifica di anomalia in caso di offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell'art, 97, comma 3, D. Lgs. 50/2016. [B] Se le verifiche del superamento della soglia di sbarramento e di quella di anomalia debbano essere effettuate prima o dopo la riparametrazione del punteggio. [C] Sul sindacato giurisdizionale delle valutazioni della pubblica amministrazione. [D] Se sussista una soglia minima di utile al di sotto della quale l’offerta deve essere considerata anomala. [E] Se l’impresa aggiudicataria possa, al fine di giustificare la congruità dell’offerta, rimodulare le quantificazioni dei costi e dell’utile indicate inizialmente nell’offerta. [F] Se la verifica di anomalia possa essere effettuata attraverso un giudizio comparativo che coinvolga altre offerte.
T.A.R. per la Basilicata, Sezione I, 27 maggio 2019
[A] Se ai sensi dell’art. 13, comma 1, c.p.a. prevalga il criterio della sede dell’Ente o quello dell’efficacia territoriale degli atti di gara impugnati. [B] Sui limiti del sindacato giurisdizionale dell’operato della Commissione giudicatrice.
T.A.R. Campania NA, Sezione II, 16 maggio 2019
[A] Sugli elementi rivelatori dell'esistenza di un unico centro di interesse tra due soggetti ai sensi dell’art. 80, comma 5, lett. m), D. Lgs. n. 50/2016. [B] Se il bando di gara pubblica suddiviso in lotti sia un atto ad oggetto plurimo. [C] Sui poteri della Commissione in un appalto da aggiudicare col criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa in ordine agli elementi tecnici ed economici di valutazione stabiliti dalla lex specialis.
T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Sezione I, 6 maggio 2019
[A] Sulla inammissibilità dell’impugnazione della proposta di aggiudicazione e degli atti endo-procedimentali. [B] Sul potere da parte del Giudice di conversione dei motivi aggiunti in ricorso autonomo ai sensi dell’art. 32 comma 2 c.p.a. [C] Se sia ammissibile l’integrazione da parte della Commissione della lex specialis eccessivamente generica.
Consiglio di Stato, Sezione V, 8 maggio 2019
[A] Se l’Amministrazione possa disapplicare le previsioni del bando di gara che risultino inopportunamente o incongruamente formulate. [B] Sul principio di equivalenza delle specifiche tecniche. [C] Se il principio di tipicità delle cause di esclusione operi anche per l’offerta tecnica difforme.
T.A.R. Campania SA, Sezione I, 24 aprile 2019
[A] Sul rito superaccelerato ex art. 120, comma 2 bis, c.p.a., e sul principio della piena conoscenza acquisita aliunde ai fini della decorrenza del termine per l’impugnazione dei provvedimenti di ammissione e di esclusione dalla procedura di gara. [B] Se la regola dell’incompatibilità fra il ruolo di RUP e di commissario di gara prevista dall’art. 77 D. Lgs. 50/2016 sia applicabile anche ove il criterio di aggiudicazione sia quello del prezzo più basso.
T.A.R. Campania NA, Sezione I, 11 marzo 2019
[A] Sul superamento operato dal nuovo Codice degli appalti della dicotomia aggiudicazione provvisoria/defintiva. [B] Se sia configurabile l'errore scusabile ex art. 37 c.p.a. con conseguente rimessione in termini qualora la stazione appaltante comunichi al concorrente l'aggiudicazione qualificandola come “provvisoria”. [C] Quale sia nel nuovo Codice degli appalti l'organo competente della stazione appaltante alla valutazione finale dell'anomalia dell'offerta.
Consiglio di Stato, Sezione V, 8 aprile 2019
[A] Se nelle procedure di affidamento dei servizi attinenti all'architettura e all'ingegneria sia sufficiente avvalersi di un professionista o se sia necessario che faccia parte del raggruppamento temporaneo. [B] Sulla decorrenza della qualifica di “giovane professionista” dalla data di conseguimento della abilitazione o dalla data di iscrizione all’albo professionale e sul c.d. “prospective overruling”. [C] Sul sindacato giurisdizionale delle valutazioni da parte della commissione giudicatrice.
T.A.R. Marche, Sezione I, 29 marzo 2019
[A] Sui chiarimenti del bando di gara offerti dalla Stazione Appaltante. [B] Sulle ipotesi in cui è ammesso di rivedere il punteggio assegnato all’offerta tecnica a seguito dell’apertura dell’offerta economica.
