Rivista sull'affidamento dei contratti pubblici. ISSN 2785-5597     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Giuseppe Gratteri  e  Avv. Gherardo Lombardi
T.A.R. Toscana, Firenze, Sez. II, 29 settembre 2021

Sull’interpretazione dell’art. 76, comma 5 del DPR 207 del 2010 relativo al procedimento di rinnovo della attestazione SOA.

Consiglio di Stato, Sezione V, 3 maggio 2021

[A] Se l’art. 92 del D.P.R. n. 207/2010, nel prevedere che la mandataria debba possedere i requisiti nella misura minima del 40 per cento e le mandanti nella misura minima del 10 per cento, contrasti con l’art. 83, comma 8, del D. Lgs. n. 50 del 2016. [B] Se il requisito minimo di qualificazione del 10 per cento sia surrogabile dai requisiti “sovrabbondanti” posseduti dalle altre imprese del raggruppamento. [C] Sui requisiti di qualificazione del raggruppamento misto. [D] Se i requisiti soggettivi possano essere modificati ricorrendo al soccorso istruttorio.

Consiglio di Stato, Sezione V, 9 dicembre 2020
[A] Sul raggruppamento misto di tipo verticale. [B] Se la percentuale maggioritaria della mandataria debba essere intesa in astratto o con riferimento alla quota di partecipazione prevista nell’offerta. [C] Sulla ragione per cui nel raggruppamento misto di tipo verticale si individua un’ulteriore impresa mandataria nell’ambito del sub-raggruppamento relativo ai lavori scorporabili. [D] Sul modo in cui l’elemento “maggioritario” in capo alla mandataria debba ritenersi soddisfatto nel caso di raggruppamenti di tipo verticale.