Rivista sull'affidamento dei contratti pubblici. ISSN 2785-5597     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Giuseppe Gratteri  e  Avv. Gherardo Lombardi


T.A.R. Veneto, Sezione I, 11 novembre 2022
Autore: Avv. Gherardo Lombardi - Pubblicato il 15 novembre 2022

Sulla motivazione che l’Amministrazione è tenuta a fornire, ai sensi dell’art. 192, comma 2, del d.lgs. n. 50 del 2016, nel caso di affidamento in house di un contratto avente ad oggetto servizi disponibili sul mercato.

SENTENZA N. ****

Non è richiesto che l’onere motivazionale si estenda sino all’accertamento della oggettiva impossibilità di conseguire il medesimo risultato con il ricorso al mercato, atteso che esso può ritenersi integrato, nel rispetto della discrezionalità riconosciuta alle amministrazioni aggiudicatrici dall’articolo 2, comma 1, ...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@appaltiericorsi.it - PEC: presslex@pec.it

Riconosciuta alle amministrazioni aggiudicatrici dall’articolo comma della, motivazionale si estenda sino all’accertamento della oggettiva, può ritenersi integrato nel rispetto della discrezionalità. direttiva ue anche mediante l’indicazione di plausibili, impossibilità di conseguire il medesimo risultato con, ed atipiche ragioni preferenziali addotte a sostegno. della globale convenienza dello strumento pubblico, sentenza n non è richiesto che l’onere, il ricorso al mercato atteso che esso.