T.A.R. Toscana, Sezione I, 3 aprile 2019
[A] Se debba considerarsi anomala l’offerta comprensiva della quota di lavoro straordinario. [B] Sulle variazioni della graduatoria che intervengono successivamente alla fase di ammissione, regolarizzazione o esclusione delle offerte. [C] Sul requisito di esperienza dei componenti le commissioni ai sensi dell’art. 77 del D. Lgs. 50/2016.
T.A.R. Lazio RM, Sezione II Ter, 2 aprile 2019
[A] Sul sindacato giurisdizionale in ordine alla scelta dei criteri di valutazione delle offerte. [B] Sui criteri di valutazione dell’offerta secondo le linee guida ANAC. [C] Sui criteri on/off per l’attribuzione dei punteggi. [D] Se l’interesse a ricorrere della terza graduata possa derivare dall’esito della valutazione dell’anomalia.
T.A.R. Campania NA, Sezione I, 26 marzo 2019
[A] Sulla distinzione tra varianti progettuali e migliorie nell’ambito del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. [B] Sull’interpretazione del divieto di opere aggiuntive di cui all’art. 95, co. 14 bis, D. Lgs. 50/2016. [C] Sull’idoneità delle valutazioni mediante punteggio numerico. [D] Sul requisito dell’attestazione SOA per i consorzi tra imprese artigiane.
T.A.R. Valle D’Aosta, 22 marzo 2019
[A] Se e a quali condizioni il concorrente escluso possa contestare gli esiti della procedura di gara. [B] Sulla ratio dell’incompatibilità di cui all’art. 77 D. Lgs. 50/2016 e se la commissione possa essere nominata “a buste aperte”. [C] Sul risultato del “confronto a coppie”. [D] Se e a quali condizioni sia sufficiente ai fini della motivazione il punteggio numerico.
T.A.R. Lazio RM, Sezione III quater, 19 marzo 2019
[A] Sulla decorrenza del termine per ricorrere secondo la più recente giurisprudenza eurounitaria. [B] Sull’obbligo di esclusione in caso di offerta condizionata o indeterminata. [C] Sui chiarimenti della Stazione appaltante. [D] Sulla competenza tecnica dei componenti delle Commissioni giudicatrici.
T.A.R. Lombardia BS, Sezione I, 19 marzo 2019
[A] Sulla decorrenza del termine di impugnazione dell’ammissione alla gara in caso di omessa pubblicazione ai sensi dell’art. 29 D. Lgs. 50/2016. [B] Principi giurisprudenziali sul sindacato giurisdizionale del giudizio di anomalia e delle giustificazioni dell’offerente. [C] Sull’individuazione dell’organo competente alla valutazione dell’anomalia, sull’interpretazione della lex specialis e sull’operatività del principio di eterointegrazione.
Consiglio di Stato, Sezione III, 11 marzo 2019
[A] Sull’onere della prova del concorrente che contesti la manomissione dei plichi e sulla rilevanza a tal fine dei verbali delle operazioni di gara. [B] Sulla maggiore attendibilità delle operazioni di gara mediante modalità telematiche. [C] Sulle conseguenze della mancata previsione di sub-pesi e sub-punteggi nelle gare da aggiudicare con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. [D] Se la Commissione giudicatrice abbia il potere di individuare sub-criteri di valutazione in caso di gara con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.
T.A.R. Molise Sezione I, 4 marzo 2019
[A] Sul carattere monofasico del procedimento di verifica dell’anomalia. [B] Se possa considerarsi anomala un’offerta con l’utile pari a zero [C] Sull’incompatibilità dei membri della Commissione.
Consiglio di Stato, Sezione V, 5 marzo 2019
[A] Sulla natura e sul sindacato giurisdizionale della valutazione di anomalia delle offerte. [B] Se sia configurabile una soglia di utile al di sotto della quale l’offerta è da considerarsi anomala. [C] Se l’aggiudicataria può e in quali limiti rimodulare gli elementi dell’offerta per giustificarne la congruità.
Consiglio di Stato, Sezione III, 4 marzo 2019
[A] Se la partecipazione alla gara o la contestazione dell’illegittimità dell’anomalia comportino acquiescenza alle regole di gara e precludano la possibilità di impugnare la lex specialis. [B] Sulla ratio del principio della suddivisione in lotti. [C] Se sia legittima la mancata indicazione dei punteggi attribuiti dai singoli Commissari di gara.
