Rivista sull'affidamento dei contratti pubblici.ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Giuseppe Gratteri  e  Avv. Gherardo Lombardi
Art. 106 (Modifica di contratti durante il periodo di efficacia)
T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Trieste, Sez. I, 7 luglio 2021

Se la clausola di revisione periodica del prezzo comporti il diritto all’automatico aggiornamento del corrispettivo contrattuale.

C.G.A.R.S., 19 febbraio 2021
[A] Sulla legittimazione ad agire in giudizio della singola impresa in associazione. [B] Se sia legittimata ad agire l’impresa colpita da interdittiva antimafia. [C] Sugli effetti della condanna ad un facere specifico. [D] Sulla discrezionalità della Stazione appaltante in merito all’istituto della revisione prezzi.
TRGA BZ, 12 febbraio 2021
[A] Sull’ammissibilità dell’istituto della proroga tecnica. [B] Sulla possibilità del ricorso da parte delle amministrazioni pubbliche a più proroghe. [C] Sulla necessità del possesso de requisiti morali in capo ai contraenti negli affidamenti relativi ai settori esclusi dall’applicazione del D.Lgs. 50/2016. [D] Sul principio della continuità del possesso dei requisiti in capo all’aggiudicataria. [E] Sull’ammissibilità della domanda di risarcimento del danno da perdita di chance.
TAR Emilia Romagna BO, Sezione II, 26 gennaio 2021
[A] Sul requisito del pregresso svolgimento di “servizi analoghi”. [B] Sulla valutazione della Stazione appaltante in ordine alla sussistenza del requisito dello svolgimento di “servizi analoghi”. [C] Sul nuovo esercizio dell’autonomia negoziale in caso di rinnovo del contratto.
TAR Sicilia CT, Sezione I, 28 aprile 2020
[A] Sulle condizioni per il legittimo esercizio della proroga e se sia ammissibile laddove i documenti di gara prevedono il solo rinnovo del contratto. [B] Sulla prevalenza del criterio interpretativo letterale. [C] Se rientri nella giurisdizione del giudice amministrativo l'annullamento degli atti amministrativi con cui la P.A. committente abbia ampliato l'oggetto del contratto in favore dell'aggiudicatario. [D] Sul carattere eccezionale della proroga tecnica e se possa legittimamente discendere dalla necessità di acquisire un nulla-osta necessario all’avvio della procedura di gara.
TAR Campania NA, Sezione V, 2 aprile 2020.
[A] Sulla differenza tra proroga e rinnovo. [B] Se la proroga diretta sia equiparabile all'affidamento senza una procedura competitiva. [C] Sull’ammissibilità della cd. proroga tecnica.
TAR Toscana, Sezione III, 24 marzo 2020
[A] Sulla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo in materia di procedure di affidamento di contratti pubblici. [B] Sulle modifiche contrattuali ex art. 106 co. 1 lett. a), D. Lgs. 50/2016.
Consiglio di Stato, Sezione III, 18 settembre 2019
[A] Se la presenza del delegato di un concorrente alla seduta di gara in cui si sono deliberate le ammissioni faccia decorrere il termine per ricorrere ex art. 120, comma 2-bis, c.p.a. vigente ratione temporis. [B] Se la cessione di ramo d’azienda comporti per il cedente in via automatica la perdita delle proprie qualificazioni. [C] Se il principio affermato dall’art. 51 del d. lgs. 163/2006 dell’ammissibilità di modifiche soggettive dei concorrenti anche nella fase di aggiudicazione dell’appalto, previo accertamento dei requisiti previsti, possa ritenersi tuttora applicabile. [D] Sull’onere della prova della distorsione del confronto concorrenziale di cui all’art. 80, lett. m, D. Lgs. 50/2016 e se sia sufficiente al riguardo la circostanza che un subappaltatore sia designato da due o più concorrenti.
Consiglio di Stato, Sezione III, 18 settembre 2019
[A] Se la presenza del delegato di un concorrente alla seduta di gara in cui si sono deliberate le ammissioni faccia decorrere il termine per ricorrere ex art. 120, comma 2-bis, c.p.a. vigente ratione temporis. [B] Se la cessione di ramo d’azienda comporti per il cedente in via automatica la perdita delle proprie qualificazioni. [C] Se il principio affermato dall’art. 51 del d. lgs. 163/2006 dell’ammissibilità di modifiche soggettive dei concorrenti anche nella fase di aggiudicazione dell’appalto, previo accertamento dei requisiti previsti, possa ritenersi tuttora applicabile. [D] Sull’onere della prova della distorsione del confronto concorrenziale di cui all’art. 80, lett. m, D. Lgs. 50/2016 e se sia sufficiente al riguardo la circostanza che un subappaltatore sia designato da due o più concorrenti.