Rivista sull'affidamento dei contratti pubblici. ISSN 2785-5597     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Giuseppe Gratteri  e  Avv. Gherardo Lombardi
Consiglio di Stato, Adunanza Plenaria, 13 gennaio 2023

Sull’incremento premiale di un quinto della classifica nei raggruppamenti cd misti.

Consiglio di Stato, Sezione V, 29 dicembre 2022

[A] Se il giudice nazionale debba disapplicare il limite alla partecipazione alle procedure di gara di cui all’art. 83, comma 8, terzo per. d.lgs. n. 50 del 2016. [B] Se l’operatore economico debba dichiarare nella domanda di partecipazione la volontà di avvalersi del subappalto c.d. necessario. [C] Se la mancata dichiarazione della volontà di far ricorso al subappalto c.d. necessario possa essere oggetto di soccorso istruttorio. [D] Sul divieto di aumento del quinto della classifica nel caso di mandataria del RTI. [E] Sul cumulo alla rinfusa e se la consorziata designata debba possedere i requisiti, tecnici e professionali di partecipazione.

Consiglio di Stato, Sezione V, 29 dicembre 2022

[A] Sulle modalità di accesso alle gare di lavori in relazione alla tipologia e all’importo delle singole lavorazioni. [B] Se sia ammissibile la rimodulazione in sede di gara delle prestazioni all’interno del sub-raggruppamento orizzontale. [C] Se sia compatibile con la giurisprudenza unionale la richiesta di una percentuale minima di requisiti di qualificazione in capo alla mandante.

Consiglio di Stato, Sezione V, 11 novembre 2022

[A] Sulla modifica soggettiva del RTI in caso di perdita dei requisiti generali di partecipazione. [B] Se sia possibile la sostituzione sia del consorzio stabile che dell’impresa consorziata designata in caso di perdita sopravvenuta dei requisiti generali di partecipazione. [C] Se il progettista “indicato” debba essere in possesso dei requisiti generali e speciali di partecipazione. [D] Se in caso di indicazione per la progettazione di un RTP ex art. 46 D. Lgs. 50/2016 sia possibile l’estromissione del componente del RTP che abbia perso i requisiti generali di partecipazione. [E] Se il meccanismo del cumulo alla rinfusa dei requisiti del consorzio stabile determini la messa in comune del personale che compone l’organico delle singole imprese consorziate.

T.A.R. Toscana, Firenze, Sez. II, 29 settembre 2021

Sull’interpretazione dell’art. 76, comma 5 del DPR 207 del 2010 relativo al procedimento di rinnovo della attestazione SOA.

Consiglio di Stato, Sezione V, 3 maggio 2021

[A] Se l’art. 92 del D.P.R. n. 207/2010, nel prevedere che la mandataria debba possedere i requisiti nella misura minima del 40 per cento e le mandanti nella misura minima del 10 per cento, contrasti con l’art. 83, comma 8, del D. Lgs. n. 50 del 2016. [B] Se il requisito minimo di qualificazione del 10 per cento sia surrogabile dai requisiti “sovrabbondanti” posseduti dalle altre imprese del raggruppamento. [C] Sui requisiti di qualificazione del raggruppamento misto. [D] Se i requisiti soggettivi possano essere modificati ricorrendo al soccorso istruttorio.

Consiglio di Stato, Sezione V, 9 dicembre 2020
[A] Sul raggruppamento misto di tipo verticale. [B] Se la percentuale maggioritaria della mandataria debba essere intesa in astratto o con riferimento alla quota di partecipazione prevista nell’offerta. [C] Sulla ragione per cui nel raggruppamento misto di tipo verticale si individua un’ulteriore impresa mandataria nell’ambito del sub-raggruppamento relativo ai lavori scorporabili. [D] Sul modo in cui l’elemento “maggioritario” in capo alla mandataria debba ritenersi soddisfatto nel caso di raggruppamenti di tipo verticale.