T.A.R. Abruzzo Pescara, Sezione Prima, 19 febbraio 2019
[A] Sulla composizione della Commissione di gara. [B] Se sia ammissibile il soccorso istruttorio in relazione alle difformità dell’offerta tecnica. [C] Se il provvedimento di esclusione debba essere preceduto dal contraddittorio con il concorrente da escludere. [D] Sulla legittimazione a ricorrere del concorrente escluso.
Consiglio di Stato, Sezione V, 18 febbraio 2019
[A] Sulla componente del costo del lavoro delle tabelle ministeriali da ritenersi inderogabile in sede di giustificazione dell’anomalia dell’offerta. [B] Sulla differenza fra soluzioni migliorative e varianti nella valutazione delle offerte secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. [C] Se sia da ritenersi valido il rating di legalità scaduto per il quale il concorrente abbia presentato istanza di rinnovo. [D] Sulle ipotesi in cui il punteggio numerico attribuito all’offerta tecnica non necessita di motivazione.
T.A.R. Puglia BA, Sezione I, 7 febbraio 2019
[A] Sulla proposta di aggiudicazione di cui all’art. 33 D. Lgs. 50/2016. [B] Sulla differenza tra l’approvazione della proposta di aggiudicazione e l’aggiudicazione definitiva. [C] Sui casi in cui il punteggio numerico equivale a sufficiente motivazione.
T.A.R. Puglia Bari, Sezione II, 15 gennaio 2019
[A] Ancora sulla sindacabilità in sede giurisdizionale della valutazione delle offerte tecniche da parte della Commissione giudicatrice. [B] Sulla violazione del principio di segretezza degli offerenti a seguito della pubblicazione delle richieste di sopralluogo. [C] Sui limiti della tutela giurisdizionale dell’interesse strumentale.
Consiglio di Stato, Sezione V, 14 gennaio 2019
[A] Sull’idoneità del voto numerico espresso dalla Commissione di gara. [B] Sul sindacato giurisdizionale della valutazione delle offerte tecniche da parte della Commissione di gara. [C] Sulla riconducibilità o meno del sequestro penale alle ipotesi ci cui all’art. 80, comma 5, lett. c, del D. Lgs. n. 50/2016.
Consiglio di Stato, Sezione V, 3 gennaio 2019
[A] Sulla causa di esclusione prevista dall’art. 80, comma 5, lett. m), del D. Lgs. 50/2016. [B] Sulla proponibilità di motivi aggiunti in appello. [C] Sulla sostituzione dell’ausiliaria. [D] Sull’autorizzazione del Tribunale alla partecipazione alla gara della Società in concordato con continuità aziendale. [E] Sull’ammissibilità o meno del soccorso istruttorio con riferimento alla dichiarazione carente sul fatturato. [F] Sulla possibilità o meno per la Stazione appaltante di chiedere chiarimenti al concorrente che in sede di soccorso istruttorio non abbia fornito risposte esaurienti. [G] Ancora sul sindacato giurisdizionale delle valutazioni della Commissione giudicatrice. [H] Sull’avvalimento di garanzia e sulle differenze rispetto all’avvalimento operativo.
Consiglio di Stato, Sezione V, 27 dicembre 2018
[A] Se sia o meno sufficiente la conoscenza dell'ammissione di un altro concorrente ai sensi dell'art. 41 c.p.a. per la decorrenza del termine di impugnazione di cui all'art. 120, comma 2 bis, c.p.a. [B] Sui contratti continuativi di cooperazione, servizio e/o fornitura di cui all’art. 105, comma 3, lett. c-bis) del D. Lgs. 50/2016 e sulla differenza con il subappalto. [C] Sul carattere retroattivo o meno dell'art. 105, comma 2, secondo periodo, del D. Lgs. 50/2016 novellato dall'ultimo “correttivo”. [D] Ancora sul sindacato giurisdizionale delle valutazioni della commissione giudicatrice. [E] Sulla compatibilità o meno dell'affidamento di urgenza con lo “stand still period”.
TAR Lazio Roma, Sezione III quater, 3 dicembre 2018
[A] Sul carattere discrezionale o vincolato del giudizio di equivalenza sulle specifiche tecniche. [B] Sulla necessità o meno di una separata dichiarazione di equivalenza da allegare all’offerta.
T.A.R. Toscana, Sezione II, 11 dicembre 2018
[A] Sul principio di separazione fra valutazione tecnica e valutazione economica. [B] Sulle cautele da adottare da parte della Commissione per la custodia delle buste contenenti le offerte.
Consiglio di Stato, Sezione III, 27 novembre 2018
[A] Sul sindacato giurisdizionale delle valutazioni della Commissione di gara. [B] Ancora sulla capacità o meno dei chiarimenti forniti dalla Stazione appaltante di modificare la normativa di gara.
T.A.R. Emilia Romagna Bologna, Sezione II, 15 novembre 2018
[A] Sulla nomina dei membri della Commissione giudicatrice. [B] Sull’incompatibilità o meno dell’ufficio di R.U.P. con quello di Presidente della Commissione giudicatrice. [C] sulla possibilità o meno di aprire le buste in seduta riservata
T.A.R. Lazio Roma, Sezione II, 19 novembre 2018
[A] Sull’applicabilità o meno dell’art. 77 Decr. Lgs. 50/2016 agli appalti “sotto soglia”. [B] Sull’obbligo o meno di attivare il procedimento di verifica dell’anomalia delle offerte di cui all’art. 97 Decr. Lgs. 50/2016 negli appalti “sotto soglia”. [C] Sulle novità del procedimento di verifica dell’anomalia delle offerte rispetto al regime previgente. [D] Ancora sulla possibilità o meno di discostarsi dai costi medi della manodopera fissati dalle tabelle ministeriali
Consiglio di Stato, Sezione V, 14 novembre 2018
[A] Sul sindacato giurisdizionale delle valutazioni della Commissione di gara. [B] Sulla possibilità o meno di proporre variazioni migliorative con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. [C] Sulla distinzione fra soluzioni migliorative e varianti
Consiglio di Stato, Sezione III, 15 novembre 2018
[[A] Sul metodo del “confronto a coppie”. [B] Se sia preferibile procedere all’annullamento giurisdizionale dell’intera gara o del solo segmento procedimentale viziato. [C] Sulla possibilità o meno di rinnovazione parziale dei giudizi una volta che sono state aperte le buste
T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, 9 novembre 2018
[A] Sullo scostamento dalle tabelle ministeriali nel giudizio di anomalia delle offerte. [B] Sulla valutazione da parte della Commissione delle giustificazioni prodotte dai concorrenti. [C] Sulle giustificazioni ammissibili dell’offerta anomala. [D] Sui limiti del sindacato giurisdizionale della valutazione delle offerte tecniche da parte della Commissione
T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, 6 novembre 2018
[A] Sui limiti del sindacato giurisdizionale in ordine all’adeguatezza delle offerte migliorative ed alla valutazione comparativa delle offerte tecniche. [B] Sull’ammissibilità o meno del soccorso istruttorio in caso di mancata indicazione della terna di subappaltatori
T.A.R. Lombardia Milano, Sezione IV, 12 novembre 2018
Sulla possibilità per la commissione giudicatrice di procedere alla rivalutazione delle offerte tecniche in caso di annullamento, giurisdizionale o in via di autotutela, dell’aggiudicazione disposta con il sistema dell'offerta economicamente più vantaggiosa
T.A.R. Veneto, Sezione I, 5 novembre 2018
[A] Sulla portata precettiva dell’art. 80 comma 5, lett. c), del Decr. Lgs. n. 50 del 2016. [B] Sul sindacato giurisdizionale delle valutazioni della Commissione giudicatrice.
T.A.R. Veneto, Sezione I, 31 ottobre 2018
[A] Sull’incompatibilità dei commissari ai sensi dell’art. 77 del Decr. Lgs. n. 50 del 2016. [B] Sulla valutazione dell’anomalia delle offerte ai sensi dell’art. 97, comma 6, del Decr. Lgs. n. 50 del 2016.
T.A.R. Puglia Lecce, Sezione I, 5 novembre 2018
Sul sindacato giurisdizionale delle valutazioni della Commissione giudicatrice.
T.A.R. Toscana, Sezione III, 17 ottobre 2018
[A] Sull'applicabilità o meno dell’art. 120, comma 2 bis, c.p.a alle caratteristiche dell’offerta. [B] Il giudizio favorevole di congruità dell'offerta anomala può rinviare alle giustificazioni dell’offerente? [C] Lo scostamento dalle tabelle ministeriali dà luogo ad anomalia? [D] Sull'onere di impugnazione immediata dell’atto di nomina della Commissione. [E] Sui limiti del sindacato sull'operato della Commissione di gara. ]F] La scadenza dell’offerta comporta la sua automatica decadenza? [G] Sul procedimento di verifica dell'anomalia finalizzato ad accertare l’attendibilità dell'offerta nel suo complesso. [H) Lo scostamento dalle tabelle ministeriali determina l'esclusione dalla gara?